Facciamola finita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Facciamola finita
This Is the End.png
Craig Robinson, James Franco, Jay Baruchel e Seth Rogen in una scena del film
Titolo originale This Is the End
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2013
Durata 107 min
Colore colore
Audio Dolby Digital, Datasat, SDDS
Genere demenziale, catastrofico
Regia Evan Goldberg, Seth Rogen
Soggetto Evan Goldberg, Jason Stone
Sceneggiatura Evan Goldberg, Seth Rogen
Produttore Evan Goldberg, Seth Rogen, Lawrence Grey, James Weaver
Produttore esecutivo Evan Goldberg, Jason Stone, Jay Baruchel, Barbara A. Hall, Kyle Hunter, Nathan Kahane, Ariel Shaffir
Casa di produzione Sony Pictures Entertainment, Mandate Pictures, Point Grey Pictures
Distribuzione (Italia) Sony Pictures Entertainment, Universal Pictures
Fotografia Brandon Trost
Montaggio Zene Baker
Effetti speciali Craig Barnett, Robert Caban, Brad Manis, Durk Tyndall
Musiche Henry Jackman
Scenografia Chris L. Spellman
Costumi Danny Glicker
Trucco Samantha M. Capps, Lisa Layman, Nana Fischer
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Facciamola finita (This Is the End) è un film del 2013 diretto da Evan Goldberg e Seth Rogen e con protagonisti James Franco, Jonah Hill, Seth Rogen, Jay Baruchel, Danny McBride, Emma Watson e Craig Robinson. Scritto da Evan Goldberg, Seth Rogen e Jason Stone, il film si basa sul cortometraggio del 2007 Jay and Seth vs. The Apocalypse e rappresenta il debutto alla regia di Goldberg e Rogen.[1]

Nel film gli attori interpretano una versione fittizia di loro stessi.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film inizia con Seth Rogen che aspetta in aeroporto l'arrivo a Los Angeles del suo amico Jay Baruchel. Arrivati a casa di Seth, i due passano la giornata a fumarsi le canne. La sera si recano a casa di James Franco, per partecipare ad una festa da lui organizzata. Alla festa sono presenti molte celebrità fra cui Michael Cera, che, drogandosi e facendo battute sessiste, diventa il più odiato della festa. Jay, infastidito, si inventa la scusa di dover andare a comprare le sigarette e si fa accompagnare al negozio da Seth. Una volta giunti al negozio però scoppia improvvisamente un terremoto che uccide alcune persone, mentre altre vengono risucchiate da un fascio di luce che le porta in cielo. Jay e Seth corrono a casa di James Franco per avvertire i presenti di quanto sta accadendo, ma nessuno crede alla loro storia. Poco dopo tuttavia un'altra scossa colpisce anche la casa di James e quasi tutti i presenti scappano in giardino. A quel punto un'enorme voragine si apre nel bel mezzo del giardino e Michael Cera viene ucciso da un palo della luce. Dopodiché la maggior parte dei presenti viene risucchiata nella voragine. Anche Jay cade nella voragine ma riesce ad aggrapparsi ad un appiglio e si salva. I cinque superstiti (James Franco, Craig Robinson, Jonah Hill, Seth Rogen e Jay Baruchel) si barricano in casa, usando tutto quello che trovano, e fanno l'inventario delle provviste rimaste. La mattina dopo scoprono che anche Danny McBride (che non era stato invitato alla festa) è vivo e che ha utilizzato gran parte delle provviste per preparare la colazione. Anche Emma Watson è sopravvissuta ed entra improvvisamente nella casa sfondando la porta con un'accetta. I protagonisti la accolgono e la portano in una camera da letto per farla riposare, tuttavia, temendo di venire stuprata dopo aver frainteso un loro discorso fatto in corridoio, Emma li minaccia con l'accetta e li deruba di tutte le bevande in loro possesso. Nei giorni seguenti Danny comincia a comportarsi da scemo sprecando la poca acqua potabile rimasta solo per fare un dispetto agli altri; i protagonisti decidono perciò di buttarlo fuori di casa dopo una votazione in stile isola dei famosi. Dopo qualche giorno passato a giocare e a drogarsi, arriva il momento di cercare provviste, così Jay e Craig decidono di andare a prenderle nella casa del vicino. Nel frattempo però Jonah viene posseduto da un demone, mentre nella casa accanto Jay e Craig vengono attaccati da un altro demone, riuscendo comunque a salvarsi. I protagonisti capiscono che tale catastrofe in realtà è l'Apocalisse e che essi non hanno raggiunto il paradiso per i peccati commessi durante la loro vita. A questo punto Jay tenta di esorcizzare Jonah, ma senza successo, e poco dopo si accende un diverbio fra lui e Seth per questioni personali, facendo cadere una candela che prima incendia il letto sul quale era legato Jonah e poi l'intera abitazione. I quattro superstiti abbandonano la casa, ma mentre cercano di scappare un demone blocca loro la strada. Craig decide di sacrificarsi, distraendo il demone per permettere agli amici di prendere la macchina e mettersi in salvo. Dopo questo gesto altruista Craig viene risucchiato da un fascio di luce raggiungendo così il paradiso. Intanto James, Jay e Seth cercano di scappare in macchina, ma vengono bloccati dal camion di Danny. Danny, insieme ad altri cannibali, ha intenzione di mangiarli, ma James decide di sacrificarsi per far scappare Jay e Seth. Anche James viene risucchiato dal fascio di luce, tuttavia, mentre sta per raggiungere il paradiso, comincia a vantarsi di fronte a Danny di essersi riuscito a salvare. Dopo tale atto di presunzione il suo accesso in paradiso viene interrotto e così viene mangiato vivo dai cannibali. Jay e Seth si ritrovano soli di fronte ad un enorme demone, i due amici decidono allora di morire assieme. Mentre stanno per essere attaccati dal mostro anche Jay viene risucchiato dal fascio di luce e cerca di portare con sé anche Seth. Tuttavia i due amici non riescono a raggiungere il paradiso poiché soltanto Jay può essere ammesso. Seth decide quindi di sacrificarsi per permettere a Jay di raggiungere il paradiso e si lascia cadere nel vuoto in balia del demone. Tale gesto altruista permetterà anche a lui di raggiungere il paradiso insieme a Jay, dove reincontreranno anche Craig. Il film si conclude con un concerto dei Backstreet Boys in paradiso.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film doveva inizialmente intitolarsi The Apocalypse,[1] ma il titolo venne successivamente cambiato in The End of the World ed infine modificato in quello attuale il 20 dicembre 2012, giorno della distribuzione della prima locandina e del primo trailer.[2]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il primo trailer del film è stato distribuito online il 20 dicembre 2012, in concomitanza con le profezie sul 21 dicembre 2012.[3] Il 1º aprile 2013 venne inoltre distribuito da Machinima.com un secondo trailer[4] ed il successivo 30 maggio venne distribuito anche un trailer internazionale.[5] Il primo trailer in lingua italiana è stato distribuito il 14 giugno 2013.[6]

Il film doveva inizialmente essere distribuito nelle sale statunitensi a partire dal 14 giugno 2013,[1] ma la data di uscita è stata successivamente anticipata al 12 giugno.[7] In Italia è uscito il 18 luglio.[8]

Divieti[modifica | modifica sorgente]

In Italia il film è stato vietato ai minori di 14 anni per linguaggio volgare e contenuti non adatti ai minori.[9] Negli USA è stato invece vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto (Rating R).

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Box office[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato accolto molto positivamente dal pubblico. Al 29 luglio 2013 la pellicola ha incassato 95.599.000 dollari negli Stati Uniti d'America[10] e 11.900.000 dollari nel resto del mondo, guadagnando globalmente un totale di 107.499.000 dollari.[11] Nella prima settimana di distribuzione negli Stati Uniti d'America la pellicola si è classificata seconda al box office, preceduta solamente da L'uomo d'acciaio di Zack Snyder, con un guadagno di 20.719.162 dollari.[12]

In Italia invece il film non ha avuto lo stesso successo, incassando 85.221 euro nella prima settimana di distribuzione e 27.002 euro nella seconda, per un incasso totale di 160.871 euro.[10]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Adam Chitwood, Aziz Ansari Joins Seth Rogen, Danny McBride, Jonah Hill and James Franco in THE APOCALYPSE in collider.com, 6 aprile 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  2. ^ (EN) Germain Lussier, ‘This Is The End’ Red-Band Teaser Clip and Poster: Seth Rogen’s End Of The World Comedy Debuts, Before Possible End Of The World in slashfilm.co, 20 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  3. ^ (EN) Philiana Ng, Seth Rogen's Star-Studded 'This Is the End' Red-Band Trailer Debuts (Video) in The Hollywood Reporter, 20 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  4. ^  (EN) This is the End -- Red Band Trailer, a 00:02:53. YouTube, 1º aprile 2013. URL consultato in data 2 aprile 2013.
  5. ^ (EN) Dave Trumbore, This Is the End International Trailer Starring Seth Rogen, James Franco, Jonah Hill, Craig Robinson, Jay Baruchel, Danny McBride and Featuring Emma Watson in collider.com, 30 maggio 2012. URL consultato il 1º giugno 2013.
  6. ^ Andrea Bedeschi, Il trailer italiano di Facciamola Finita! in badtaste.it, 14 giugno 2013. URL consultato il 14 giugno 2013.
  7. ^ (EN) Brendan Bettinger, Release Dates for Seth Rogen’s THIS IS THE END and KON-TIKI; Tina Fey/Steve Carell Comedy MAIL-ORDER GROOM Delayed in collider.com, 28 marzo 2013. URL consultato il 31 marzo 2013.
  8. ^ Mirko D'Alessio, Facciamola Finita: 6 character poster e una nuova clip in badtaste.it, 30 maggio 2013. URL consultato il 31 maggio 2013.
  9. ^ Scheda di Facciamola finita su Comingsoon.it. URL consultato il 5 agosto 2013.
  10. ^ a b Storico Incassi boxoffice Facciamola finita (2013). URL consultato il 29 luglio 2013.
  11. ^ (EN) Scheda di This is the End su Box Office Mojo. URL consultato il 29 luglio 2013.
  12. ^ (EN) Weekend Box Office - June 14-16, 2013 Weekend. URL consultato il 29 luglio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema