Pierre de Polignac

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principe Pierre di Monaco
Principe Pierre di Monaco, Duca di Valentinois
Principe Pierre di Monaco, Duca di Valentinois
Duca di Valentinois
Stemma
Predecessore Alice Heine
Successore Grace Kelly
Nome completo in francese: Conte Pierre Marie Xavier Raphael Antoine Melchior de Polignac
Trattamento S.A.S Il Duca di Valentinois
Conte Pierre de Polignac
Nascita Château de Kerscamp, Morbihan, Francia, 24 ottobre 1895
Morte Ospedale Americano di Parigi, Francia, 10 novembre 1964
Luogo di sepoltura Cappella della Pace, Monaco
Dinastia Polignac
Grimaldi
Padre Conte Maxence de Polignac
Madre Susana de la Torre y Mier
Consorte Principessa Charlotte, Duchessa di Valentinois
Figli Principessa Antonietta, Baronessa de Massy
Ranieri III di Monaco

Principe Pierre du Monaco, Duca di Valentinois (Hennebont, 24 ottobre 1895Parigi, 10 novembre 1964), era il padre di Ranieri III di Monaco, e quindi il nonno paterno di Alberto II di Monaco. È stato un promotore di arte, musica e letteratura a Monaco e ha lavorato come capo della delegazione del paese alle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) e al Comitato Olimpico Internazionale[1].

Nascita e famiglia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Château de Kerscamp, Hennebont, Morbihan, Francia, come Conte Pierre Marie Xavier Raphael Antoine Melchior de Polignac, era il quarto figlio maschio e figlio minore del Conte Maxence Melchior Edouard Marie Louis de Polignac (Château de Kerscamp 13 dicembre 1857 - Château de Kerscamp 28 novembre 1936) e della moglie messicana[2] Susana Mariana Estefanía Francisca de Paula del Corazón de la Torre y Mier (Messico, 2 settembre 1858 - Talence, Francia 15 agosto 1913).[3] Sua madre, nota come Suzanne, era un membro della Nobiltà messicana.

I suoi sette fratelli furono:[4]

  • Joséphine de Polignac (1882–1976), sposò Amaury de Jacquelot, Comte du Boisrouvray, ed ufficiale di cavalleria.[5]
  • Marie Louise de Polignac (1884–1944), sposò il Generale Eon Le Gouvello du Timat
  • Raymonde de Polignac (nata nel 1885)
  • Conte Xavier de Polignac (1886–1961), sposò in prime nozze, sua cugina di primo grado Maria de la Torre y Formento; ed in seconde May Goowen
  • Anne de Polignac (1889–1970), diventò Sorella Marie de St. Louis Bertrand del Convento delle Ausiliatrici delle anime del Purgatorio a New York[4]
  • Conte Maxence de Polignac (1892–1963), sposò Laura de la Torre y Formento, sua cugina di primo grado [1]
  • Conte Bertrand de Polignac (1893–1910)

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Sposò civilmente il 19 marzo e religiosamente il 20 marzo 1920 a Monaco, la Principessa Charlotte di Monaco (née Charlotte Louise Juliette Louvet), la figlia illegittima ma adottiva di Luigi II di Monaco e Marie-Juliette Louvet.[6] Pierre de Polignac, membro di un ramo cadetto di una delle più rinomate famiglie ducali di Francia (nobile almeno dal XII secolo, duca nel 1780, pari nel 1817)[7] ed un discendente della favorita di Maria Antonietta, Yolande de Polatron, duchesse de Polignace), cambiò il suo cognome e stemma con quello dei Grimaldi con ordinanza monegasca emessa il 18 marzo 1920, il giorno prima del suo matrimonio.[6] Era diventato un soggetto del Principe Sovrano di Monaco, anche da ordinanza monegasca, del 29 febbraio 1920.[6] Dalla data del matrimonio religioso la corte di Monaco si riferiva a lui, jure uxoris, come Duca di Valentinois. Quel titolo era stato conferito a sua moglie erede presuntiva il 20 maggio 1919.[6] Il suo cognome e stemma furono modificati da ordinanza monegasco poco dopo divenne cittadino monegasco (per assicurare che la sua prole dinastica avrebbe portato il cognome Grimaldi in conformità con l'articolo I di Monaco della legge di successione dinastica),[8] Pierre rimase in successione al titolo francese di duca Polignac, come fanno i suoi legittimi discendenti in linea maschile.

Lui e sua moglie ebbero due figli:[6]

Morte[modifica | modifica sorgente]

Il Principe Pierre di Monaco morì il 10 novembre 1964, di cancro, all'Ospedale Americano a Neuilly-sur-Seine, Parigi, Francia.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La rivista Life nel 1947 descrisse il Principe Pierre come "un galante esile e grazioso che indossa il suo cappotto sulle sue spalle. i suoi modi sono squisiti; la sua voce così coltivata da essere praticamente impercettibile".

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze monegasche [9][modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Dinastico di San Carlo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Dinastico di San Carlo

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
— 3 novembre 1959[10]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b "Prince Pierre, 69, of Monaco is Dead", The New York Times, 11 November 1964.
  2. ^ http://www.wargs.com/essays/lesbian.html Don Ricardo Ortega y Perez-Gallardo, Historia Genealógica de las Familias más Antiguas de México, Tercera edición, [México: Carranza, 1910]
  3. ^ Il nome completo di sua madre è citato in Revue des questions héraldiques, archéologiques et historiques (Conseil héraldique de France, 1905), page 48
  4. ^ a b "Maxence de Polignac Dies in His Château", The New York Times, 1 December 1936
  5. ^ Individual Record
  6. ^ a b c d e Velde, Francois. The Succession Crisis of 1918. Heraldica.org. Retrieved 19 June 2010.
  7. ^ Almanacco di Gotha 1944. Polignac: maison de Chalençon. Justus Perthes, 1944, pp. 84, 508.
  8. ^ Velde, Francois. Monaco: House Laws. Heraldica.org. Retrieved 19 June 2010
  9. ^ Ordine di San Carlo
  10. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 69195158 LCCN: nr97037117

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie