The Descent Part 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Descent Part 2
TheDescent2screenshot.png
Le tre protagoniste in una scena del film.
Titolo originale The Descent Part 2
Paese di produzione Regno Unito
Anno 2009
Durata 99 min.
Colore Colore
Audio Sonoro
Genere orrore, splatter
Regia Jon Harris
Sceneggiatura James McCarthy,
J. Blakeson,
James Watkins
Produttore Christian Colson,
Ivana MacKinnon
Produttore esecutivo Paul Smith,
Neil Marshall
Casa di produzione Celador Films
Fotografia Sam McCurdy
Montaggio Jon Harris
Effetti speciali Paul Hyett
Musiche David Julyan
Costumi Nancy Thompson
Trucco Kirstie Stanway
Interpreti e personaggi

The Descent Part 2 è un film horror del 2009 diretto da Jon Harris, sequel del film del 2005 : The Descent - Discesa nelle tenebre, diretto da Neil Marshall. Il film è stato proiettato per la prima volta il 2 dicembre del 2009 mentre rilasciato in DVD il 27 agosto del 2010. A differenza del primo film, in Italia il film. Neil Marshall, autore e rigista del primo film, è anche uno dei produttori esecutivi del film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Due giorni dopo gli avvenimenti del primo film, Sarah Carter, interpretata da Shauna MacDonald, riesce a fuggire dal sistema di grotte nella quale lei e le sue amiche, ormai morte, erano rimaste intrappolate.

La donna viene soccorsa da un automobilista che la accompagnerà in ospedale. Sarah però, per via dello shock subito, ha rimosso tutti i suoi ricordi.

Una squadra di soccorritori viene inviata per perlustrare le grotte e cercare le ragazze scomparse tra cui la figlia del senatore Juno, ma non trovano nessuno. Lo sceriffo della contea, Valnes, viene a sapere del ritrovamento di Sarah, e, per tenere lontano i media non fa voce della notizia a nessuno, eccetto che a Rios, una poliziotta che lo accompagnerà all'ospedale in cui si trova Sarah. I due arrivano e vengono informati che il tipo di sangue sui vestiti di Sarah è A positivo, lo stesso di quello di Juno.

Valnes ordina a Rios di interrogare Sarah sull'accaduto, ma la donna, per via della perdita di memoria, si dimostra molto confusa e non ricorda nulla.

Intanto due poliziotti, informati da Valnes, si recano sul luogo nel quale Sarah è riuscita a "evadere" dalle grotte. Qui trovano una chiesa abbandonata, e scoprono che al suo interno vi è un elevatore che porta ad un sistema di grotte mai visto prima.

Così, un gruppo di soccorritori, Cath, Greg, Dan a cui si aggiungono Sarah, Rios e Valnes si addentrano nelle caverne alla ricerca delle ragazze scomparse. Dopo un lungo tragitto, il gruppo scopre il corpo sventrato di Rebecca, sospettando che Sarah sia una psicopatica.

Poco dopo la donna ha dei flashback che le fanno tornare la memoria, fugge via dal gruppo ma viene inseguita da Valnes. Sarah si rifugia mentre Valnes, sorpreso da un mostro, spara un colpo con la pistola che non va a segno, ma provoca una frana che intrappola Cath, uno dei soccorritori.

Ciò che resta del gruppo, Rios, Dan e Greg, prosegue e i ragazzi si ritrovano in un enorme caverna dove vengono aggrediti da creature mostruose. [1] Rios viene salvata da Sarah, Greg fugge, Dan muore sbranato, Sarah e Rios fuggono via cercando una via di fuga, e Cath, rimasta intrappolata sotto dei massi, viene anch'essa attaccata da uno dei mostri, ma riesce a fuggire e a ricongiungersi con Greg, con il quale tenta di trovare una via di fuga, ma vengono uccisi.

Valnes, intanto, prosegue da solo, fin quando non viene aggredito da una delle creature che verrà uccisa da Juno. Valnes domanda a Juno cosa possono essere le creature che stanno affrontando, la donna gli risponde che ormai siamo morti. I due si incamminano finché non incontrano Sarah e Rios. Juno, alla vista di Sarah, si scaglia sulla donna cercando di ucciderla [2] ma Rios riesce a convincere Juno che Sarah è sua amica e che non deve fargli del male. Successivamente Juno confessa ai tre di poter trovare una via d'uscita, così il gruppo si incammina, ma durante la traversata di alcuni massi, Valnes cade, e con lui anche Sarah. Rios chiede aiuto a Juno che dapprima è contraria, ma subito dopo li aiuta. Per liberare Sarah, Rios è costretta a tranciare la mano di Valnes con il piccone di Juno.

Rimaste in tre, Sarah, Juno e Rios raggiungono l'uscita ma questa è circondata dai mostri che banchettano con i corpi degli animali cacciati in superficie, le tre procedono con cautela fin quando Greg, completamente massacrato ma ancora vivo, afferra la gamba di Juno chiedendogli aiuto, Juno grida per lo spavento e questo attrae i mostri che si scagliano sulle donne, dopo una lunga e violenta battaglia Rios e Sarah hanno la meglio e possono fuggire ma Sarah è trattenuta da Juno che intanto sta per essere uccisa da un mostro enorme.

Sarah cerca di liberarla ma ogni tentativo è inutile e Juno viene sventrata, prima di morire però, la donna chiede scusa a Sarah che poco dopo si ucciderà anche lei attirando tutte le creature verso di sé lanciando un forte grido per salvare Rios, ormai circondata.

Rios, approfitta dell'occasione per fuggire, riesce a salire in superficie e corre via ma qui viene colpita con una pala da Oswald [3] che porterà il suo corpo vicino alla tana dei mostri.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema
  1. ^ Hanno aspetti diversi da quelle del primo film.
  2. ^ Poiché Sarah ha tentato di ucciderla nel primo film.
  3. ^ L'automobilista all'inizio del film.