Alba Adriatica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alba Adriatica
comune
Alba Adriatica – Stemma
Alba Adriatica – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Teramo-Stemma.png Teramo
Amministrazione
Sindaco Tonia Piccioni (lista civica Movimento per Alba) dal 27/05/2013
Territorio
Coordinate 42°50′00″N 13°55′00″E / 42.833333°N 13.916667°E42.833333; 13.916667 (Alba Adriatica)Coordinate: 42°50′00″N 13°55′00″E / 42.833333°N 13.916667°E42.833333; 13.916667 (Alba Adriatica)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 9,6 km²
Abitanti 11 565[1] (31.12.2011)
Densità 1 204,69 ab./km²
Frazioni Basciani, Casasanta, Villa Fiore
Comuni confinanti Colonnella, Corropoli, Martinsicuro, Tortoreto
Altre informazioni
Cod. postale 64011
Prefisso 0861
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 067001
Cod. catastale A125
Targa TE
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona C, 1 206 GG[2]
Nome abitanti albensi
Patrono sant'Eufemia
Giorno festivo 16 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Alba Adriatica
Posizione del comune di Alba Adriatica all'interno della provincia di Teramo
Posizione del comune di Alba Adriatica all'interno della provincia di Teramo
Sito istituzionale

Alba Adriatica è un comune italiano di 12.552 abitanti[3] della provincia di Teramo in Abruzzo. È una delle sette sorelle del litorale teramano. Insignita della Bandiera Blu d'Europa (riconoscimento per le località di mare più pulite) per ben 13 volte: nel 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2007, 2008, 2009, 2010 (poi sospesa[4][5]), 2011, 2012 e nel 2013. È soprannominata e conosciuta anche come la Spiaggia d'Argento per la bellezza del suo litorale; nella Guida Blu di Legambiente è segnalata con due vele[6]. Il 14 luglio 2006 ha festeggiato il suo primo cinquantenario come comune autonomo (precedentemente faceva parte del comune di Tortoreto).[7]

Alba Adriatica è reputata una delle più rinomate località balneari della costa abruzzese, con un ampio litorale sabbioso (lungo oltre 3 km) molto frequentato.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del nome

L'etimologia del nome di Alba Adriàtica è confrontabile con quello dell'antica Alba Fucens o Fucentia (costruita in origine dagli Equi, occupata poi dai Marsi ed infine colonia romana) dipendente dalla voce prelatina alba/alpa che significa 'altura;monte;pietra'.[8]

Fu unita per diversi decenni al comune di Tortoreto, di cui fu anche, con il nome di Tortoreto Stazione, sede comunale nel corso degli anni trenta e nei primi anni quaranta del novecento. Il 14 luglio 1956 – dopo un periodo di campagna elettorale molto acceso – il piccolo paese si staccò dall'originario, mutando il proprio nome in quello attuale di Alba Adriatica. Il suo stemma comunale ritrae infatti un sole che sorge sul mare. Da alcuni anni è ormai accertata la presenza di siti neolitici nella zona circostante, soprattutto nella zona meridionale più interna. Non si hanno riscontri archeologici o storici di rilevanza, poiché l'egemonia locale era prerogativa della vicina Castrum Novum romana (oggi Giulianova). Vestigia di notevole interesse è il Torrione, una delle torri costiere del Regno di Napoli (XVI secolo) posta di fronte al piccolo delta della Vibrata, il torrente che divide Alba Adriatica da Martinsicuro. Non rimangono molti resti del passato, se non la chiesa patronale di Sant'Eufemia, e le caratteristiche ville gentilizie settecentesche. Nell'estate 2006 si festeggia il cinquantenario della fondazione, con varie manifestazioni; in occasione dell'evento, viene pubblicato un libro curato da Pasquale Rasicci sulla storia locale. Nella notte tra il 6 e il 7 ottobre 2007 le città di Alba Adriatica e Tortoreto vengono colpite da un'alluvione causata da piogge torrenziali e aggravata dallo straripamento dell'invaso Fonte del Vascello, situato a Tortoreto Alto. Tracimazione che ha portato un'inondazione di fango e detriti sulle due cittadine costiere, provocando ingenti danni alla popolazione ed alle attività economiche; il Consiglio dei ministri ha dichiarato in questa occasione lo stato di calamità per le città colpite.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]


Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 la popolazione straniera residente ad Alba Adriatica risulta essere il 10,81% del totale[10]. La comunità più numerosa è quella cinese (3,24% del totale della popolazione residente); seguono, tra le più consistenti, quella albanese (1,76%), quella rumena (1,67%) e quella ucraina (0,52%)[11].

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Alba Adriatica è uno dei più frequentati centri turistici dell'Abruzzo e durante l'estate alla popolazione residente si aggiungono alcune decine di migliaia di turisti provenienti dall'Italia e dall'estero.

Il primo evento di rilevanza nazionale svoltosi sul suolo albense risale alla lontana estate del 1970 quando si svolse la prima edizione del Premio di scultura, pittura e grafica "Marino Mazzacurati", onorato dalla presenza di giurati del calibro di Renato Guttuso, Carlo Levi e Pier Paolo Pasolini. Nei decenni successivi si sono svolte numerose manifestazioni come mercatini dell'antiquariato, spettacoli di saltimbanchi, sfilate anche notevoli alle quali hanno partecipato in vesti di madrine personaggi televisivi come Marisa Laurito e Flavia Vento, spettacoli comici (Antonio Albanese, Serena Dandini, Paolo Rossi, Raul Cremona, Paolo Hendel, Dado, Beppe Braida), teatrini vari e circhi famosi come quello di Moira Orfei. Nella città si sono svolti anche concerti di cantanti famosi come Vasco Rossi (4 agosto 1989), Banco del Mutuo Soccorso, Gigi D'Alessio, 883, Marina Rei, 24 Grana, Giuliano Palma & the Bluebeaters, Après la Classe, Modena City Ramblers. Per due anni consecutivi, 2004 e 2005, Alba Adriatica è stata anche la sede della finale del concorso "Il più bello d'Italia". La città organizza la manifestazione culturale "Libri sotto l'ombrellone" negli chalet balneari con l'intervento di noti scrittori. Nel 2005 c'è stata fra gli altri Melissa P, e il 23 luglio 2006 è intervenuto Magdi Allam, che ha anche presentato il suo nuovo libro. Nell'inverno 2007 la cittadina ospita un incontro con il celebre giornalista Marco Travaglio e nell'estate 2011 con lo scrittore Valerio Massimo Manfredi.
L'11 ed il 12 giugno 2012 Piazza del Popolo è stata teatro delle registrazioni di ben dodici puntate del programma televisivo Veline, sul palco c'erano Matteo Troiano (meglio noto come Il Maestro Pavarotto), il Gabibbo e lo storico conduttore Ezio Greggio; le puntate sono state poi mandate in onda su Canale 5 (subito dopo il Tg5) nei mesi di giugno e agosto 2012.

La più celebre manifestazione di Alba è probabilmente il carnevale estivo, la prima edizione si svolse nel luglio 1993, dal 2001 si svolge annualmente nella prima metà di agosto; col passare degli anni l'evento ha acquisito una grande notorietà tanto da renderlo una delle manifestazioni più seguite a livello regionale e nazionale ed in grado di attirare migliaia di turisti.
Il carnevale albense è stato sempre caratterizzato dalla presenza di una madrina, fra le più note si ricordano Ela Weber, Miriana Trevisan e Cristina Del Basso (concorrente del GF 9 e del GF 12).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Oltre al turismo, fonte primaria di guadagno per l'economia locale, settori importanti sono l'edilizia, l'artigianato – nei comparti del tessile e abbigliamento –, il commercio e la pesca costiera.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La Ciclovia Adriatica nel tratto di Alba Adriatica (Teramo).

È attraversata da una pista ciclabile che corre parallelamente alla costa permettendo di pedalare senza soluzione di continuità per circa 25 km, da Martinsicuro a Roseto degli Abruzzi, grazie ai ponti in legno costruiti sul torrente Vibrata, sul Salinello e sul fiume Tordino. La ciclabile già realizzata fa parte del più ampio progetto della Ciclovia Adriatica, che prevede un percorso che colleghi Ravenna con Santa Maria di Leuca, in provincia di Lecce.

I collegamenti commerciali sono assicurati dalla stazione ferroviaria di Alba Adriatica-Nereto-Controguerra, dalla strada SS 16 Adriatica, dall'autostrada A14 – casello Val Vibrata – e dai vicini porti di San Benedetto del Tronto (AP) e Giulianova.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2007 2008 Salvatore Marino Commissario Prefettizio
2008 2013 Franchino Giovannelli lista civica "Alba Democratica" Sindaco
2013 in carica Tonia Piccioni lista civica "Movimento per Alba" Sindaco

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio locale, ASD Alba Adriatica Calcio, milita nel Campionato Regionale di Eccellenza. È una delle squadre più importanti del panorama dilettantistico abruzzese tanto che dall'introduzione dell'Eccellenza è seconda per numero di partecipazioni.
L'Alba sfiora l'accesso in Interregionale in diverse occasioni come con il 2º posto del 1985-86 (ad un solo punto dal Celano vincitore) e con il 3° del 1996-97 ma le più grandi beffe sono senz'altro lo spareggio perso contro il Bellante nel 1988-89 e l'arrivo in prima posizione a pari merito con Celano ed Ortona nel 1995-96 con l'Alba che però, a causa della classifica avulsa, venne esclusa dallo spareggio finale. Il periodo più cupo è senz'altro a cavallo degli anni duemila quando i rossoverdi sfiorano la doppia retrocessione dall'Eccellenza in Prima Categoria evitata solamente dalla vittoria ai play-out contro l'Amiternina, nel 2001-02 l'Alba grazie ad una grande rimonta nel girone di ritorno ha trionfato nella Promozione regionale Girone A sancendo così il proprio ritorno nella massima categoria dilettantistica.
Nell'ultimo decennio il rendimento della squadra rosso-verde è stato altalenante con tre salvezze conquistate nei play-out nel 2006 (ai danni dell'Ortona), 2008 (ai danni dell'Angizia Luco) e nel 2013 ai danni dello Sporting Ortona e della Santegidiese; al contrario nelle stagioni 2009-10 e 2010-11 l'Alba, grazie anche ai talenti del proprio settore giovanile ed alla gestione del tecnico Edmondo De Amicis, si classifica 5º e 3º in classifica e raggiunge per due anni consecutivi i play-off venendo però eliminata rispettivamente dal Mosciano (in finale regionale) e dal Francavilla (in semifinale regionale).

Cronistoria dell'Alba Adriatica
  • 1968 - Fondazione dell'A.S.D. Alba Adriatica Calcio
  • 1982-1983 - 5° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1983-1984 - 12° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1984-1985 - 11° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1985-1986 - 2° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1986-1987 - 6° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1987-1988 - 10° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1988-1989 - 2° in Promozione Abruzzo girone A, perde lo spareggio promozione contro il Bellante
  • 1989-1990 - 6° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1990-1991 - 13° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1991-1992 - 9° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1992-1993 - 8° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1993-1994 - 8° in Promozione Abruzzo girone A
  • 1994-1995 - 1° in Promozione Abruzzo girone A. Green Arrow Up.svg Promossa in Eccellenza
  • 1995-1996 - 3° in Eccellenza Abruzzo, eliminata dalla classifica avulsa sfavorevole contro Ortona e Celano
  • 1996-1997 - 3° in Eccellenza Abruzzo
  • 1997-1998 - 6° in Eccellenza Abruzzo
  • 1998-1999 - 15° in Eccellenza Abruzzo. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione
  • 1999-2000 - 12° in Promozione Abruzzo girone A, salva dopo i play-out contro l'Amiternum
  • 2000-2001 - 6° in Promozione Abruzzo girone A
  • 2001-2002 - 1° in Promozione Abruzzo girone A. Green Arrow Up.svg Promossa in Eccellenza
  • 2002-2003 - 8° in Eccellenza Abruzzo
  • 2003-2004 - 11° in Eccellenza Abruzzo
  • 2004-2005 - 4° in Eccellenza Abruzzo
  • 2005-2006 - 14° in Eccellenza Abruzzo, salva dopo i play-out contro l'Ortona
  • 2006-2007 - 14° in Eccellenza Abruzzo
  • 2007-2008 - 15° in Eccellenza Abruzzo, salva dopo i play-out contro l'Angizia Luco
  • 2008-2009 - 8° in Eccellenza Abruzzo
  • 2009-2010 - 5° in Eccellenza Abruzzo, eliminata nella finale dei play-off regionali dal Mosciano dopo aver battuto in semifinale il Montesilvano
  • 2010-2011 - 3° in Eccellenza Abruzzo, eliminata nella semifinale dei play-off regionali dal Francavilla
  • 2011-2012 - 6° in Eccellenza Abruzzo
  • 2012-2013 - 16° in Eccellenza Abruzzo, salva dopo i play-out contro Ortona e Santegidiese
  • 2013-2014 - 8° in Eccellenza Abruzzo

Altri sport[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973 Alba Adriatica è stata sede di arrivo della 9ª tappa del Giro d'Italia partita da Carpegna e vinta dal velocista belga Patrick Sercu. Il 9 luglio 2002 vi si è inoltre conclusa una tappa del Giro femminile, vinta da Regina Stryker.

Il 15 giugno 2011 Alba Adriatica è stata l'arrivo della cronometro (svoltasi quasi totalmente sulla pista ciclabile e valida come sesta tappa) del Girobio, vinta dal ceco Jakub Novak.

Il 9 giugno 2012 Alba ha ospitato l'arrivo di ben due tappe del Girobio; la prima, con partenza da Colonnella si è conclusa con una volata di gruppo che ha visto trionfare Marco Benfatto, nel pomeriggio è stata invece riproposta la cronometro svoltasi anche nell'edizione precedente del Giro, con partenza da Giulianova; a vincere è stato Andrea Dal Col, con il ceco Jakub Novak (vincitore nel 2011) che ha conquistato la maglia bianco-rosa di leader.

Vengono organizzati ogni anno tornei estivi in spiaggia di risonanza nazionale, quali beach volley, beach soccer ed il master finale del campionato italiano di beach rugby.

Il 29 maggio 2011 si è svolta la prima edizione della Gran Fondo "Costa dei Parchi" con partenza ed arrivo collocati sul lungomare di Alba Adriatica.

Di notevole importanza era anche l'Alba Adriatica Basket che vanta svariate partecipazioni nel campionato di serie C1, contornate da tre apparizioni consecutive nei play-off per l'accesso alla serie B2. Inoltre, il 28 dicembre 2007 la squadra si è guadagnata l'accesso alla finalissima di Coppa Italia di serie C1 disputata il 19 marzo 2008 al Palalido di Milano, dove è stata sconfitta dai bolognesi del Budrio per 72 a 64.
Dopo un settimo posto nel 2009 con conseguente eliminazione dal primo turno dei play-off dai marchigiani del Porto Sant'Elpidio, l'Alba Basket decide di ridimensionare i progetti cedendo i diritti di C1 all'Ascoli basket; la società comunque continua l'attività agonistica partecipando al campionato regionale di serie D ed a ben 4 campionati giovanili.

Inoltre Alba Adriatica ha dato i natali al pilota italo-venezuelano Ivan Palazzese, morto tragicamente il 28 maggio 1989 sul tracciato di Hockenheim, a cui la città ha dedicato un monumento sul lungomare cittadino.

Persone legate ad Alba Adriatica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Dato Istat all'1/1/2010.
  4. ^ Alba e Villa Rosa perdono la Bandiera blu, il Centro, 25 agosto 2010. URL consultato il 26 giugno 2010.
  5. ^ Cinzia Rosati, Bandiere Blu sospese ad Alba Adriatica e Martinsicuro, rivieraoggi.it, 26 agosto 2010. URL consultato il 26 giugno 2010.
  6. ^ http://www.legambiente.it/campagne/guidaBlu/elenco.php?punteggio=&prov=TE&reg=&ordina=loc&anno=2011&Submit=cerca [collegamento interrotto]
  7. ^ La grande arte per i 50 anni di Alba Adriatica, il Centro, 29 settembre 2006. URL consultato il 26 giugno 2013.
  8. ^ Nomi d'Italia. Origine e significato dei nomi geografici e di tutti i comuni, Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2009
  9. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ Dati Istat - Popolazione straniera residente per età e sesso al 1º gennaio 2008.
  11. ^ Dati Istat - Popolazione residente per sesso e cittadinanza al 31 dicembre 2007.
  12. ^ In consiglio il gemellaggio con Miranda - il Centro dal 2003.it » Ricerca

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Zenobi, Alba Adriatica, lo sviluppo del comune nel suo primo ventennio, 1956-1976, Chieti, M. Solfanelli, 1980;
  • Alba Adriatica, piccola città sul mare amarissimo, memorie albensi, anni trenta, a cura di renato Marchiano, Gaggiano sul Naviglio, Gaggianese, 1982;
  • Giuliano Rasicci, Tortoreto, Alba Adriatica, preistoria, storia, arte, Isola del Gran Sasso d'Italia, Eco, 1983;
  • Pasquale Rasicci, Da Tortoreto Stazione ad Alba Adriatica 30 anni dopo, Alba Adriatica, edito dalla cartolibreria Minerva, 1986;
  • Pasquale Rasicci, Alba Adriatica, i primi quarantanni, Alba Adriatica, Il mondo del libro, 1996;
  • Istituto geografico militare, Foglio n. 327 sez. 2: Alba Adriatica, Ripresa aerofotogrammetrica 1995, ricognizione 1996, Firenze, Istituto geografico militare, 2003;
  • Leo Adamoli, Il litorale di Alba Adriatica, evoluzione della linea di riva, processi erosivi e possibile strategia d'intervento, Teramo, Edizioni Ostenda, 2004;
  • Michele Ferrante, Alba Adriatica, aspetti del territorio, Tortoreto Lido, Top Italia, 2005;
  • Pasquale Rasicci, Alba Adriatica, i 50 anni, ieri-oggi 1956-2006, Colonnella, Grafiche Martintype, 2005;
  • Elena Zanoni, Alba Adriatica e la sua gente, un secolo di eventi e di ricordi, Roma, Pioda imaging, 2006;

Periodici[modifica | modifica wikitesto]

  • "Città informata, notiziario amministrativo municipale di Alba Adriatica", Comune di Alba Adriatica. A. I, (1997);

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]