Balletti russi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Léon Bakst: L'uccello di fuoco, Ballerina, 1910

I Balletti russi (fr. Ballets russes ) furono una compagnia di balletto fondata nel 1909 dall'impresario russo Sergej Djagilev.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La sede dapprima si stabilì a Parigi, in seguito si spostò a Monte Carlo. L'organico della compagnia comprendeva i migliori ballerini provenienti dai due teatri più importanti: il moscovita Bol'šoj e il pietroburghese Mariinskij.

L'intento iniziale di Djagilev fu quello di esportare il tecnicismo e l'arte russa nell'Europa Occidentale, ma subito la genialità dell'artista, fusa con quella di artisti italiani, francesi e spagnoli, portò alla creazione di un'équipe composta dai più importanti personaggi dell'epoca del calibro, per citarne alcuni, di Picasso, Debussy e Nižinskijj.

La grandiosa vitalità dei Balletti russi si fece strada attraverso i due decenni successivi, tanto che divenne la più influente compagnia di balletto del XX secolo.

Fra il 1925 ed il 1929 l'orchestra della compagnia fu diretta dal compositore e direttore francese Roger Désormière.

Storia della compagnia[modifica | modifica sorgente]

In principio le coreografie furono tutte di Michel Fokine che si dimise quando Nijinsky coreografò Il pomeriggio di un fauno per tornare poi nel 1913 quando Nijinsky venne licenziato in seguito al matrimonio con una danzatrice della compagnia. In seguito le coreografie furono affidate a Léonide Massine, poi a Bronislava Nijinska (sorella di Vaslav) e George Balanchine, che fu l'ultimo coreografo dei Balletti russi.

La direzione artistica dei balletti russi fu curata da Léon Bakst, il cui rapporto con Diaghilev risaliva al 1898, quando egli, Diaghilev e Alexander Benois fondarono la rivista d'avanguardia 'Il mondo dell'arte' (Mir Iskusstva). Insieme svilupparono una forma di balletto più complessa, con elementi spettacolari tesi a far presa sul grande pubblico. Il richiamo esotico dei Balletti russi influenzò i pittori fauves e il nascente stile Art Déco.

Comunque, per ogni scelta era importantissimo l'apporto personale di Diaghilev, che mirava da un lato a riproporre i balletti classici e dall'altro a crearne di nuovi, al passo coi tempi, lavorando con i migliori artisti in ogni campo. Non essendo né musicista, né scenografo, né coreografo egli fu principalmente un animatore, un organizzatore attorno a cui ruotava il lavoro degli altri. In ogni sua scelta dimostrò sempre intuito e convinzione nel proprio giudizio estetico.

I Balletti russi furono una compagnia itinerante ma molti dei balletti esordirono a Parigi o a Monte Carlo; dal 1922 fino alla morte di Diaghilev la compagnia fu semistabile all'Opera di Monte Carlo.

I grandi nomi[modifica | modifica sorgente]

I ballerini e i coreografi associati con la compagnia furono George Balanchine, Mathilde Kschessinska, Michel Fokine, Tamara Karsavina, Serge Lifar, Alicia Markova, Léonide Massine, Vaslav Nijinsky, Anna Pavlovna Pavlova, Ida Rubinstein e Lydia Lopokova.

Tra i pittori più importanti e famosi che crearono scene e costumi per la compagnia si possono ricordare: Leon Bakst, Alexandre Benois, Georges Braque, Pablo Picasso, Ivan Bilibin, Pavel Tchelitchev, Natalia Gontcharova, Michael Larionov, André Derain, Henri Matisse, Giorgio De Chirico e Maurice Utrillo.

Tra i compositori, personaggi del calibro di Claude Debussy, Darius Milhaud, Francis Poulenc, Sergej Prokofiev, Maurice Ravel, Erik Satie, Ottorino Respighi, Richard Strauss, e, in particolare, Igor Stravinskij, che fu scoperto da Diaghilev quando era solo una promessa, aprendogli la strada al futuro successo.

Le principali produzioni[modifica | modifica sorgente]

Anno Titolo Compositore Coreografo Allestimento e costumi
1909 Les Sylphides da Frédéric Chopin Michel Fokine
1909 Le Pavillon d'Armide Nicolas Čerepnin Michel Fokine Alexandre Benois
1909 Principe Igor Alexander Borodin Michel Fokine Nicholas Roerich
1909 Cléopâtre Anton Arensky Michel Fokine Léon Bakst
1910 L'uccello di fuoco Igor Stravinskij Michel Fokine Alexandre Golovine, Léon Bakst
1910 Schéhérazade Nikolaj Rimskij-Korsakov Michel Fokine Léon Bakst
1910 Carnaval Robert Schumann Michel Fokine Léon Bakst
1911 Petrushka Igor Stravinskij Michel Fokine Alexandre Benois
1911 Le Spectre de la Rose Carl Maria von Weber Michel Fokine Léon Bakst
1912 Il pomeriggio di un fauno Claude Debussy Vaclav Nižinskij Léon Bakst, Odilon Redon
1912 Daphnis et Chloé Maurice Ravel Michel Fokine Léon Bakst
1912 Le Dieu Bleu Reynaldo Hahn Michel Fokine Léon Bakst
1912 Thamar Milij Alekseevič Balakirev Michel Fokine Léon Bakst
1913 Jeux Claude Debussy Vaclav Nižinskij Léon Bakst
1913 La sagra della primavera Igor Stravinskij Vaclav Nižinskij Nicholas Roerich
1913 Tragédie de Salomé Florent Schmitt Boris Romanov Sergey Sudeykin
1914 La légende de Joseph Richard Strauss Michel Fokine Léon Bakst
1914 Le Coq d'Or Nikolaj Rimskij-Korsakov Michel Fokine Natalia Goncharova
1915 Soleil de Nuit Nikolaj Rimskij-Korsakov Leonide Massine Mikhail Larionov
1917 Parade Erik Satie Léonide Massine Pablo Picasso
1919 La boutique fantasque Ottorino Respighi su un brano di Gioacchino Rossini Léonide Massine André Derain
1919 Le tricorne Manuel de Falla Léonide Massine Pablo Picasso
1920 Le chant du rossignol Igor Stravinskij Léonide Massine Henri Matisse
1920 Pulcinella Igor Stravinskij Léonide Massine Pablo Picasso
1921 Chout Sergej Prokof'ev Mikhail Larionov Mikhail Larionov
1921 La bella addormentata Pëtr Il'ič Čajkovskij Marius Petipa Léon Bakst
1922 Renard Igor Stravinskij Bronislava Nijinska Mikhail Larionov
1923 Les Noces Igor Stravinskij Bronislava Nijinska Natalia Goncharova
1924 Les Biches Francis Poulenc Bronislava Nijinska Marie Laurencin
1924 Les Fâcheux Georges Auric Bronislava Nijinska Georges Braque
1924 Le train Bleu Darius Milhaud Bronislava Nijinska Laurens (scene), Coco Chanel (costumi), Pablo Picasso (fondali)
1925 Les matelots Georges Auric Léonide Massine Pruna
1926 Jack-in-the-Box Erik Satie George Balanchine André Derain
1927 La chatte Henri Sauguet George Balanchine Antoine Pevsner
1927 Mercure Erik Satie Léonide Massine Pablo Picasso
1927 Pas d'acier Sergei Prokofiev Léonide Massine George Jaculov
1928 Apollon musagète Igor Stravinskij George Balanchine Bauschant (scene), Coco Chanel (costumi)
1929 Le fils prodigue Sergej Prokof'ev George Balanchine Georges Rouault

La fine dell'era Diaghilev[modifica | modifica sorgente]

Francobollo commemorativo dei balletti russi

In seguito alla morte di Diaghilev, avvenuta nel 1929, la proprietà della compagnia fu reclamata dai creditori e i ballerini rimasero senza lavoro. Negli anni seguenti però, la compagnia, solo di nome, fu riportata in vita come Balletti Russi di Monte Carlo (a cui si associano i nomi di George Balanchine e Tamara Tumanova) e come gli Originali Balletti russi

programma

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

(EN) Tour australiano dei Balletti russi tra il 1936 e il 1940 - AustraliaDancing.org
(EN) progetto su i Balletti russi - National Library of Australia
(FR) Informazioni su Balletti russi a cura del Centre national de documentation pédagogique