Brian Griffin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Mondo cane! »
(Esclamazione tipica di Brian)
Brian Griffin
I Griffin - Brian Griffin.png
Lingua orig. Inglese
Autore Seth MacFarlane
Voce orig. Seth MacFarlane
Voce italiana Leslie La Penna
Sesso Maschio
Luogo di nascita Austin
Data di nascita 15 novembre 2000
Abilità
  • parla il linguaggio umano
  • abile tiratore
Parenti

Brian Griffin è il cane antropomorfo della famiglia Griffin, protagonista della serie televisiva animata creata da Seth MacFarlane, I Griffin. Nella versione italiana la voce del personaggio è di Leslie La Penna, mentre in quella originale è del creatore della serie stessa, Seth MacFarlane. Tra l'altro, Brian è l'unico personaggio con cui MacFarlane usa il suo normale timbro vocale.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La sua più evidente particolarità (comune comunque a tantissimi altri cartoni animati, ma anche film, fumetti, ecc.), è la sua capacità di parlare, di cui nessun personaggio umano si stupisce. Brian è il miglior amico di Peter Griffin, malgrado sia più intelligente di lui e molto spesso gli fa da voce della ragione, ed è l'unico personaggio del cartoon che riesce a capire Stewie Griffin (e le sue minacce a lui rivolte) ogni volta che parla ma nonostante questo prende raramente sul serio quel che dice.

La sua intelligenza si esplica comunque non solo nella parola: Brian mostra spesso dei gusti artistici piuttosto "sofisticati" - come la passione per la lirica - ed esibisce a volte velleità canore, recitative o musicali che, fosse umano, lo collocherebbero sicuramente tra gli intellettuali (anche se in più di un'occasione viene mostrato il suo lato nozionistico e poco incline all'approfondimento); tanto più che, per corrispondere ancor più al suo aspetto di intellettuale sofisticato, dichiara di votare democratico. Solitamente, è anche gentile e ben educato, tranne quando cede ai suoi forti problemi di alcolismo o talvolta, di droga. Ha anche un pungente senso dell'ironia.

Brian è nato ad Austin in Texas da Cacao, il padre, che morirà investito da un camion, e Biscottina, la madre. Allontanato da sua madre in tenerissima età, successivamente si riconcilierà con lei quando insieme a Stewie si reca a trovarla, nonostante scopra sia morta da tempo. Successivamente si trasferisce nel Rhode Island dove frequenta la Brown University, anche se non conseguirà la laurea, cosa che gli impedirà di lavorare presso il giornale The New Yorker. Dopo una vita come senzatetto, un giorno Brian viene trovato per strada da Peter che lo accoglie nella sua famiglia, dove subito viene accettato con calore, tranne che dal piccolo Stewie, con cui non mancherà mai di scontrarsi, anche se col passare della serie, diventerà suo amico inseparabile.

La comicità di questo personaggio scaturisce spesso quando si mostra più maturo e più umano di molti degli esseri umani veri che lo circondano - primo tra tutti il suo migliore amico Peter; ma altre occasioni di humour sono offerte dal contrasto tra il suo profilo educato e sofisticato, e la sua condizione, genetica e naturale, di cane. Per fare un esempio, la tentazione irresistibile di annusare l'ano degli altri cani al parco lo porta alla disapprovazione generale degli esseri umani, suoi abituali compagni di conversazione, che lo detestano.

Ancora, egli non può evitare di seguire la propria natura di cane texano (così come la vorrebbe lo stereotipo dell'abitante del Texas) ringhiando contro le persone di colore, ma poi corre subito ai ripari, scusandosi, imbarazzato, per evitare di essere scambiato per un razzista. Brian è un sostenitore del Partito Democratico Statunitense (in una puntata afferma di essere un elettore di Dennis Kucinich); essendo fortemente democratico, manifesta in più occasioni un forte disprezzo per i conservatori. Brian infatti è il personaggio più progressista della serie e in più di un'occasione combatte il bigottismo e il perbenismo sponsorizzando campagne scomode quali la legalizzazione della marijuana o i matrimoni omosessuali.

Ha anche forti velleità letterarie, e spesso si cimenta nella scrittura di romanzi, articoli di giornale o sceneggiature televisive. La comicità è inoltre accentuata dal fatto che tutti i personaggi della serie siano perfettamente consci della sua natura canina, sebbene egli assuma un comportamento assolutamente umano (parla, fuma, beve, assume droghe, guida la macchina, ha un passaporto, vota alle elezioni, va dallo psicoanalista, frequenta donne e fa anche sesso con loro). Malgrado la sua intelligenza umana, in più di un'occasione mostra atteggiamenti prettamente canini, come portare a casa uccelli morti, abbaiare all'aspirapolvere (che Lois usa per impaurirlo) o mostrarsi ipereccitato quando, in macchina, vede altri cani in vetture ferme al semaforo.

Ha un debole per Lois, la moglie di Peter, ed in un episodio se ne innamora salvo poi capire che il suo amore per lei non può essere corrisposto, in un altro episodio ancora, in cui Peter è protagonista di un naufragio alla Cast Away Brian riesce a convolare a nozze con Lois, per poi divorziare alla fine dell'episodio. Nella sesta stagione ha una relazione con Jillian, una ragazza completamente idiota, modella e bulimica che cercava sempre di lasciare ma con la quale alla fine finiva per far del sesso. Alla fine è stata lei a lasciarlo per mettersi con Adam West. Nel corso della serie, Brian ha inoltre numerose altre relazioni, quasi tutte finite male.

Non va d'accordo col vicino Glenn Quagmire, perché quest'ultimo lo odia e lo considera un'ipocrita snob (e perché in una puntata Brian va a letto con il padre transessuale di Quagmire). Solo in un episodio vanno d'accordo, quando Quagmire ospita Brian (fino a che Stewie prende in giro la fidanzata storpia di Glenn). Nell'episodio La storia segreta di Stewie Griffin si viene a sapere che nel futuro morirà dopo aver mangiato del cioccolato trovato nella spazzatura. A seguito di questa ed altre rivelazioni però la linea del tempo sarà modificata da Stewie. In un episodio della nona stagione Stewie ritrova la sceneggiatura di un dramma televisivo scritto da Brian anni prima.

Il cane decide di proporla alla CBS, che gliela produce, salvo poi modificarla quasi completamente per trasformarla in una Sit com completamente vuota di significato.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Brian muore investito da un'auto nell'episodio della dodicesima stagione, Life of Brian mentre stava giocando con Stewie per la strada. Le sue ultime parole, rivolte alla famiglia Griffin, sono state: "Mi avete dato una vita meravigliosa. Vi amo tutti". Benché la famiglia Griffin abbia sofferto molto per la sua scomparsa, Lois proporrà di prendere un altro cane, nonostante il grande scetticismo manifestato da Stewie, ancora legato al ricordo dell'amico. Peter opterà allora per Vinny, un cane italo-americano della stessa stazza di Brian, dotato della medesima abilità di dialogo.

Rinascita[modifica | modifica sorgente]

Nell'episodio natalizio Christmas_Guy Stewie incontra un sé stesso del passato nel centro commerciale e grazie al cane Vinny riesce a recuperare la macchina del tempo, tornando al momento dell'incidente e salvando il cane della famiglia Griffin un attimo prima che la macchina lo travolga.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il design di Brian è simile a quello del cane di Charlie Brown Snoopy, dei Peanuts.
  • Brian ha una passione per gli alcolici, in particolare per il Martini, ed era spesso disegnato con tale aperitivo in mano. Inoltre (soprattutto nelle ultime stagioni) faceva uso di marijuana, ed in una puntata riuscì anche a farla legalizzare.
  • Sebbene Brian, dalla prima stagione in poi, fosse ateo (anche dopo aver incontrato Gesù nell'episodio Il Disco Perduto), nell'episodio La sottile striscia bianca dichiara che sia stato Dio a donargli l'olfatto sopraffino che lo ha fatto diventare un cane anti-droga. Inoltre, nell'episodio Piccole bugie innocenti, afferma che la causa delle sciagure che devono sopportare i protagonisti della sit-com è l'ira di Dio. Infine, nell'episodio aprile a Quahog, Stewie vede Brian pregare per l'imminente fine del mondo. Nello stesso episodio Brian pronuncia la frase "Beh, io vado a servire il pranzo alla mensa dei poveri: ora che l'ho scampata devo mantenere la promessa che ho fatto a qualcuno" e Stewe da lontano urla "È Dio!", perché lo aveva visto pregare poco prima.
  • Nell'episodio Brian e Stewie, il primo confessa all'amico di tenere al sicuro, nel caveau della banca in cui sono intrappolati, una copia della Bibbia e del romanzo David Copperfield. Ha, inoltre, una pistola, nel caso gli capitasse di pensare seriamente al suicidio, e una bottiglia di alcool come ultima bevuta prima di suicidarsi.
  • In più di una puntata mostra atteggiamenti razzisti nei confronti della gente di colore abbaiandogli contro irrefrenabilmente, salvo poi scusarsi sentitamente e dare la colpa di tale comportamento ai geni ereditati dal padre.
  • Brian somiglia molto ad un Labrador bianco: in una puntata afferma, infatti, di essere un incrocio di Retriever. Inoltre, nella puntata Viaggio nel multiverso, Brian e Stewie, durante il loro peregrinare per universi alternativi, finiscono per ritrovarsi nel mondo reale, dove Stewie ha l'aspetto di un infante e Brian è un Labrador Retriever.
  • La sua età è di 7 anni (visibile nella puntata Brian lo scapolo della quarta stagione).

Note[modifica | modifica sorgente]