Acre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il fiume omonimo, vedi Rio Acre.
Acre
stato federato
Acre – Stemma Acre – Bandiera
Acre – Veduta
Dati amministrativi
Stato Brasile Brasile
Capoluogo Rio Branco
Governatore Tião Viana (PT) dal 2011
Territorio
Coordinate
del capoluogo
10°07′18.64″S 69°21′26.37″W / 10.121844°S 69.357325°W-10.121844; -69.357325 (Acre)Coordinate: 10°07′18.64″S 69°21′26.37″W / 10.121844°S 69.357325°W-10.121844; -69.357325 (Acre)
Superficie 164 122,28 km²
Abitanti 732 793 (2010)
Densità 4,46 ab./km²
Mesoregioni 2
Microregioni 5
Comuni 22
Altre informazioni
Fuso orario UTC-4
ISO 3166-2 BR-AC
Nome abitanti acreano/acriano
PIL (nominale) 5.761.000 R$
PIL procapite (nominale) 8.789 R$
Rappresentanza parlamentare Camera: 8
Senato: 3
Regione Nord
Inno Hino do Acre
Localizzazione

Acre – Localizzazione

Sito istituzionale

Acre è uno stato del Brasile, situato nella sezione nordoccidentale del paese. Confina a nord con lo stato dell'Amazonas, a est con quello di Rondônia, a sud con la Bolivia e a ovest con il Perù.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio è per lo più coperto dalla foresta amazzonica, sfruttata per la produzione di gomma, di cui lo stato è un grande esportatore. Il Rio Acre scorre a sud lungo il confine con la Bolivia.

Popolazioni indigene[modifica | modifica sorgente]

Acre è abitato da vari gruppi di indios tra cui i Kashinawa, i Jaminawa e i Xanenawa, tutti appartenenti alla famiglia linguistica Pano. Vi sono poi i Madiha (Kulina), gli Yine (Manchineri) e gli Ashaninka (Kampa): i primi fanno parte della famiglia linguistica Arawà, gli altri di quella Arawak.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il nome "Acre" ricorda l'ultimo avamposto crociato in Terra Santa.

Luiz Galvez Rodrigues de Aria fu a capo della spedizione che tra il 1899-1900 cercò di sottrarre il territorio dell'attuale Acre alla Bolivia. Egli si dichiarò poi presidente della Repubblica di Acre, la quale fu sciolta nel marzo 1900. Malgrado un nuovo tentativo indipendentista (seconda repubblica dal novembre al 24 dicembre 1900), Acre rimase parte della Bolivia fino al 1903, quando il Brasile decise di acquistare il territorio in seguito ad un accordo diplomatico (questo dopo aver fomentato una guerra secessionista contro le autorità boliviane). Trasformato in territorio federale il 25 febbraio del 1904, Acre divenne uno stato federale nel 1962.

Bandiera[modifica | modifica sorgente]

Bandiera di Acre

La bandiera attuale venne adottata il 15 marzo 1921. Si tratta di una variante della bandiera usata dai secessionisti antiboliviani, con le parti verde e gialla invertite. Il giallo simboleggia la pace, il verde la speranza, mentre la stella rappresenta la "luce" che guidò coloro i quali si batterono per fare di Acre uno stato federato del Brasile.

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Lo Stato è composto dalla capitale e da altri 21 comuni. I comuni sono raggruppati in 5 microregioni, a loro volta raggruppate in 2 mesoregioni. Queste due entità sono state create dal'Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística, l'istituto nazionale brasiliano di geografia e statistica, per soli fini statistici, pertanto non individuano entità politiche o amministrative.

Capitale[modifica | modifica sorgente]

Comuni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Comuni dell'Acre.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile