Luisa Francesca di Borbone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luisa Francesca di Borbone
Louise francoise bourbon.jpg
Légitimée de France
Principessa di Condé
Duchessa di Borbone
Nome completo Louise Françoise de Bourbon, Légitimée de France
Nascita Tournai, Francia, 1º giugno 1673
Morte Palazzo Borbone, Parigi, 16 giugno 1743
Luogo di sepoltura Carmel du faubourg Saint-Jacques, Parigi, Francia
Padre Luigi XIV di Francia
Madre Françoise-Athénaïs di Montespan
Consorte Luigi di Borbone

Luisa Francesca di Borbone, Légitimée de France (Tournai, 1º giugno 1673Parigi, 16 giugno 1743), era la maggiore tra le figlie di re Luigi XIV di Francia e la sua amante, Madame de Montespan. Si dice che il suo nome le provenisse da Louise de La Vallière[1], la donna che sua madre aveva rimpiazzato nel cuore del Re Sole, che fu tra l'altro sua madrina di battesimo. Come pure la sorella ed il fratello più giovani è tra gli antenati dell'attuale Casa d'Orléans.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Philippe Vignon (1638-1701) raffigurante Luisa Francesca (a sinistra) e la sorella Francesca Maria (a destra)

Luisa Francesca nacque il 1º giugno 1673 a Tournai, dove i suoi genitori si trovavano per un viaggio di ispezione militare; dopo essere ritornati da Tournai, essi diedero lei e i suoi fratelli e sorelle più grandi in affido ad una conoscente della madre, Françoise Scarron.

Il 19 dicembre 1673 il Re legittimò i figli naturali avuti dalla sua amante, attraverso un processo di legittimazione che venne riconosciuto attraverso delle lettere patenti del Parlamento di Parigi. All'epoca della legittimazione, il fratello maggiore, Luigi Augusto, ricevette il titolo di Duca del Maine; l'altro fratello, Luigi Cesare, venne creato Conte di Vexin, mentre Luisa Francesca ottenne il titolo di cortesia di Mademoiselle de Nantes. I suoi genitori si rivolgevano a lei chiamandola Poupotte.

L'anno seguente la sua nascita, nacque un'altra sorella di Luisa Francesca e quest'ultima raggiunse i fratelli più grandi nella loro residenza parigina; la futura Mademoiselle de Tours era nata al castello di Saint-Germain-en-Laye nel novembre 1674 e venne legittimata nel 1676 e nel tempo diventò una grande amica di Luisa Francesca. Quando, nel 1681, essa morì, Luisa Francesca ne soffrì profondamente.

Le due bambine erano state cresciute insieme in una casa privata in Rue de Vaugirard a Parigi, dove i figli illegittimi di Luigi XIV e di Madame de Montespan erano stati nascosti agli sguardi indiscreti dei cortigiani dei genitori. Luisa Francesca non riuscì mai ad entrare in intimità né con la sorellastra maggiore, Maria Anna, né con la sorellina Francesca Maria, perché erano tutte molto gelose l'una dell'altra. Luisa Francesca e Francesca Maria, in particolare, erano molto competitive, rammaricandosi per ogni innalzamento di rango o status sociale che interessava l'altra o i loro futuri figli.

Avendo ereditato la passione dei genitori per la musica e la danza, Luisa Francesca divenne una brava ballerina; dalla madre ebbe in dono anche lo spirito caustico e pungente, il famoso Mortemart esprit, che la rese popolare per alcuni e impopolare per altri. Il Duca di Saint Simon, in seguito, disse di lei:

« Il suo viso era formato dall'amore più tenero e la sua natura scherzava con esso. Possedeva l'arte di mettere ognuno a suo agio; non c'era nulla in lei che non fosse naturalmente teso a piacere, con una grazia imparagonabile, perfino nelle più piccole azioni. Faceva suoi schiavi anche chi aveva le maggiori ragioni per temerla, e coloro i quali avevano le migliori ragioni per odiarla dovevano spesso ricordarsi di dover resistere al suo fascino. Sportiva, gaia e allegra, passò la sua giovinezza tra la frivolezza e piaceri di ogni genere e, quando se ne presentava l'occasione, questi si estendevano fino alla dissolutezza.[2] »

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 maggio 1685, all'età di undici anni, Luisa Francesca venne data in moglie a Luigi, duca di Borbone, un lontano cugino sedicenne del padre; il marito era un figlio di Enrico Giulio, duca d'Enghien, figlio a sua volta del capo della Casa di Condé, ramo cadetto della Casa regnante di Borbone. Luigi XIV diede alla figlia una dote molto generosa, che ammontava ad un milione di livre.[1]

A corte, il marito di Luisa Francesca era conosciuto con il titolo di cortesia di Duca di Borbone, e veniva chiamato con l'appellativo di Monsieur le Duc, e di conseguenza sua moglie era Madame la Duchesse.[3]

Un po' di tempo dopo il matrimonio, nel 1686, mentre la corte risiedeva al castello di Fontainebleau, Luisa Francesca contrasse il vaiolo; mentre il marito diciassettenne non la aiutò in alcun modo a curarsi dalla mattia, la madre di lei ed il nonno di lui, il Luigi II, il Gran Condé, le furono molto vicini. Luisa Francesca, infine, si riprese, Luigi II morì per la malattia che contrasse prodigando le proprie attenzioni alla moglie del nipote.[1]

Figli[modifica | modifica wikitesto]

La coppia ebbe nove figli, e tutti sopravvissero fino all'età adulta.

Nome Ritratto Data di nascita e morte Note
Maria Gabriella Eleonora di Borbone
Badessa di Saint-Antoine-des-Champs
Marie-Éléonore Gabrielle de Bourbon Condé.JPG 22 dicembre 1690 -
30 agosto 1760
Nacque alla Reggia di Versailles; era mentalmente ritardata e divenne badessa di Saint-Antoine-des-Champs in giovane età; morì a Villejuif; in gioventù era conosciuta come Mademoiselle de Condé e de Bourbon.
Luigi Enrico Giuseppe di Borbone
Duca di Borbone
Principe di Condé
Louis IV Henri de Bourbon-Conde.jpg 18 agosto 1692 -
27 gennaio 1740
Nacque a Versailles e si sposò due volte; la prima volta con la cugina paterna Maria Anna di Borbone da cui non ebbe discendenza; in seconde nozze sposò la langravina Carolina d'Assia-Rotenburg da cui ebbe figli. Fu Primo Ministro di Francia durante il regno di Luigi XV, ma il Re lo mandò in esilio nel castello di Chantilly dove morì.
Luisa Elisabetta di Borbone
Principessa di Conti
Bourbon-Condé, Louise-Elisabeth.jpg 22 novembre 1693
27 maggio 1775
Nacque a Versailles; sposò il cugino paterno Luigi Armando II di Borbone-Conti. Fu la nonna materna di Luigi Filippo II d'Orléans. Morì a Parigi, avendo sopravvissuto a tutti i suoi fratelli e sorelle.
Luisa Anna di Borbone
Mademoiselle de Charolais
Charolais, Mlle de.jpg 23 giugno 1695 -
8 aprile 1758
Nacque a Versailles e non si sposò mai; ebbe una relazione con il Duca di Richelieu e fu la sua amante, come pure la cugina Carlotta Aglae d'Orléans. Non ebbe figli, anche se fu sospettata di aver avuto un figlio illegittimo, benché non esista alcuna prova. Possedeva l'Hôtel de Rothelin-Charolais, dove morì; durante la sua vita fu conosciuta come Mademoiselle de Sens ed in seguito Mademoiselle de Charolais.
Maria Anna di Borbone
Mademoiselle de Clermont
Marie Anne de Bourbon, Mlle de Clermont (1697-1741), Pierre Gobert.jpg 16 ottobre 1697 -
11 agosto 1741
Nacque a Parigi e si ritiene possa essere stata il frutto della relazione della madre con Francesco Luigi di Borbone-Conti. Sposò Louis de Melun, Duca di Joyeuse nel 1719, segretamente e contro il volere dei parenti; morì a Parigi dopo essere stata per anni al servizio della regina Maria Leszczyńska; in gioventù era conosciuta come Mademoiselle de Clermont.
Carlo di Borbone
Conte di Charolais
CharlesDeBourbon-CondeRigaud.jpg 19 giugno 1700 -
23 luglio 1760
Nacque a Chantilly ed era conosciuto come Conte di Charolais; alla sua morte il titolo passò alla sorella Luisa Anna; egli sposò segretamente Giovanna di Valois-Saint Remy, una discendente di Enrico II attraverso un ramo illegittimo; il loro figlio fu Louis-Thomas (1718-1799), che non venne legittimato dal re ed in seguito venne esiliato in Inghilterra; Carlo ebbe inoltre dei figli dalla relazione con Marguerite Caron de Rancurel; morì a Parigi.
Enrichetta Luisa Maria Francesca Gabriella di Borbone
Badessa di Beaumont-lès-Tours
Coat of arms of the Prince of Condé.png 15 gennaio 1703 -
19 settembre 1772
Nacque a Versailles e venne considerata come possibile moglie per Luigi XV, ma nonostante questo non si sposò mai; era conosciuta come Mademoiselle de Vermandois e divenne badessa di Beaumont-lès-Tours a partire dal 1728; morì a Beaumont.
Elisabetta Teresa Alessandrina di Borbone
Mademoiselle de Sens
Elisabeth-Alexandrine de Bourbon-Conde de Sens.jpg 15 settembre 1705 -
15 aprile 1765
Nacque a Parigi e venne conosciuta come Mademoiselle de Sens; le sue vaste ricchezze vennero ereditate dal nipote, Luigi-Giuseppe di Borbone-Condé, futuro Principe di Condé.
Luigi di Borbone
Conte di Clermont
François-Hubert Drouais, Louis de Bourbon-Condé, comte de Clermont (1771).jpg 15 giugno 1709-
16 giugno 1771
Nacque a Versailles ed alla nascita ricevette il titolo di Conte di Clermont; fu l'abate dell'Abbazia di Saint-Germain-des-Prés dal 1737; non si sposò mai e morì a Versailles; fondò l'Académie du Petit-Luxembourg, dove scienziati, artisti ed architetti si incontravano. Fu inoltre il quinto Gran Maestro della Grande Loggia di Fraccia, la suprema autorità massonica di Francia, che esistette dal 1728 circa fino alla sua riorganizzazione nel 1773.

Madame la Duchesse[modifica | modifica wikitesto]

Luisa Francesca in un ritratto in cui indica il busto di suo padre, re Luigi XIV di Francia

Dopo che la madre lasciò ufficialmente la corte nel 1691, Luisa Francesca si recava a visitarla nel convento delle Figlie di San Giuseppe, in rue Saint-Dominique, a Parigi,[4] dove la Marchesa di Montespan si era ritirata. Dal momento che esse si vedevano frequentemente, le due costruirono un rapporto più stretto di quello che avevano in passato e Luisa Francesca restò quindi molto afflitta per la morte della madre nel 1707. Luigi XIV di Francia impedì a qualunque cortigiano di vestire gli abiti da lutto, ma, in segno di rispetto, Luisa Francesca ed i suoi fratelli più giovani, Francesca Maria e Luigi Alessandro, non parteciparono ad alcun ricevimento a corte. D'altronde, il fratello maggiore, il Luigi Augusto, duca del Maine, riuscì a stento a contenere la propria gioia per aver ereditato la grande fortuna materna; ad esso andò infatti il castello di Clagny, benché esso lo utilizzò raramente.[1]

