Killing Joke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Killing Joke (disambigua).
Killing Joke
Fotografia di Killing Joke
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Post-punk[1]
New wave[1]
Gothic rock
Industrial
Dance rock[1]
Alternative rock[1]
Periodo di attività 1979 – in attività
Etichetta Candlelight Records
Album pubblicati 35
Studio 14 + 5 EP
Live 7
Raccolte 14
Opere audiovisive 4

I Killing Joke sono un gruppo musicale di Londra, attivo a partire dal 1979. I membri fondatori Jaz Coleman (voce, tastiere) e Geordie Walker (chitarra, basso, batteria) sono rimasti i componenti principali del gruppo nonostante i costanti cambiamenti di formazione.

La band è conosciuta per uno stile musicale che unisce l'heavy metal e il post-punk a ritmi sintetici, danzabili e tribali, una potente miscela che ha gettato le basi per la musica industrial.[2][3] La voce del cantante Coleman è talvolta in stile parlato, in growl o dal timbro emozionale e melodico. Il chitarrista Walker non esegue mai assoli, anche se egli stesso dichiara tra le proprie influenze Edward Van Halen e Jimmy Page.

I Killing Joke hanno influenzato molte band in tempi successivi come Nirvana, Ministry, Nine Inch Nails, Napalm Death, Big Black, Tool, Prong, Metallica, Primus, Jane's Addiction, Soundgarden, Faith No More, Korn e Helmet.[4][5]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo, formato da Jaz Coleman alle tastiere e alla voce, "Geordie" Walker alla chitarra, Youth al basso, Paul Ferguson alla batteria, rientra nella categoria dei gruppi new wave: accomunabili a formazioni coeve come Joy Division, Bauhaus, Ultravox e P.I.L. nella disgregazione del rock classico e nella sua ibridazione con generi musicali contigui come il reggae e l'elettronica, vi infondono di loro un nichilismo dissonante e brutale, non privo di ironia.

La prima pubblicazione del gruppo è il 45 giri Are You Receiving?, del 1979, ancora impostato su canoni prettamente punk. Nell'agosto del 1980 esce il primo long playing, l'omonimo Killing Joke: riconosciuto capolavoro della new wave, il disco fonde rabbia, disperazione e crudeltà in uno stile musicale feroce e travolgente, che influenzerà gli adepti del rock a venire (grunge, nu metal) e quelli della dance più convulsa del futuro (sinth-funk e crossover in generale). I successivi What's THIS For...! e Revelations (prodotto da Conny Plank) propendono per il lato più rock della miscela sonora (tranne il successo da discoteca Follow the Leaders).

Nel 1983 viene pubblicato Fire Dances, seguito due anni dopo da Night Time, trascinato dal pezzo Love Like Blood, un vero e proprio inno dark. Per il brano viene realizzato un clip da Peter Care e l'album raggiunge l'undicesima posizione nella classifica inglese.

Nel 1986 esce Brighter than a Thousand Suns e l'anno dopo i Metallica inseriscono nel loro EP The $5.98 E.P.: Garage Days Re-Revisited una cover di The Wait, dal disco d'esordio.

Nel 1988 è la volta di Outside the Gate. Album che inizialmente doveva uscire come album solista di Jaz Coleman, ma che la casa discografica impose che uscisse a nome della band. Il disco ha un tono più elettronico dei precedenti come ben dimostra il primo singolo, America, il cui video viene realizzato da Ralph Ziman. L'album non oltrepassa la 92ma posizione e l'aria di scioglimento si fa sempre più realistica.

Nel 1990 il gruppo torna ai vecchi fasti con Extremities, Dirt & Various Repressed Emotions, con l'ex Public Image Ltd. Martin Atkins alla batteria. Quattro anni dopo il gruppo fa uscire Pandemonium, fino al 1996, anno di Democracy.

28 luglio 2003: Il ritorno dei Killing Joke con un album omonimo, con Dave Grohl alla batteria

Il 3 aprile 2006 viene pubblicato il dodicesimo album del gruppo, Hosannas from the Basements of Hell.[6]

il 20 ottobre 2007 durante la lavorazione dell'album Weird Machine dei Treponem Pal a causa di un attacco di cuore muore a Ginevra il bassista Paul Raven.

Il 2008 è l'anno della reunion della formazione originale, che vede la band impegnata in un tour mondiale con due date anche in Italia a Milano.

Il 27 settembre 2010 è uscito il nuovo album Absolute Dissent che vede di nuovo insieme in studio la formazione originale. L'album uscirà anche in una versione deluxe dove il secondo cd sarà composto interamente di cover e remixes, tra cui Metallica, Helmet, Nine Inch Nails.

Il riff di chitarra di Eighties è stato usato dai Nirvana su Come As You Are come omaggio alla band, Dave Grohl ha anche fatto una cover di Requiem con i Foo Fighters.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia dei Killing Joke.

Album registrati in studio[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) John Dougan, Killing Joke in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  2. ^ Killing Joke - biografia, recensioni, discografia, foto :: OndaRock
  3. ^ The History of Rock Music. Killing Joke: biography, discography, reviews, links
  4. ^ (EN) Kashmir in Sounds, 13 maggio 1989.
  5. ^ (EN) Haughty Culture in Kerrang!, 8 aprile 1989.
  6. ^ (EN) David Jeffries, Hosannas from the Basements of Hell in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 19 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock