Curtiss C-46 Commando

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curtiss C-46 Commando
Un C-46 Commando in volo
Un C-46 Commando in volo
Descrizione
Tipo aereo da trasporto militare
Equipaggio 2
Progettista George A. Page Jr.
Costruttore Stati Uniti Curtiss-Wright
Data primo volo 26 marzo 1940
Data entrata in servizio 1941
Utilizzatore principale Stati Uniti USAAF
Altri utilizzatori Stati Uniti USMC
Stati Uniti US Navy
Esemplari 3 181[1]
Dimensioni e pesi
Lunghezza 23,27 m (76 ft 4 in)
Apertura alare 32,91 m (108 ft 0 in)
Altezza 6,63 m (21 ft 9 in)
Superficie alare 126,34 (1 360 ft²)
Carico alare 170 kg/m² (35 lb/ft²)
Peso a vuoto 14 700 kg (30 669 lb) in configurazione cargo[2]
Peso max al decollo 20 412 kg (45 000 lb)
22 500 kg (49 600 lb) overload[2]
Passeggeri fino a 40[2] o
Capacità 30 barelle[2] o
6 800 kg (15 000 lb) di carico[2]
Propulsione
Motore 2 radiali Pratt & Whitney R-2800-51
Potenza 2 000 hp (1 492 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 435 km/h (270 mph, 235 kt) a 4 572 m (15 000 ft)
Velocità di crociera 278 km/h (173 mph, 150 kt)
Velocità di salita 6,0 m/s (1 175 ft/min)[2]
Autonomia 5 069 km (3 150 mi, 2 739 nm) a 278 km/h
Tangenza 7 468 m (24 500 ft)
Note dati relativi alla versione C-46A

i dati sono estratti da Curtiss Aircraft 1907–1946[3] integrati dove indicato

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Curtiss C-46 Commando è un aereo da trasporto bimotore ad ala bassa sviluppato dall'azienda aeronautica statunitense Curtiss-Wright Corporation negli anni quaranta ed impiegato nei teatri bellici della seconda guerra mondiale dall'United States Army Air Forces (USAAF), dall'United States Navy e dall'United States Marine Corps, questi ultimi con la denominazione R5C.

Il Commando, soprannominato amichevolmente dagli equipaggi "The Whale", (in inglese balena), o "Curtiss Calamity"[4], pur ricoprendo lo stesso ruolo del celebre C-47 Dakota, si differenziava da quest'ultimo per la maggior potenza, autonomia e capacità di carico, doti apprezzate specialmente nel teatro bellico asiatico.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

CW-20
progetto della versione civile di linea.
CW-20T
prototipo originale della versione di linea civile, dotato di un impennaggio bideriva con piano orizzontale dal pronunciato angolo di diedro ed elementi verticali posti alle sue estremità, motorizzato con due radiali Wright R-2600 da 1 700 hp (1 268 kW).
CW-20A
denominazione aziendale del C-55.
CW-20B
denominazione aziendale del C-46A.
CW-20B-1
denominazione aziendale del XC-46B.
CW-20B-2
denominazione aziendale del C-46D.
CW-20B-3
denominazione aziendale del C-46E.
CW-20B-4
denominazione aziendale del C-46F.
CW-20B-5
denominazione aziendale del C-46G.
CW-20E
denominazione aziendale del AC-46K.
CW-20G
denominazione aziendale del XC-46C.
CW-20H
denominazione aziendale del XC-46L.
C-55
versione militare del CW-20 dalla quale venne sviluppato il prototipo della versione da trasporto che assunse la designazione di XC-46.
C-46A
CX-46B
XC-46C
C-46D
C-46E
C-46F
C-46G
C-46H
C-46J
AC-46K
versione rimasta allo stadio progettuale
XC-46K
XC-46L
XC-113
versione dotata di un motore turboelica General Electric T-31 al posto dell'originale Pratt & Whitney R-2800 destro. Questo esemplare non ha mai preso il volo.
R5C-1
designazione della versione da trasporto militare in dotazione al United States Marine Corps.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Militari[modifica | modifica sorgente]

Vista frontale inferiore di un Curtiss C-46 Commando in volo.
Il Curtiss C-46 della Chung-Hua Min-Kuo K'ung-Chün esposto al museo dell'aviazione militare, Gangshan, Taiwan.
Vista frontale del C-46 Commando "China Doll".
Un C-46 Commando in livrea giapponese esposto presso il Tokorozawa Koku Koen Park Saitama
Bolivia Bolivia
Brasile Brasile
Taiwan Repubblica di Cina
Cina Cina
Corea del Sud Corea del Sud
Cuba Cuba
Rep. Dominicana Rep. Dominicana
Egitto Egitto
Giappone Giappone
Haiti Haiti
Israele Israele
Messico Messico
Perù Perù
URSS URSS
Stati Uniti Stati Uniti

Civili[modifica | modifica sorgente]

Il C-46 versione aereo di linea nei colori della compagnia aerea canadese Lambair.
Brasile Brasile
Canada Canada
Irlanda Irlanda
Italia Italia
Kenya Kenya
Regno Unito Regno Unito
Stati Uniti Stati Uniti

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Andrade 1979, p. 65
  2. ^ a b c d e f Green e Swanborough 1987, p. 42
  3. ^ Bowers 1979, p. 456
  4. ^ Davis, Martin e Whittle 1978, p. 11

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) John M. Andrade, US Military Aircraft Designations and Serials, Hinckley, Leicestershire, UK, Midland Counties Publications, 1979, ISBN 0-90459-721-0.
  • (EN) Peter M. Bowers, Curtiss Aircraft, 1907-1947, London, Putnam & Company Ltd., 1979, ISBN 0-370-10029-8.
  • (EN) John M. Davis, Harold G. Martin; John A. Whittle, The Curtiss C-46 Commando, Tonbridge, Kent, UK, Air-Britain (Historians) Ltd., 1978, ISBN 0-85130-065-0.
  • (EN) Gerard M. Devlin, Paratrooper!: The Saga Of Parachute And Glider Combat Troops During World War II, London, Robson Books, 1979, ISBN 0-312-59652-9.
  • (EN) Von Hardesty, Red Phoenix: The Rise of Soviet Air Power 1941-1945, Washington, D.C., Smithsonian Institution [1982], 1991, ISBN 0-87474-510-1.
  • (EN) E.R. Johnson, The Airliner that Went to War in Aviation History, Vol. 18, no. 1, September 2007.
  • (EN) Terry Love, C-46 Commando in action, Carrollton, Texas, Squadron/Signal Publications, 2003, ISBN 0-89747-452-X.
  • (EN) David Mondey, The Hamlyn Concise Guide to Axis Aircraft of World War II, London, Bounty Books, 2006, ISBN 0-7537-1460-4.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) William Green, Gordon Swanborough, Commando: A Dove from Curtiss-Wright in Air Enthusiast, Thirty-four, September–December 1987, pp. pp. 25–42, ISSN: 0143-5450.

Velivoli Comparabili[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti Stati Uniti

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]