Moris Carrozzieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moris Carrozzieri
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 192 cm
Peso 90 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore, attaccante
Squadra Bellante
Carriera
Giovanili
1997-1998
1998-2000
Castel di Sangro Castel di Sangro
Bari Bari
Squadre di club1
1999-2000 Bari Bari 0 (0)
2000-2001 Fidelis Andria Fidelis Andria 13 (2)
2001 Giulianova Giulianova 5 (0)
2001 Bari Bari 0 (0)
2001-2002 Martina Martina 4 (0)
2002-2003 Teramo Teramo 39 (5)
2003-2005 Sampdoria Sampdoria 28 (0)
2005-2006 Arezzo Arezzo 35 (2)
2006-2008 Atalanta Atalanta 39 (3)
2008-2011 Palermo Palermo 24 (0)
2011-2012 Lecce Lecce 12 (0)
2012-2013 Varese Varese 14 (0)
2013 Giulianova Giulianova 2 (0)
2014- Flag of None.svg Bellante 1 (2)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Moris Carrozzieri (Giulianova, 16 novembre 1980) è un calciatore italiano, attaccante del Bellante.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il suo nome Moris è frutto di un errore dell'anagrafe di Giulianova. Il suo nome corretto infatti sarebbe dovuto essere Maurice.[1]

È soprannominato il Carro.[2]

È appassionato di televisione, tennis, golf e caccia.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver giocato per tutta la carriera come difensore centrale, quando nel 2014 è passato al Bellante, in Terza Categoria, ha assunto il ruolo di attaccante.[4]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Sampdoria, Arezzo e Atalanta[modifica | modifica sorgente]

Prelevato dalla Sampdoria dal Teramo nell'estate 2003, viene schierato da titolare dall'allora mister blucerchiato Walter Novellino in occasione di una trasferta con l'Inter, terminata poi 0-0. Viene quindi riproposto spesso nella linea difensiva, trovando sempre più spazio in squadra. Rimasto nella formazione genovese anche nella stagione 2004-2005, trova meno spazio fra i titolari complice un rendimento medio inferiore alla stagione precedente.

Ceduto in prestito all'Arezzo nell'estate 2005, disputa nelle file dei toscani un campionato di Serie B che vede gli amaranto sfiorare l'accesso ai playoff per la promozione nella massima serie.

Per la stagione 2006-2007 viene rilevato dall'Atalanta con la formula della comproprietà.

Il 21 settembre 2006 viene squalificato per due mesi dalla disciplinare insieme al suo ex compagno di squadra sampdoriano Francesco Flachi per il calcio scommesse che ha visto coinvolti i due giocatori nell'ottobre del 2005. I due implicati ricorreranno alla CAF senza ottenere tuttavia alcuno sconto di pena.[5]

Tornato disponibile, ha collezionato 19 presenze in campionato con un gol, contribuendo alla salvezza dell'Atalanta. La società nerazzurra nell'estate 2007 rileva dalla Sampdoria l'intero cartellino del giocatore.

Palermo[modifica | modifica sorgente]

Il 25 giugno 2008 il Palermo acquista il giocatore a titolo definitivo, facendogli sottoscrivere un contratto quadriennale[6] da 500 000 euro.[7]

La sua prima stagione in Sicilia è di notevole importanza, tant'è che grazie alla sua potenza ma allo stesso tempo agilità, diventa ben presto un punto di riferimento per la squadra e un idolo per i tifosi.[8][9]

Il 23 aprile 2009 risulta positivo alla benzoilecgonina (metabolita della cocaina) dopo un controllo anti-doping successivo alla partita Palermo-Torino (1-0) del 5 aprile precedente,[10][11][12] primo caso riscontrato dal CONI con un test mirato, come da normativa entrata in vigore a gennaio 2009.[13] Per lui era il quarto controllo a cui veniva sottoposto.[14] Subito sospeso dall'attività agonistica, il 28 aprile fa le sue pubbliche scuse per ciò che è accaduto.[15]

La sua stagione termina quindi con 23 presenze e nessuna rete. Il 10 giugno il CONI lo ha deferito ed ha richiesto per lui due anni di squalifica più una pena accessoria di natura economica:[16] la società ha quindi stipulato con lui un contratto al minimo sindacale (50.000 € annuali) per tutelare i propri interessi.[17] Il 9 luglio la richiesta di squalifica è stata accolta.[18]

Essendo anche impossibilitato ad allenarsi con il resto della squadra, nel frattempo si è allenato sia in palestra che sul campo con il preparatore atletico e suo amico Angelo Pagliaccetti (ex calciatore di Serie B e C)[19] e ha lavorato per la squadra de "Quelli che il calcio e...".

A partire dal 7 aprile 2011, scontata la squalifica, si aggrega nuovamente alla squadra.[20] Per recuperare la forma fisica, il 16 aprile gioca con la formazione Primavera nell'incontro Palermo-Grosseto (2-1), giocato per intero.[21][22][23] Viene quindi portato in panchina in Palermo-Napoli (2-1) della 34ª giornata di campionato disputata il 23 aprile.[24] Fa il debutto stagionale con la prima squadra il 7 maggio, nella vittoria casalinga per 2-1 contro il Bari valida per la 36ª giornata di campionato, subentrando al 72' a Santiago García.[25] Il 29 maggio subentra al 24' all'infortunato Dorin Goian nella finale di Coppa Italia persa per 3-1 contro l'Inter.[26] Queste due partite citate saranno le sue uniche presenze in stagione. All'inizio della nuova stagione non viene convocato per il ritiro,[27] dunque rescinde il contratto con la società rosanero:[28][29] conclude così l'esperienza in Sicilia con 26 presenze totali.

Lecce[modifica | modifica sorgente]

Il 15 luglio 2011 passa al Lecce a paramentro zero,[29] con cui sottoscrive un contratto annuale con opzione sul secondo.[30] Il contratto prevede 150.000 euro di ingaggio fissi più 3.000 euro ad ogni presenza.[31]

Esordisce in maglia giallorossa il 21 agosto in Lecce-Crotone (0-2) del terzo turno di Coppa Italia, giocando titolare e uscendo dal campo per infortunio al 56', facendo posto a Davide Brivio;[32] il calciatore rimedia una distorsione al ginocchio sinistro[33] che il 26 agosto lo costringe ad operarsi per risolvere la lesione meniscale esterna complessa[34] restando lontano dai campi per due mese.[35]

Il 29 settembre 2011 viene squalificato per dieci giorni e multato di 1.500 euro per «violazione dell'obbligo di offrire adempimento alle prescrizioni contenute nel Lodo arbitrale del 16 ottobre 2007 [...]»[36][37] risalente ai tempi dell'Atalanta.[38]

Ritornato disponibile, debutta in campionato proprio nella partita contro la sua ex squadra, il Palermo, che il Lecce perde per 2-0 in trasferta nell'incontro valido per la nona giornata. In Roma-Lecce (2-1) del 20 novembre subisce una distorsione alla caviglia destra[39] che lo tiene fuori dai campi per un mese. Rientra fra i titolari del nuovo allenatore Serse Cosmi nella partita del 18 dicembre pareggiata per 3-3 in trasferta contro il Parma, chiudendo il discreto[40] campionato con 12 presenze e la retrocessione, rimanendo poi svincolato.

Varese, Giulianova e Bellante[modifica | modifica sorgente]

Il 14 agosto firma un contratto di un anno con opzione per il secondo con il Varese, squadra di Serie B.[41]

Dopo una stagione in Lombardia, il 2 settembre 2013, ultimo giorno di calciomercato, si accorda con il Giulianova, sua città natale, in cui aveva già giocato nel 2001.[42] Nella partita della seconda giornata di campionato contro l'Isernia rimedia un'espulsione al 47' del primo tempo che gli costa tre giornate di squalifica. Al rientro, il 6 ottobre 2013, esce per infortunio all'80' del derby contro il Celano. È quella la sua seconda e ultima partita col Giulianova, quindi rescinde il contratto.[43]

A febbraio 2014 firma un contratto con il Bellante, squadra militante in Terza Categoria abruzzese nonché del suo paese natìo.[44] In questa avventura è schierato da attaccante, e all'esordio contro il Bradi Tortoreto è autore di una doppietta nel 3-2 finale: segna il primo gol su colpo di testa e il secondo su calcio di rigore.[4]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 3 settembre 2013.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2000-gen. 2001 Italia Fidelis Andria C1 13 2 CI-C  ?  ? - - 13+ 2+
gen.-giu. 2001 Italia Giulianova C1 5 0 CI-C  ?  ? - - 5+ 0+
2001-gen. 2002 Italia Martina C2 4 0 CI-C  ?  ? - - 4+ 0+
gen.-giu. 2002 Italia Teramo C2 10 2 CI-C  ?  ? - - 10+ 2+
2002-2003 C1 29 3 CI-C  ?  ? - - 29+ 3+
Totale Teramo 39 5  ?  ? - - 39+ 5+
2003-2004 Italia Sampdoria A 25 0 CI 1 0 - - - - 26 0
2004-2005 A 3 0 CI 3 0 - - - - 6 0
Totale Sampdoria 28 0 4 0 - - 32 0
2005-2006 Italia Arezzo B 35 2 CI 2 0 - - - - 37 2
2006-2007 Italia Atalanta A 19 1 CI 2 0 - - - - 21 1
2007-2008 A 20 2 CI 1 0 - - - - 21 2
Totale Atalanta 39 3 3 0 - - 42 3
2008-2009 Italia Palermo A 23 0 CI 1 0 - - - - 24 0
2009-2010 A 0 0 CI 0 0 - - - - 0 0
2010-2011 A 1 0 CI 1 0 UEL[45] - - - - 2 0
Totale Palermo 24 0 2 0 - - 26 0
2011-2012 Italia Lecce A 12 0 CI 1 0 - - - - 13 0
2012-2013 Italia Varese B 14 0 CI 0 0 - - - - 14 0
2013-2014 Italia Giulianova D 2 0 CI-D 0 0 - - - - 2 0
Totale carriera 215 12 12+ 0+ - - 227+ 12+

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In Inghilterra vogliono Carrozzieri, lui intanto sogna l'azzurro Calcioblog.it
  2. ^ Moris Carrozzieri si presenta: "Io come punto di riferimento" Varesesport.com
  3. ^ Hobby e passioni fuori dal campo Migliaccio e Carrozzieri si raccontano Ilpalermocalcio.it
  4. ^ a b Carrozzieri in 3ª categoria si trasforma in centravanti ilcentro.gelocal.it
  5. ^ L'autogol di Carrozzieri: a un controllo mirato è positivo alla cocaina archiviostorico.corriere.it
  6. ^ Acquistato Carrozzieri dall'Atalanta, Ilpalermocalcio.it, 25-06-2008.
  7. ^ Il mal di pancia di Carrozzieri Lanternarosanero.org
  8. ^ Moris Carrozzieri e Davide Succi. La tempra del gladiatore e la tenacia dell'emergente Mediagol.it
  9. ^ "Il Carro", il guerriero dai piedi buoni amato dai tifosi Mediagol.it
  10. ^ ANTIDOPING: positivo il calciatore Moris Carrozzieri Coni.it
  11. ^ Comunicato U.S. Città di Palermo su Moris Carrozieri Ilpalermocalcio.it
  12. ^ Carrozzieri positivo alla cocaina, Gazzetta.it, 23-04-2009.
  13. ^ Carrozzieri trovato positivo Sportmediaset.it
  14. ^ Palermo: Moris Carrozzieri positivo alla cocaina Dottorsport.info
  15. ^ Dichiarazione di Moris Carrozzieri Ilpalermocalcio.it
  16. ^ ANTIDOPING: La Procura del CONI deferisce 4 atleti. Chiesti 2 anni per Carrozzieri (calcio) e Lissandrello (calcio a 5) Coni.it
  17. ^ Zamparini: Carrozzieri? Rescissione se... Stadionews.it
  18. ^ ANTIDOPING: Il TNA squalifica per 2 anni Carrozzieri (calcio) e per 16 mesi Lissandrello (calcio a 5) Coni.it
  19. ^ Il preparatore di Moris a Palermo24: "Non c'è momento in cui non parla del Palermo" Palermo24.net
  20. ^ Bentornato Moris Ilpalermocalcio.it
  21. ^ Primavera: Palermo-Grosseto 2-1 Ilpalermocalcio.it
  22. ^ "Ho dato il massimo" Ilpalermocalcio.it
  23. ^ Nadia La Malfa, Corriere dello Sport, 23 aprile 2011.
  24. ^ Palermo-Napoli 2-1 Ilpalermocalcio.it
  25. ^ Palermo-Bari 2-1 Ilpalermocalcio.it
  26. ^ Inter-Palermo 3-1 Ilpalermocalcio.it
  27. ^ Ritiro: convocati e amichevoli Ilpalermocalcio.it
  28. ^ Movimenti in uscita Ilpalermocalcio.it
  29. ^ a b Carrozzieri va al Lecce. A costo zero corrieredelmezzogiorno.corriere.it
  30. ^ Ufficiale acquisizione di Carrozzieri, Uslecce.it, 15 luglio 2011. URL consultato il 16 luglio 2011.
  31. ^ Lecce: gli stipendi Leccegiallorossa.net
  32. ^ Il tabellino di Lecce – Crotone = 0 - 2 Corrieresalentino.it
  33. ^ Carrozzieri e Ferrario saltano l'Inter Gazzetta.it
  34. ^ Operato al menisco Carrozzieri Uslecce.it
  35. ^ Lecce, Carrozzieri è stato operato al menisco Tuttopalermo.net
  36. ^ Disciplinare: per Carrozzieri 10 giorni di squalifica, ammenda per l'Atalanta Figc.it
  37. ^ Comunicato ufficiale N. 20/CDN Figc.it (PDF)
  38. ^ Lecce, Carrozzieri squalificato per dieci giorni Tuttopalermo.net
  39. ^ Lecce, Carrozzieri ai box Tuttopalermo.net
  40. ^ Lecce, Carrozzieri: "Miccoli caricherà il Palermo contro il Genoa" Tuttomercatoweb.com
  41. ^ Ufficiale: Carrozzieri è del Varese in http://www.varese1910.it, 14 agosto 2012. URL consultato il 15 agosto 2012.
  42. ^ Carrozzieri al Giulianova in Abruzzocalciodilettanti.it, 2 settembre 2013. URL consultato il 3 settembre 2013.
  43. ^ Carrozzieri ha rescisso il contratto. O no? Giulianovailbelvedere.it
  44. ^ Moris Carrozzieri torna a casa, il calciatore firma con il Bellante Teramonews.com
  45. ^ Escluso dalla lista UEFA.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]