Brocchinia reducta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Brocchinia reducta
Brocchinea.jpg
Brocchinia reducta
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Bromeliales
Famiglia Bromeliaceae
Genere Brocchinia
Specie B. reducta
Classificazione APG
Ordine Poales
Famiglia Bromeliaceae
Nomenclatura binomiale
Brocchinia reducta
Baker, 1882

Brocchinia reducta è una pianta appartenente alla famiglia delle Bromeliacee. Come poche altre specie di questa famiglia, è una pianta carnivora.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Come tutte le Bromeliacee, forma, per mezzo delle sue foglie sovrapposte, delle urne capaci di raccogliere l'acqua piovana. Le foglie che circondano l'urna sono ricoperte di squame lisce e cerose, che riflettono i raggi ultravioletti.

Carnivorosità[modifica | modifica wikitesto]

Poiché molti insetti sono attratti dagli ultravioletti, le foglie di questa pianta fungono da esca per essi. L'acqua contenuta all'interno delle urne, inoltre, emette un odore dolciastro capace di attirare formiche ed altri insetti.

Il rivestimento liscio e ceroso delle foglie impedisce alle prede di trovare punti di appoggio; questo fa sì che esse scivolino all'interno dell'urna, dove annegano.

È stato discusso il fatto che B. reducta non fosse una pianta carnivora in senso stretto, poiché non era mai stata dimostrata la produzione di enzimi digestivi da parte della pianta. Nel 2005 invece, è stato dimostrato che la pianta produce una fosfatasi e quindi che essa può essere considerata pianta carnivora a tutti gli effetti. Gli enzimi ed i batteri presenti nell'acqua delle urne digeriscono gli insetti intrappolati e rilasciano i nutrienti che vengono assorbiti dalle foglie.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È nativa del Venezuela meridionale e della Guyana e vive in suoli poveri di nutrienti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) J. M. Gonzalez, Jaffe K., Michelangeli F., Competition for Prey Between the Carnivorous Bromeliaceae Brocchinia reducta and Sarraceniaceae Heliamphora nutans in Biotropica, vol. 23, 4B, 1991, pp. 602–604.
  • (EN) T.J. Givnish, et al, Carnivory in the bromeliad Brocchinia reducta, with a cost/benefit model for the general restriction of carnivorous plants to sunny, moist, nutrient-poor habitats in American Naturalist, vol. 124, 1984, pp. 479-497.
  • (EN) B. J. Plachno, A. Jankun, Phosphatase Activity in Glandular Structures of Carnivorous Plant Traps in International Botanical Congress 2005 Vienna, Cracovia, Polonia, The Jagiellonian Univ., 2005, p. 1716.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica