Gabriel de Rochechouart de Mortemart

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gabriel de Rochechouart de Mortemart
Gabriel in età avanzata
Gabriel in età avanzata
Duca di Mortemart
Nome completo Gabriel de Rochechouart de Mortemart
Nascita 1600
Morte Parigi, Francia, 26 dicembre 1675
Dinastia Casato di Rochechouart
Padre Gaspard de Rochechouart
Madre Louise de Maure
Consorte Diane de Grandseigne
Figli Gabrielle, Marchesa di Thianges
Louis Victor, Duca di Mortemart
Françoise, Marchesa di Montespan
Marie Christine de Rochechouart de Mortemart
Marie Madeleine, Badessa di Fontevraud

Gabriel de Rochechouart, duca di Mortemart (160026 dicembre 1675), fu un nobile francese e padre della Marquise de Montespan. Fu un amico del re francese Luigi XIII.

Attraverso Madame de Montespan, è un antenato di Philippe Égalité, Luigi Filippo di Francia, e del Principe Enrico, Conte di Paris, l'attuale pretendente Orleanista al trono francese. È anche un antenato di Juan Carlos I di Spagna, Alberto II, Re dei Belgi, Enrico, Granduca di Lussemburgo e Vittorio Emanuele di Savoia, il pretendente al trono italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gabriel de Rochechouart de Mortemart, era figlio di Gaspard de Rochechouart de Mortemart, Marchese di Mortemart, e di Louise de Maure, suo jure Contessa di Maure. Suo fratello minore, Louis de Rochechouart de Mortemart, morì senza figli nel 1669.

Trascorse una gran parte della sua infanzia con il futuro re di Francia Luigi XIII, fino all'assassinio del padre di quest'ultimo, Enrico IV, nel 1610. Nel 1630, fu nominato Primo Gentiluomo della Camera da Luigi XIII, che gli garantiva una pensione di 6000 livres. Mantenne anche la confidenza del potente Cardinale Richelieu e fu intimo della regina spagnola, Anna d'Austria.

Egli ed alcuni dei suoi discendenti coltivarono ciò che divenne noto come esprit Mortemart,[1] un particolare tipo di arguzia che consentiva cose impossibili da dire.

Era popolare alla corte reale, sebbene suo fratello Louis e suo cugino François de Rochechouart fossero stati banditi per il loro coinvolgimento nella giornata degli ingannati nel novembre 1630, quando i nemici del cardinale Richelieu credettero erroneamente di essere riusciti a convincere Luigi XIII a licenziare Richelieu dal potere.

Nel 1632, sposò Diane de Grandseigne (1615 – 11 February 1666), la figlia di Jean de Grandseigne, Marquis de Marsillac, e di Catherine de La Béraudière, dame de Villenon.

Un anno dopo il suo matrimonio, fu creato Cavaliere dello Spirito Santo.[2]

Durante la sua infanzia, fino a che successe a suo padre, era noto come il Marquis de Vivonne, un titolo sussidiario che fu innalzato a ducato nel 1668.

Quando suo padre morì nel 1643, prese il titolo di Marquis de Mortemart.

Il 23 dicembre 1663, Luigi XIV innalzo il marchesato di Mortemart, ad un ducato. Lo stesso giorno, Anne de Noailles diventò Duca di Noailles; le due famiglie si unirono nel 1723 quando il nipote di Gabriel, Luigi Alessandro di Borbone, Conte di Tolosa, il figlio di Madame de Montespan, sposò una nipote di Anne, Marie Victoire de Noailles.

Nel 1669, fu nominato Governatore di Parigi.

Gabriel de Rochechouart de Mortemart morì a Parigi il 26 dicembre 1675.

Titolo[modifica | modifica sorgente]

Pari di Francia, Principe di Tonnay-Charente, Visconte di Rochechouart (il titolo più antico di Francia, 980), Marchese di Montpipeau (concesso da Luigi XIII), Conte di Limoges (1661), Duca di Vivonne (1668). Signorie e parrocchie di Montrol, Nouic, Blond, Vaulry, Beuilaufa, Le Fraisse, Javerdat, Saint-Victurnien (Baronia), Oradour-sur-Glane (Châtellenie) insieme con le Baronie delle Châtellenies di Lussac, Verrières e Dienné.

Stemma[modifica | modifica sorgente]

Parti de trois et coupé de un, qui font huit quartiers: 1, de gueules au croissant de vair (Maure); 2, d'azur à trois fleurs de lys d;or au bâton de gueules (Bourbon); 3, de gueules a neuf mâcles d'or (Rohan); 4, burelé d'argent et d'azur à trois chevrons de gueules (La Rochefoucauld); 5, d'argent à la guivre d'azure engoulant un enfant au naturel (Milan); 6, de gueules aux chaînes posées en croix, sautoir et orle d'or (Navarre); 7, de gueules au pal de vair (des Cars); 8, d'hermine plain (Bretagne); sur le tout, fascé-ondé-enté d'argent et de gueules (Rochechouart).[3]

Figli[modifica | modifica sorgente]

Nome Immagine Nascita-Morte Note
Louis Victor de Rochechouart de Mortemart
Duca di Mortemart
Rochechouart-Vivonne.jpg 25 agosto 1636 - 15 dicembre 1688 Nato a Parigi, morì a Chaillot; si sposò ed ebbe 6 figli; gli attuali discendenti includono i Duca di Noailles
Gabrielle de Rochechouart de Mortemart
Marchesa di Thianges
Rochechouart-Mortemart.jpg 1634 - 12 settembre 1693 Sposò Claude Leonor Damas, Marchese di Thianges ed ebbe figli; sua figlia Diane Gabrielle Damas de Thianges sposò Filippo Giulio Mancini ed ebbe figli; attuali discendenti include il Principe di Monaco attraverso il Principe Pierre, Duca di Valentinois, un discendente anche della duchesse de Polignac
Françoise de Rochechouart de Mortemart
Marchesa di Montespan
Francois-Athenais de Rochechouart.jpg 5 ottobre 1641 – 27 maggio 1707 Nata allo Château de Lussac-les-Châteaux, sposò Louis Henri de Pardaillan de Gondrin ed ebbe figli; fu la maîtresse-en-titre di Re Luigi XIV da cui ebbe figli incluso il duc du Maine, Madame la Duchesse, la Duchessa d'Orléans ed il Conte di Tolosa
Marie Christine de Rochechouart de Mortemart
Rochechouart-Mortemart.jpg  ? Poco è noto di lei
Marie Madeleine Gabrielle Adélaïde de Rochechouart de Mortemart
Badessa di Fontevraud
Fontevraud l abbesse3.jpg 1645 - 15 agosto 1704 Nubile, seguì la vita religiosa e fu Badessa di Fontevraud; nota come Reine des abbesses

Titoli ed appellativi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Van Helden, D.G.H., 80 Esprits fins et esprits géométriques dans les portraits de Saint-Simon, Martinus Nijhoff, The Hague, Netherlands, 1975, pp. 42-71, ISBN 90-247-1726-4 (French)Esprits Fins Et Esprits Geometriques Dans Les Portraits De Saint-Simon - D. J. H. Van Elden - Google Livres
  2. ^ Ordine dello Spirito Santo#Composizione
  3. ^ Duché de Mortemart

Controllo di autorità VIAF: 49489464