Louis Henri de Pardaillan de Gondrin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louis Henri de Pardaillan de Gondrin
Ritratto di Louis-Henri di Nicolas de Largillière
Ritratto di Louis-Henri di Nicolas de Largillière
Marchese di Montespan
Nascita 1640
Morte 1 dicembre 1691
Padre Roger Hector de Pardaillan de Gondrin
Madre Marie-Christine Zamet
Consorte Françoise Athénaïs de Rochechouart de Mortemart
Figli Louis Antoine de Pardaillan de Gondrin
Religione Cattolicesimo

Louis Henri de Pardaillan de Gondrin, marchese di Montespan (16401 dicembre 1691), fu un nobiluomo francese. È più degno di nota in quanto marito di Madame de Montespan, amante di Luigi XIV.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Roger Hector de Pardaillan de Gondrin, marchese d'Antin e di Marie-Christine Zamet. Nel febbraio 1663 sposò Françoise Athénaïs de Rochechouart de Mortemart. Ebbero due figli :

Tuttavia, per Madamoiselle de Mortemart, un'alleanza con una famiglia completamente ignota alla nobiltà del sud-ovest della Francia, non era sufficiente ed il marito (sempre a corto di soldi) era sempre via per le sue funzioni giurisdizionali. Diventò, quindi maîtresse di Luigi XIV nel 1667. Quando Louis Henri lo scoprì, invece di accettare come era solito ai mariti cornuti dell'epoca (soprattutto quando era il re che rendeva la cornificazione), sollevò uno scandalo a corte, sfidò il re un giorno a Saint-Germain-en-Laye e decorò la sua carrozza con palchi (simili a corni, questi erano i simboli tradizionali del marito tradito). Fu subito rinchiuso nella For-l'Évêque, e poi esiliato nelle sue terre. Ciò non impedì la sua agitazione, e non solo veniva a Parigi, quasi ogni anno tra il 1670 e il 1686, ma comandò anche una messa da Requiem annua da cantare per sua moglie durante la sua vita.

Nella letteratura[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Jean Teulé, Le Montespan, Julliard, 2008, Grand Prix du roman historique

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 81694695