Calciocianammide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Calciocianammide
Calcium cyanamide.png
Nome IUPAC
cianammide di calcio
Nomi alternativi
calcio cianammide
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CCaN2
Massa molecolare (u) 80,1
Aspetto solido incolore cristallino
Numero CAS [156-62-7]
Indicazioni di sicurezza
TLV (ppm) (TWA) 0,5 mg/m³
Simboli di rischio chimico
infiammabile tossicità acuta corrosivo

pericolo

Frasi H 261 - 301 - 318 - 335
Consigli P 231+232 - 301+310 - 305+351+338 - 321 - 405 - 501 [1][2]

La calciocianammide è un composto di calcio derivato dalla cianammide con formula CaNCN e numero CAS 156-62-7.

Ca=N-C≡N

Preparato da E. Drechsel nel 1877 dal cianato di calcio e poi da F. Rothe nel 1897, che voleva ottenere il cianuro di calcio da azoto e carburo di calcio. Il processo fu modificato e brevettato da Adolph Frank e Nikodem Caro nel 1898.

Il prodotto commerciale si presenta come una polvere grigio scuro per le impurità di carbone e calce viva. Si prepara facendo reagire carburo di calcio con azoto gassoso a 900-1.000 °C in speciali forni ad arco elettrico.

CaC2 + N2 → CaNCN + C

La reazione è esotermica e procede spontaneamente una volta innescata. Il prodotto finale viene macinato e bagnato con il 5-7% di acqua per decomporre il carburo non reagito.

Usata generalmente come fertilizzante azotato svolge anche una buona azione insetticida verso alcuni parassiti. Svolge anche la funzione di correttore di acidità: nel terreno si decompone in idrossido di calcio che a sua volta si trasforma lentamente in carbonato di calcio e in cianammide e poi per idrolisi a urea che a sua volta per azione enzimatica e batterica diventa carbonato d'ammonio. Data l'azione come diserbante caustico può essere impiegato solo nella preparazione dei terreni.

CaNCN + H2O + CO2 → CaCO3 + H2NCN
H2NCN + H2O → CO(NH2)2
CO(NH2)2 + 2 H2O → (NH4)2CO3

Industrialmente viene utilizzata per la sintesi del cianuro di sodio facendo reagire ad alta temperatura la calciocianammide con carbone e carbonato di sodio:

CaNCN + C + Na2CO3 → CaCO3 + 2 NaCN

Alla fine del XIX secolo e l'inizio del XX la produzione di calciocianammide forniva uno dei metodi industriali per fissare l'azoto atmosferico, da cui poi produrre ammoniaca e urea. I maggiori produttori di calciocianammide sono la Germania, il Giappone e il Canada. La prima fabbrica italiana, basata sul metodo Frank-Caro, la SIPA, nacque nel 1905 ad opera di Alfredo Corradini a Piano d'Orta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda della calciocianammide su IFA-GESTIS
  2. ^ Smaltire in accordo alle leggi vigenti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]