Banda K

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La banda K designa certe porzioni dello spettro elettromagnetico, nel dominio delle microonde o dell'infrarosso. La banda K delle microonde è usata principalmente per i radar e le comunicazioni satellitari, mentre la banda K dell'infrarosso è usata per osservazioni astronomiche.

Banda K NATO[modifica | modifica sorgente]

La banda K secondo la NATO è definita dalla banda di frequenze che vanno dai 20 ai 40 GHz (15-7.5 mm).

Banda K IEEE[modifica | modifica sorgente]

La banda K definita dalla IEEE comprende le frequenze delle microonde che vanno dai 18 ai 27 GHz. La banda dai 18 ai 26,5 GHz è facilmente assorbita dal vapore acqueo, che ha un picco di risonanza a 22,24 GHz (1,8 cm).

Sottodivisioni[modifica | modifica sorgente]

La Banda K definita dal IEEE è divisa convenzionalmente in tre sottobande:

  • Banda Ka: K-above band, 26.5–40 GHz, utilizzata per i radar e per comunicazioni sperimentali.
  • K-band 18–27 GHz
  • Banda Ku: K-under band, 12–18 GHz, è utilizzata per comunicazioni via satellite, comunicazioni terrestri in microonde, e anche dalla polizia per i rilevatori di velocità.

Astronomia dell'infrarosso[modifica | modifica sorgente]

Nell'astronomia dell'infrarosso la banda K è quella regione dell'infrarosso con lunghezza d'onda di 2,2 micrometri.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]