Nel 1692, la sorella più piccola, Francesca Maria, si sposò con il loro primo cugino, Filippo Carlo d'Orléans, l'unico figlio ed erede dello zio, Filippo d'Orléans. In quanto moglie di un petit-fils de France, Francesca Maria ebbe precedenza a corte rispetto a Luisa Francesca e alla sorellastra Maria Anna. Questa situazione fece arrabbiare notevolmente Luisa Francesca che divenne sempre più competitiva con la sorella di quanto non lo fosse stata in precedenza.[5]

Luisa Francesca era bella e vivace; attorno al 1695 ella iniziò una relazione amorosa con Francesco Luigi di Borbone, principe di Conti, cognato di sua sorella Maria Anna di Borbone. La moglie dell'amante era la pia e devota Maria Teresa di Borbone-Condé, la più vecchia tra i fratelli e sorelle sopravvissuti del marito di Luisa Francesca. Maria Anna di Borbone-Condé venne quindi sospettata di essere il frutto di questa relazione extraconiugale.[6]

Quando suo marito scoprì la relazione adulterina divenne furioso, ma non si lamentò direttamente con il Principe di Conti, temendo la reazione del suocero, re Luigi XIV. Il fratellastro maggiore di Luisa Francesca, il Gran Delfino, al quale ella era molto attaccata, permise alla coppia clandestina di incontrarsi nella sua residenza di campagna a Meudon, lontana dal marito di lei e dalla corte.

Alla morte del padre di suo marito, avvenuta il 1º aprile 1709, Luigi gli succedette nel titolo di Principe di Condé, ma egli stesso morì l'anno successivo, nel 1710; ancora prima che morisse egli era d'altronde stato colpito dalla pazzia introdotta nella Casata di Condé da una precedente principessa consorte di Condé, Claire-Clémence de Maillé-Brézé (1628-1694). Luisa Francesca assunse quindi il titolo di Madame la Principessa Madre di Condé.

Con la speranza di ingraziarsi i favori dell'erede al trono, Luisa Francesca era un membro assiduo della corte del suo fratellastro maggiore[5] al castello di Meudon; inaspettatamente il Delfino morì nel 1771, rovinando così i piani della sorella di creare una solida relazione con la corona. Senza considerare le speranze infrante, Luisa Francesca fu comunque molto dispiaciuta per la morte di Luigi. La morte rese il delfino Luigi, e sua moglie, Maria Adelaide di Savoia, i nuovi delfino e delfina di Francia. Maria Adelaide e Luisa Francesca divennero acerrime nemiche a causa della condiscendenza della prima nei confronti di dame di basso rango; la Duchessa d'Orléans e la Principessa Madre di Conti arrivarono anch'esse a disprezzare la nipote per il suo comportamento altezzoso.

Nei successivi due anni, nel 1712, Luigi e la giovane moglie morirono lasciando come unico erede di re Luigi XIV un bambino piccolo; nel 1715 il Re morì e venne succeduto dal cinquenne bisnipote, salito al trono come Luigi XV. Immediatamente ne nacque una controversia tra il fratello di Luisa Francesca, il Duca del Maine, ed il cognato, il Duca d'Orléans, su chi dei due dovesse essere dichiarato reggente per il giovane monarca. Dopo una fase deliberatoria di due settimane, il Parlamento di Parigi scelse come reggente Filippo II, duca d'Orléans; questo esacerbò la rivalità tra Luisa Francesca e la sorella, divenuta così la donna dal rango più alto di Francia.

Durante il periodo della Reggenza, Luisa Francesca si trovò a dover fare i conti con le frequenti scappatelle della seconda figlia Luisa Elisabetta, la Principessa di Conti, divenuta l'amante di Philippe Charles de La Fare; quando il marito scoprì la tresca amorosa si comportò in modo violento con la moglie. L'unico figlio dei Principi di Conti, Luigi Francesco, si ritiene fosse in realtà figlio naturale dell'amante della madre, La Fare. In seguito Luisa Elisabetta si rifugiò presso la madre al Palazzo Borbone per sfuggire alle violenze del marito geloso.

