Girls (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Girls
Girls serie TV.JPG
Titolo originale Girls
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2012 - in produzione
Formato serie TV
Genere commedia, drammatico
Stagioni 3
Episodi 32
Durata 30 minuti (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio sonoro
Crediti
Ideatore Lena Dunham
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivo Lena Dunham, Judd Apatow, Jenni Konner, Bruce Eric Kaplan (co-produttore esecutivo) Ilene S. Landress (co-produttore esecutivo)
Casa di produzione Apatow Productions
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 15 aprile 2012
Al in corso
Rete televisiva HBO
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 10 ottobre 2012
Al in corso
Rete televisiva MTV
Premi

Girls è una serie televisiva statunitense in onda sul canale via cavo HBO dal 15 aprile 2012.

La serie è creata, interpretata e prodotta da Lena Dunham. Tra i produttori esecutivi figura Judd Apatow. La prima stagione è stata premiata con il Golden Globe per la miglior serie commedia o musicale.[1] La HBO ha rinnovato la serie per una quarta stagione che verrà trasmessa nel 2015.[2]

I diritti per la messa in onda in Italia sono stati ottenuti da MTV, che ha trasmesso la prima stagione dal 10 ottobre 2012[3] e la seconda dal 13 febbraio 2013.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie segue le vicende di quattro amiche, poco più che ventenni, che stanno cercando di costruirsi una vita dopo essersi trasferite a New York.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Hannah Horvath, interpretata da Lena Dunham, doppiata da Letizia Ciampa.
    È un'aspirante scrittrice originaria del Michigan, dopo aver frequentato l'Oberlin College si trasferisce a New York dove divide un appartamento con la sua migliore amica Marnie. Si trova in difficoltà economiche dopo che i suoi genitori decidono di non darle più soldi. Ha un'originale relazione sentimentale con Adam. Scopre che il suo precedente ragazzo Elijah in realtà è gay. Dopo alcune sfortunate esperienze lavorative trova un posto nella caffetteria dell'amico Ray. Hannah sembra avere paura quando nel rapporto con Adam si prospetta un grande salto, infatti dopo aver litigato con Marnie è alla ricerca di una persona con la quale dividere le spese, Adam le propone di vivere insieme ma lei si accorda anche con Elijah come nuovo coinquilino. Dopo aver lasciato Adam ha una breve relazione con Sandy, un ragazzo repubblicano e questa è una delle cause che portano Hannah a lasciarlo. Le viene dato l'incarico di scrivere un eBook in un mese, ma non riuscirà a portarlo a termine, la pressione e lo stress riportano alla luce un disturbo ossessivo-compulsivo che aveva già ai tempi delle scuole superiori. Dopo essere tornata insieme ad Adam comincia a superare i suoi problemi psichiatrici, la pubblicazione del suo eBook si blocca dopo che David, il suo editore, muore. Viene assunta da GQ per scrivere articoli promozionali, ma dopo qualche tempo si licenzia perché teme che così non riuscirà a diventare una scrittrice. Viene accettata al prestigioso corso di specializzazione di scrittura creativa all'Università dell'Iowa.
  • Marnie Michaels, interpretata da Allison Williams, doppiata da Valentina Favazza.
    Conosce Hannah dai tempi del college. Lavora come assistente in una galleria d'arte. È fidanzata con Charlie ma non sembra esserne molto entusiasta, dopo essersi lasciati Marnie cerca di rimettersi con lui, una volta che ciò accade la ragazza però gli confessa di non voler stare con lui dimostrando di non avere le idee molto chiare sulla loro relazione. Rimane molto scossa quando scopre che Charlie ha trovato una nuova ragazza dopo poco tempo. A seguito di una velenosa lite con Hannah lascia l'appartamento e si trasferisce momentaneamente da Shoshanna. Dopo aver perso il lavoro alla galleria d'arte viene assunta come hostess in club per uomini, qui una sera reincontra Booth Jonathan, un artista concettuale per il quale Marnie ha da sempre un'infatuazione, e in seguito hanno un rapporto sessuale. Booth considera Marnie come un'accompagnatrice e non come la sua ragazza, questa scoperta sconvolge Marnie. Viene incoraggiata da Ray a seguire il suo sogno di diventare una cantante. Dopo aver appreso che Charlie ha avuto successo si rimette insieme a lui. Qualche tempo dopo Charlie la lascia, inizia lavorare nel locale di Ray, con il quale ha una relazione, ma poi si licenzia. Diventa l'assistente di una sua amica che ha aperto una galleria d'arte.
  • Jessa Johansson, interpretata da Jemima Kirke, doppiata da Eva Padoan.
    Lascia l'Oberlin College dopo averlo frequentato per 7 mesi a causa di una dipendenza da eroina. Dopo aver viaggiato molto torna a New York e si stabilisce nell'appartamento della cugina Shoshanna. Trova lavoro come baby-sitter occupandosi delle due bambine di Katherine e Jeff. Si sposa con Thomas-John in una cerimonia a sorpresa dopo averlo conosciuto poche settimane prima, dopo una cena i suoi genitori i due hanno una discussione e si lasciano. Si fa ricovera in un centro di disintossicazione ma si fa cacciare. Inizia a lavorare in un negozio di vestiti per bambini, ma dopo aver incontrato Jasper, un uomo conosciuto al centro, torna a fare uso di droga. Aiuta un'anziana fotografa disabile a praticare l'eutanasia, la quale però in punto di morte cambia idea.
  • Shoshanna Shapiro, interpretata da Zosia Mamet, doppiata da Erica Necci.
    È una ragazza molto candida e gentile, ospita nel suo appartamento la cugina Jessa. Frequenta l'Università di New York ed è una fan di Sex and the City. Confessa alle amiche di essere ancora vergine, in seguito avrà il suo primo rapporto sessuale completo con Ray. La loro relazione termina quando emergono le loro diversità di età, ambizione e interessi. In seguito ha rapporti occasionali con diversi ragazzi. Non riesce a laurearsi nei tempi che aveva prestabilito a causa di 3 crediti.
  • Adam Sackler, interpretato da Adam Driver, doppiato da Andrea Mete.
    È il ragazzo di Hannah, fa il falegname e il suo appartamento è anche il laboratorio. In passato ha avuto dei problemi di alcolismo. Inizialmente la loro relazione sembra essere caratterizzata solamente dal sesso, col passare del tempo diventa più profondo. Il loro rapporto s'incrina quando lui le confessa di amarla ma lei non risponde. Non riesce ad accettare la rottura con Hannah, una sera va a casa sua ma lei chiama la polizia, Adam viene arrestato per dei piccoli reati pregressi e passa una notte in prigione. Ha una breve relazione con Natalia. Dopo essere tornato con Hannah comincia a cercare di diventare un attore, fa alcune audizioni e poi ottiene una parte in un musical di Broadway, questa nuova carriera complica la relazione con Hannah.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Charlie Dattolo, interpretato da Christopher Abbott, doppiato da Alessio De Filippis.
    È il premuroso fidanzato di Marnie, stanno insieme dai tempi del college, dove si sono conosciuti ad una festa. Si lasciano quando, leggendo per caso il diario di Hannah, scopre le perplessità che l'amica ha scritto sulla loro relazione. Poco dopo la rottura conosce la sua nuova ragazza Audrey che in seguito lo lascia perché gelosa di Marnie. Insieme a Ray forma la band Questionable Goods. In seguito crea una startup per lo sviluppo di una app per smartphone, Forbid, che ha immediato successo facendogli guadagnare molti soldi. Dopo aver lasciato Marnie la sua società fallisce e va a lavorare in un negozio di scarpe.
  • Ray Ploshansky, interpretato da Alex Karpovsky, doppiato da Gianfranco Miranda.
    È un amico di Charlie, con il quale forma i Questionable Goods, e gestisce una caffetteria, dove poi assumerà Hannah. Durante una folle festa si prende cura di Shoshanna sotto l'effetto di crack, la quale, tempo dopo, perderà la verginità con lui. Durante la relazione con Shoshanna si trasferisce nel suo appartamento, la ragazza lo sprona a crescere ed a diventare un imprenditore. Il suo capo gli affida la direzione di un nuovo locale in apertura.
  • Elijah Krantz, interpretato da Andrew Rannells, doppiato da Flavio Aquilone.
    È l'ex-ragazzo di Hannah dei tempi del college, scopre di essere gay durante la relazione con lei. Diventa coinquilino di Hannah ma dopo aver fatto sesso con Marnie viene lasciato dal suo compagno e abbandona l'appartamento.
  • Loreen e Tad Horvath, interpretati da Becky Ann Baker e Peter Scolari, doppiati rispettivamente da Stefanella Marrama e Mario Cordova.
    Sono i genitori di Hannah e vivono a East Lansing nel Michigan dove svolgono l'attività di professori. All'inizio della serie (seppur con qualche riluttanza da parte di Tad) decidono di tagliare i soldi mensili destinati a Hannah, in modo da motivarla ancora di più nella scrittura. Hannah va a trovarli in occasione del loro 30º anniversario di nozze ma non fa cenno ai suoi recenti problemi economici.
  • Thomas-John, interpretato da Chris O'Dowd.
    Dopo un imbarazzante incontro con Jessa e Marnie presso la sua abitazione, finisce con lo sposare Jessa in una cerimonia a sorpresa ma il matrimonio è di breve durata. Si occupa di venture capital.
  • Caroline Sackler, interpretata da Gaby Hoffmann.
    È la sorella di Adam. Dimostra segnali di squilibrio mentale. Si trasferisce per un po' di tempo nell'appartamento di Hannah e Adam, dopo un litigio se ne va e si stabilisce da Laird, loro vicino di casa, da quale avrà un bambino.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 10 2012 2012
Seconda stagione 10 2013 2013
Terza stagione 12 2014 inedita

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Lena Dunham. Creatrice, sceneggiatrice, produttrice e interprete della serie.

Nel 2010 Lena Dunham ha realizzato il suo primo lungometraggio, Tiny Furniture, che ha scritto, diretto ed interpretato, ottenendo recensioni positive dalla critica e il premio per miglior sceneggiatura d'esordio agli Independent Spirit Awards 2011. Grazie al successo del film, la Dunham viene contattata dalla HBO per una collaborazione.[4]

La Dunham sviluppa l'idea di raccontare, in maniera il più realistica possibile, le vicende di quattro giovani amiche alle prese con le aspirazioni e le umiliazioni quotidiane, tra fallimenti lavorativi e relazioni sentimentali senza futuro. Il progetto ha iniziato a concretizzarsi dopo il coinvolgimento di Judd Apatow, che ha prodotto la serie attraverso la sua Apatow Productions. L'episodio pilota è stato ordinato a metà settembre del 2010,[5] mentre l'ordine per l'intera produzione della prima stagione è avvenuto nel gennaio 2011.[5] Lena Dunham ha curato la sceneggiatura di tutti i 10 episodi, che compongono la prima stagione, e ne ha diretti 5.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Girls ha debuttato ufficialmente negli Stati Uniti il 15 aprile 2012.[6] Dal giorno successivo, il primo episodio viene reso disponibile online sul sito ufficiale della HBO e su YouTube.[5] I primi tre episodi sono stati mostrati in anteprima al South by Southwest il 12 marzo 2012.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Homeland e Girls vincono i Golden Globes 2013, tutti i premi. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  2. ^ (EN) HBO Renews 'Girls' for Fourth Season, 9 gennaio 2014. URL consultato il 3 maggio 2014.
  3. ^ Le 'Girls' arrivano su MTV il 10 ottobre, MTV. URL consultato il 29 settembre 2012.
  4. ^ (EN) Need to Meet: Lena Dunham, Marie Claire. URL consultato il 15 aprile 2012.
  5. ^ a b c Girls: tutto quello che dovete sapere sulla nuova comedy HBO badtv.it URL. consultato il 15 aprile 2012
  6. ^ (EN) UPDATE: Premiere Dates For HBO’s ‘Girls,’ ‘Game Of Thrones’, ‘Veep’ & ‘Game Change’, deadline.com. URL consultato il 15 aprile 2012.
  7. ^ (EN) The Awkward Honesty of Girls, splitsider.com. URL consultato il 15 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione