Ibicella lutea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ibicella lutea
Proboscidea.jpg
Ibicella lutea
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Scrophulariales
Famiglia Pedaliaceae
Genere Ibicella
Specie I. lutea
Classificazione APG
Ordine Lamiales
Famiglia Martyniaceae
Nomenclatura binomiale
Ibicella lutea
(Lindl.) Van Eselt., 1929
Sinonimi
  • Martynia lutea
  • Proboscidea lutea

Ibicella lutea ((Lindl.) Van Eselt. 1929) è una pianta angiosperma appartenente alla famiglia Pedaliaceae.

Morfologia[modifica | modifica sorgente]

Produce corti e sottili peli ricoperti di una sostanza appiccicosa su tutti i suoi organi aerei.

Sebbene manchi di altri adattamenti carnivori, come la produzione di enzimi digestivi, essa è in grado di catturare ed uccidere piccoli insetti. A causa della mancata produzione di enzimi, I. lutea non è considerata una pianta carnivora, ma una protocarnivora.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Cresce su terreni asciutti e in condizioni desertiche. È originaria dell'America del Sud, ma è stata naturalizzata anche in California meridionale.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Il Sistema Cronquist pone questa specie nella famiglia Pedaliaceae ed all'ordine Scrophulariales. Il sistema di classificazione APG, basato su analisi filogenetiche, la assegna alla famiglia Martyniaceae ed all'ordine Lamiales.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica