Mil Mi-1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mil Mi-1
Mil Mi-1U
Mil Mi-1U
Descrizione
Tipo elicottero leggero utility
Costruttore URSS Russia OKB Mil Mi
Data primo volo 20 settembre 1948[1]
Data entrata in servizio 1950
Esemplari circa 1 800
Dimensioni e pesi
Tavole prospettiche
Lunghezza 12,09 m
Altezza 3,30 m
Diametro rotore 14,34 m
Superficie rotore 161,7
Peso a vuoto 1 700 kg
Peso max al decollo 2 330 kg
Capacità 2 Passeggeri
fino a 255 kg di carico
Propulsione
Motore 1 radiale Ivchenko AI-26V
Potenza 427 kW (580 shp)
Prestazioni
Velocità max 185 km/h
Velocità di crociera 145 km/h
Autonomia 430 km
Tangenza 3 500 m

[senza fonte]

voci di elicotteri presenti su Wikipedia
SM-1 versione prodotta in Polonia
Dettaglio dell'abitacolo e della strumentazione

Il Mil Mi-1 (nome in codice NATO Type-32 poi "Hare" - lepre, ma anche svanito, sventato) era un elicottero leggero utility sovietico a 3 o 4 posti prodotto dall'OKB Mil. Dotato di un motore radiale a sette cilindri Ivchenko AI-26V da 575 hp, entrò in servizio nel 1950 e venne presentato alla parata aerea presso l'aeroporto di Mosca-Tušino del 1951. È stato il primo elicottero sovietico ad essere prodotto in serie e in 16 anni ne sono stati costruiti circa 1 800 esemplari in URSS fino al 1955, anno in cui la produzione venne spostata in Polonia alla PZL di Swidnik dove venne chiamato SM-1 e costruito fino al 1965 in altri 1 700 esemplari.[2]

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

GM-1
Designazione originale dei prototipi del Mil Mi-1 motorizzati con un motore radiale AI-26GR da 500-550 hp (in seguito AI-26GRF).
Mi-1
Versione utility a tre posti (pilota più due passeggeri) con motore radiale AI-26GRF da 575 hp. Primo modello avviato in produzione.
Mi-1T
Versione utility a tre posti con motore radiale AI-26V.
Mi-1KR (TKR)
Elicottero leggero da ricognizione e collegamento del 1956, basato sul Mi-1T.[3]
Mi-1NKh
Versione utility a tre posti basato sul Mi-1T. basando su Mi-1T. Progettata per utilizzo agricolo, eliambulanza, trasporto passeggeri, posta aerea, trasporto (NKh - narodnoye khozyastvo - Economia Nazionale).
Mi-1A
Versione utility a tre posti del 1957 con affidabilità aumentata.
Mi-1AKR
Elicottero leggero da ricognizione e collegamento basato sull'Mi-1A.[4]
Mi-1U/TU/AU/MU
Varianti a doppio comando per addestramento (rispettivamente basate sui modelli Mi-1, T, A e M).
Mi-1M
Versione utility a quattro posti del 1957 con un pilota e tre passeggeri. Le modifiche visibili sono: tetto della cabina rialzato, forma del naso più affusolata finestrini inferiori orizzontali invece di obliqui.
Mi-1M Moskvich
Elicottero da trasporto civile per l'Aeroflot con cabina insonorizzata, controlli idraulici e rotore completamente metallico.
Mi-1MNKh
Versione utility a quattro posti basata sul Mi-1M. Progettata per utilizzo agricolo, eliambulanza, trasporto passeggeri, posta aerea, trasporto (NKh - narodnoye khozyastvo - Economia Nazionale).
Mi-1MG
Versione con galleggianti per impiego sulle baleniere del 1958 (2 esemplari prodotti).[3]
Mi-1MRK
Elicottero leggero di collegamento, basato sul Mi-1M (razvedyvatelno-korrektirovochnoi - ricognizione - osservazione del tiro di artiglieria).
SM-1
Versione di produzione polacca, motorizzata con motore radiale LiT-3.
SM-1/600
Versione 1957 di produzione polacca con affidabilità aumentata.
SM-1W
Versione di produzione polacca del Mi-1M(MNKh) del 1960.
SM-1WS
Versione eliambulanza.
SM-1WSZ
Versione a doppio comando da addestramento.
SM-1WZ
Versione per utilizzo agricolo.
SM-2
Versione di produzione polacca migliorata con carlinga allungata per ospitare un pilota e quattro passeggeri.
Mi-3
Versione migliorata con rotore principale a quattro pale. Designazione riutilizzata per varianti derivate dal Mi-2.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Operatori mondiali del Mi-1.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Airwar.ru - Ми-1
  2. ^ (EN) Greg Goebel, The Mil Mi-1 "Hare", Mi-2 "Hoplite", & Mi-4 "Hound", http://www.airvectors.net/. URL consultato il 09.10.2008.
  3. ^ a b Grzegorzewski, Jerzy: Śmigłowiec Mi-1, Typy Broni i Uzbrojenia nr.38, MON, Warsaw, 1975 e Mi-1M su Ugolok neba
  4. ^ Grzegorzewski, 1975 e Mi-1T su Ugolok neba
  5. ^ a b «Historical Listings», World Air Forces.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]