Neil Marshall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Neil Marshall

Neil Marshall (Newcastle upon Tyne, 25 maggio 1970) è un regista e sceneggiatore inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marshall esordisce nel mondo del cinema come co-sceneggiatore e montatore del film Killing Time (1998) diretto da Bharat Nalluri, per il quale aveva già curato il montaggio del cortometraggio per la televisione Driven (1994). Nel 1999 dirige il cortometraggio Combat e nel 2002 il suo primo lungometraggio, l'horror splatter Dog Soldiers, che viene presentato con successo ai festival di settore (al Festival internazionale del cinema fantastico di Bruxelles vince il Corvo d'Oro come miglior film e il premio Pegaso assegnato dal pubblico) e diventa un piccolo cult in patria, pur senza ottenere incassi di particolare rilievo.

La sua più ambiziosa opera seconda, l'horror d'ambientazione sotterranea The Descent - Discesa nelle tenebre (2005), sulla terribile odissea di un gruppo di donne speleologhe contro delle misteriose creature del buio, conquista pubblico e critica. A fronte di un budget limitato di circa tre milioni di sterline, il film ottiene un'ampia distribuzione negli Stati Uniti e incassa a livello mondiale oltre cinquanta milioni di dollari. Vince inoltre due British Independent Film Awards 2005, a Marshall per la regia e al montatore Jon Harris per il miglior contributo tecnico, e il Saturn Award per il miglior film horror.

Marshall alza ulteriormente il tiro con Doomsday - Il giorno del giudizio (Doomsday) (2008), avventura post-apocalittica che cita e mescola liberamente i classici del filone, da Interceptor a Fuga da New York, da Romero (La città verrà distrutta all'alba) a Richard Fleischer (2022: I sopravvissuti), per il quale può disporre di un budget da trenta milioni di dollari. Il film, un appassionato e conclamato omaggio al cinema di genere in voga negli anni '70 e '80 (ogni scena contiene una citazione), non è compreso e riceve un'accoglienza meno positiva del film precedente, sia da parte del pubblico che della critica.

Nel 2009 viene inevitabilmente dato un seguito al fortunato The Descent, The Descent: Part 2, di cui Marshall è solo produttore esecutivo, mentre la regia è affidata al montatore del primo episodio, Jon Harris. Marshall si dedica invece alla realizzazione di Centurion, film d'azione d'ambientazione antico-romana, sulla leggendaria scomparsa della Nona Legione in Britannia, che ha ispirato anche il contemporaneo The Eagle diretto da Kevin Macdonald. Il film esce nel 2010 ma, nonostante la presenza della superstar Michael Fassbender nella parte del protagonista, ottiene un risultato deludente, incassando poco più di sei milioni di dollari in tutto il mondo, a fronte di un budget pari al doppio.

Nel 2012 esordisce in televisione e dirige l'episodio L'assedio della seconda stagione della serie televisiva targata HBO Il Trono di Spade. Nel 2014 dirige un altro episodio della serie, Il coraggio di pochi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nome "Eddie Oswald" è presente in tutte le sue pellicole: in Dog Soldiers, il sergente Wells (Sean Pertwee) racconta una storia su un suo amico coinvolto nella guerra del golfo - Eddie Oswald. In The Descent - Discesa nelle tenebre, Sarah (Shauna MacDonald) trova un vecchio elmo sul quale è inciso "Oswald".
  • Neil Marshall fa parte di "The October Society", un gruppo di registi incentrati sui film horror (Darren Bousman (Saw II, III e IV), Joe Begos (Almost Human), Axelle Carolyn (Soulmate), Adam Gierasch (Night Of The Demons), Andrew Kasch (Never Sleep Again: The Elm Street Legacy) e John Skipp (Stay At Home Dad), Mike Mendez (Big Ass Spider!), Dave Parker(The Hills Run Red), Ryan Schifrin (Abominable) e Paul Solet (Grace). Il loro primo film è già in lavorazione, si chiamerà Tales of halloween.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regia e sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Montaggio[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 96946361 LCCN: no2008157603