Ossalato di calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ossalato di calcio
Formula di struttura
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CaC2O4
Massa molecolare (u) 128,10 (anidro)
146,12 (monoidrato)
Aspetto cristalli incolori
Numero CAS [563-72-4] (anidro), [5794-28-5] (monoidrato)
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2,2
Solubilità in acqua 0,00614 g/L a 25 °C
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1) −1360,6 (anidro)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 302 - 312
Consigli P 280 [1]

L'ossalato di calcio è un sale di calcio dell'acido ossalico.

In natura si trova in molte piante (per esempio: rabarbaro, altea, dieffenbachia, pastinaca) per le quali costituisce elemento di difesa contro il loro consumo alimentare. I cristalli di ossalato di calcio presenti nei vacuoli delle piante quando appaiono sotto forma di aghi sono detti rafidi. Negli animali e nell'uomo è il principale costituente dei calcoli renali e degli otoliti, residenti nell'utricolo e nel sacculo dell'orecchio interno e preposti al senso dell'equilibrio negli spostamenti avanti-indietro (es. automobile) e su-giù (es. ascensore). I suoi cristalli si presentano tipicamente sotto forma di "busta da lettera" o di clessidra.

Cristalli di ossalato di calcio trovati nella vescica di un cane

È un prodotto intermedio nella produzione di acido ossalico. Si produce nella reazione tra ossalato di sodio e idrossido di calcio:

Na2C2O4 + Ca(OH)2 → CaC2O4 + 2NaOH

Reagendo con acido solforico libera acido ossalico:

CaC2O4 + H2SO4 → H2C2O4 + CaSO4

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 23.12.2011

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia