Ladislao IV d'Ungheria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ladislao IV

Ladislao IV, detto il Cumano (126210 luglio 1290), fu re d'Ungheria dal 1272 al 1290.

Figlio di Stefano V d'Ungheria e della principessa cumana, Elisabetta, succedette al padre nel 1272 al comando di un regno assediato dai conflitti con i suoi amici cumani.

All'età di 10 anni sposò la principessa Elisabetta (o Isabella) d'Angiò (1261-ca. 1300).

Quando salì al trono trovò un paese diviso e assediato dai nemici (Venezia, Mongoli, Impero tedesco). Durante la minore età (fino al 1277) il suo regno, assediato dalle agitazioni civili e da intrighi di palazzo, fu gestito dalla madre Elisabetta.

Nel 1278 sostenne il re tedesco Rodolfo I d'Absburgo, contro Ottocaro II di Boemia, sconfiggendo Ottocaro con un forte esercito nella battaglia di Marchfeld.

La sua politica ebbe come finalità il rafforzamento dell'autorità regia, contro l'anarchia nobiliare. Lavorò molto per avere al suo servizio i Cumani, da poco giunti nel suo regno in fuga dall'avanzata mongola. Essendo però i Cumani ancora in gran parte di religione tradizionale animista - sciamanica e musulmana, questa politica non tardò a creare grossi problemi a Ladislao (che si era preso anche un amante cumana).

Furono soprattutto alcuni ambienti della Chiesa cattolica - che dal Concilio Laterano del 1213-1215 aveva accresciuto il centralismo romano e inasprito la lotta alle eresie e alle diversità culturali (ebrei, musulmani) - a mettere i bastoni tra le ruote a Ladislao. Nonostante i suoi successi, Ladislao dovette più volte cambiar politica.

Nel 1282 Ladislao fu costretto a condurre operazioni militari contro i Cumani. Questa politica anticumana durò però poco e alla Chiesa cattolica romana non rimase che dichiarare guerra a Ladislao, colpevole ai suoi occhi di proteggere eretici e infedeli.

Fu così che nel 1288 papa Niccolò IV arrivò ad organizzare una vera e propria crociata contro Ladislao. La crociata si trasformò in una guerra civile, durante la quale Ladislao finì assassinato.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Nicola Asztalos, Alessandro Pethö, Storia dell'Ungheria, Milano, Genio, 1937

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore re d'Ungheria Successore Coat of arms of Hungary.png
Stefano V 1272 - 1290 Andrea III
Predecessore re di Croazia, Dalmazia e Slavonia Successore
Stefano VI 1272 - 1290 Andrea II

Controllo di autorità VIAF: 4492357 LCCN: no91000311

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie