Onde medie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In telecomunicazioni le onde medie sono una banda di frequenza dello spettro elettromagnetico che spazia da 300 kHz e 3000 kHz (pari a MHz) molto utilizzato nelle radiocomunicazioni.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le trasmissioni radio in onda media (spesso chiamate Medium frequency, Medium wave o, impropriamente, AM) sono in larga parte del mondo, la forma più utilizzata per trasmettere[senza fonte]. È sbagliato considerare una generica emissione in modulazione di ampiezza (AM) come emissione in onde medie poiché una emissione in AM può avvenire in linea teorica su qualunque frequenza e, in pratica, avviene almeno su tre bande distinte: onde medie, onde lunghe ed onde corte.

La banda standard AM broadcast in onde medie è tra i 525 kHz e i 1 715 kHz nel Nord America mentre in Europa generalmente va tra i 526 kHz e i 1 620 kHz. Nel continente americano, le varie emittenti a onda media sono separate da 10 kHz e hanno due "bande laterali" di ±5 kHz. Nel resto del mondo la separazione è di 9 kHz, con due "bande laterali" di ±4,5 kHz.

I segnali a onda media hanno la proprietà di seguire la curvatura della terra (cosiddetta "linea dell'orizzonte") e di essere riflessi durante le ore notturne dalla ionosfera. Questo fa delle onde medie la banda di frequenze ideale sia per trasmissioni locali che continentali, in base al momento della giornata. Ad esempio, durante il giorno una comunissima radiolina nello stato del Maryland può ricevere segnali buoni seppur deboli da stazioni ad alta potenza WFAN, 660 kHz, e WOR, 710 kHz, distanti 400 km a New York, grazie alla propagazione terrestre.

L'effettiva copertura della propagazione terrestre dipende dalla conduttività del terreno; una maggiore conduttività consente una miglior propagazione. Durante la notte, la stessa radiolina può ricevere segnali da distanze molto maggiori, come ad esempio Città del Messico e Chicago. Molte stazioni vengono spente durante la notte o vengono esercite a potenza ridotta al fine di non disturbare i segnali provenienti proprio da distanze maggiori, o per non recare disturbo ad altri segnali locali.

Le onde medie garantiscono una buona qualità audio per la voce, ma non sono sufficienti per una trasmissione stereofonica ad alta fedeltà, come invece avviene per la modulazione di frequenza VHF FM. Negli Stati Uniti la massima potenza ammessa per i trasmettitori è di 50 kW, ma in Europa ci sono stazioni a onda media che irradiano con potenza superiore ai 2,5 MW.

È anche possibile la trasmissione in stereofonia AM con buona qualità (banda audio 35–10 000 Hz): essa è offerta da varie stazioni negli Stati Uniti, Australia, Sudafrica, Francia ed Italia (Radio Studio X da Momigno, in provincia di Pistoia, sui 1 584 kHz e Broadcastitalia da Roma sui 1 485 kHz). Ci sono vari standard per la trasmissione in AM stereo: C-Quam, Belar, Kahn, Magnadine, Harris. Il C-QUAM Motorola, vincitore sugli altri sistemi, è diventato lo standard per la stereofonia in Onde medie in molte parti del mondo, sebbene i ricevitori che implementano tale tecnologia siano rari da trovare in Italia presso i comuni punti commerciali mentre è possibile trovarne di nuovi o usati su Internet.

Nel settembre 2002, la Federal Communications Commission degli Stati Uniti ha approvato il sistema di trasmissione audio digitale iBiquity in-band on-channel (IBOC) per aumentare la qualità del segnale audio trasmesso. Il sistema Digital Radio Mondiale (DRM) IBOC è stato approvato dall'ITU per il suo uso al di fuori degli Stati Uniti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

elettromagnetismo Portale Elettromagnetismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di elettromagnetismo