Durante gli anni 1720, Luisa Francesca divenne l'amante del Marchese di Lassay;[7] per rimanere più vicino a lei, egli costruì l'Hôtel de Lassay,[5] vicino al Palazzo Borbone, la residenza parigina dell'amata. In seguito venne costruita una galleria che collegava i due edifici, per poter avere un accesso migliore ai rispettivi palazzi.

Nel 1737 venne chiesto a Luisa Francesca di fare da madrina al battesimo di Luigi Ferdinando di Borbone-Francia, figlio maggiore di Luigi XV; il padrino del bimbo era il nipote di Luisa Francesca, il duca Luigi d'Orléans.

Palazzo Borbone[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sua lunga vedovanza, Luisa Francesca fece costruire il Palazzo Borbone a Parigi, non distante dalle residenza dei suoi fratelli e sorelle; i lavoro iniziarono nel 1722, quando lei aveva quarantanove anni.

La sorellastra maggiore Maria Anna di Borbone-Francia, principessa madre di Conti, viveva nellHôtel de Conti, di fronte al Louvre, sulla Quai de Conti; il fratello più grande, Duca del Maine, risiedeva nellHôtel du Maine accanto al Louvre, mentre la sorella Francesca Maria, duchessa d'Orléans, abitava il Palais-Royal, residenza parigina degli Orléans. Vicino a questo palazzo vi era l'Hôtel de Toulouse, residenza del Conte di Tolosa.

Il Palazzo Borbone venne edificato dopo un periodo in cui Luisa Francesca risiedette al Grande Trianon, che servì come fonte di ispirazione per i canoni architettonici della nuova costruzione. Attualmente esso è la sede dell'Assemblea Nazionale Francese.

Luisa Francesca morì in questo palazzo il 16 giugno 1743 all'età di settant'anni.

Fratelli e sorelle[modifica | modifica wikitesto]

Madame de Montespan con i figli

Luisa Francesca era la figlia naturale (poi legittimata) di due persone sposate; questa situazione famigliare la mise nella condizione di avere un grande numero di fratelli e sorelle, ma soprattutto di fratellastri e sorellastre.

Luisa crebbe assieme ai fratelli Luigi Augusto e Luigi Cesare. I bambini vennero affidati alle cure di Madame Scarron, futura Marchesa di Maintenon, e vivevano in una casa a Parigi dove Luigi XIV e la loro madre li visitavano il più spesso possibile.

Luisa Francesca ebbe quindi sei fratelli e sorelle germani, dei quali solo tre raggiunsero l'età adulta:

Fratellastri paterni legittimi[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi, delfino di Francia (1661-1711);
  • Anna Elisabetta (n. e m. 1662); si diceva fosse la Suora Nera di Moret, una suora di colore che affermava di essere la figlia del Re Sole, probabilmente convinta dalle storie che circolavano all'epoca circa il parto di una figlia di colore da parte della Regina;
  • Maria Anna (n. e m. 1664);
  • Maria Teresa, Madame Royale (1667-1672);
  • Filippo Carlo, duca d'Angiò (1668-1671);
  • Luigi Francesco, duca d'Angiò (1672).

Fratellastri paterni illegittimi[modifica | modifica wikitesto]

Fratellastri materni legittimi[modifica | modifica wikitesto]

  • Marie-Christine de Pardaillan de Gondrin (1663-1675); morì nubile e senza discendenza nel castello di Bonnefont,[8] la tenuta di famiglia dei Montespan nel Sud della Francia, dove il padre era stato esiliato;
  • Louis Antoine de Pardaillan de Gondrin, marchese d'Antin ed in seguito duca d'Antin (1665-1736).

Titoli nobiliari[modifica | modifica wikitesto]

Arms of Louise Françoise de Bourbon, Légitimée de France (known as the Duchess of Bourbon) as Princess of Condé.png
  • 19 dicembre 1673 – 25 maggio 1685: Sua Altezza[9] Luisa Francesca di Borbone, Legittima di Francia, Mademoiselle de Nantes
  • 25 maggio 1685 – 1 aprile 1709: Sua Altezza Serenissima la Duchessa di Borbone (Madame la duchesse de Bourbon)
    • Il titolo di Madame la Duchesse era utilizzato per indicare che il marito era l'erede del Primo Principe del Sangue. Quando il marito fosse succeduto ai titoli dei Condé sarebbe stato conosciuto con l'appellativo di Monsieur le Prince e Luisa Francesca come Madame la Princesse. Nel 1709, invece, il titolo andò al cognato, il Duca d'Orléans.
  • 1 aprile 1709 – 4 marzo 1710: Sua Altezza Serenissima la Principessa di Condé (Madame la princesse de Condé)
  • 4 marzo 1710 – 16 giugno 1743: Sua Altezza Serenissima la Principessa Madre di Condé (Madame la princesse de Condé Douairière)

Antenati[modifica | modifica wikitesto]

Luisa Francesca di Borbone-Francia Padre:
Luigi XIV di Francia
Nonno paterno:
Luigi XIII di Francia
Bisnonno paterno:
Enrico IV di Francia
Trisnonno paterno:
Antonio di Borbone-Vendôme
Trisnonna paterna:
Giovanna III di Navarra
Bisnonna paterna:
Maria de' Medici
Trisnonno paterno:
Francesco I de' Medici
Trisnonna paterna:
Giovanna d'Austria
Nonna paterna:
Anna d'Asburgo
Bisnonno paterno:
Filippo III di Spagna
Trisnonno paterno:
Filippo II di Spagna
Trisnonna paterna:
Anna d'Asburgo
Bisnonna paterna:
Margherita d'Austria-Stiria
Trisnonno paterno:
Carlo II d'Austria
Trisnonna paterna:
Maria Anna di Wittelsbach
Madre:
Françoise-Athénaïs di Montespan
Nonno materno:
Gabriel de Rochechouart-Mortemart
Bisnonno materno:
Gaspard de Rochechouart-Mortemart
Trisnonno materno:
René de Rochechouart-Mortemart
Trisnonna materna:
Jeanne de Saulx de Tavannes
Bisnonna materna:
Louise de Maure
Trisnonno materno:
Charles de Maure
Trisnonna materna:
Diane de Pérusse des Cars
Nonna materna:
Diana de Grandseigne
Bisnonno materno:
Jean de Grandseigne
Trisnonno materno:
Pierre de Grandseigne
Trisnonna materna:
Françoise Baillard
Bisnonna materna:
Catherine de La Béraudière
Trisnonno materno:
François de La Béraudière
Trisnonna materna:
Anne Adrienne Frotier

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Hilton, Lisa, Athénaïs: The Real Queen of France, Little, Brown and Company, London, 2002
  2. ^ History of the Love affairs of the Condé family
  3. ^ Fraser, Antonia (Lady), Love and Louis XIV, Nan A. Talese, 2006
  4. ^ Rue Saint-Dominique su paris-pittoresque.com
  5. ^ a b c Freeman-Mitford, Nancy, The Sun King, BCA, 1966
  6. ^ Marie-Anne de Bourbon-Condé (1697-1741) su enviedhistoire.canalblog.com
  7. ^ The love-affairs of the Condés (1530-1740)
  8. ^ Montespan:histoire su montespan31.blogspot.com
  9. ^ Spanheim, Ézéchiel, (traduzione francese di Émile Bourgeois) Relation de la Cour de France. le Temps retrouvé, Mercure de France, Parigi, 1973, pp. 100-105, 323-327

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Mademoiselle de Nantes Successore
Titolo inesistente 1673-1685 Titolo estinto


Predecessore:
Anna Enrichetta del Palatinato
Duchessa di Borbone
1685-1709
Successore:
Carlotta di Rohan
Principessa di Condé
1709-1743
Successore:
Maria Anna di Borbone-Conti


Controllo di autorità VIAF: 72474753