B

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi B (disambigua).
lettera B

La B o b (nome italiano bi [bi][1]) è la seconda lettera dell'alfabeto latino e italiano, nonché di quelli derivanti dall'alfabeto fenicio.

Nella lingua italiana corrisponde alla consonante occlusiva bilabiale sonora [b] (come nell'alfabeto fonetico internazionale).

Nella sua veste maiuscola somiglia alla lettera beta dell'alfabeto greco e alla В dell'alfabeto cirillico, con le quali ha origini comuni.

Alfabeto fonetico NATO Codice Morse
Bravo –···
ICS Bravo.svg Semaphore Bravo.svg ⠃
Bandiera di segnalazione marittima Alfabeto semaforico Braille

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione della lettera[modifica | modifica wikitesto]

Il geroglifico casa Il segno proto-semitico Il beth fenicio Il beta greco L'etrusco Il latino B
EgyptianB-01.svg
Proto-semiticB-01.svg
PhoenicianB-01.svg
Beta uc lc.svg
EtruscanB-01.svg
RomanB-01.svg

La lettera deriva dall'antichissimo alfabeto lineare, usato nel Sinai più di 3.500 anni fa, a sua volta derivato dal geroglifico, in cui il suono [b] era rappresentato da una casa.

Nel 1500 a.C., la seconda lettera dell'alfabeto fenicio, detta beth per analogia con l'alfabeto ebraico, aveva assunto una forma che servì come base a tutti i successivi alfabeti che da esso si sono evoluti, come l'alfabeto greco. Questa lettera chiamata beta, ruotata di 180° e sdoppiata, diede origine al moderno B, dal quale si evolve, con l'apparire della scrittura minuscola, in β.

La lettera è poi passata all'alfabeto latino tramite l'etrusco: in questo passaggio, le lettere avevano perso il loro nome riducendosi al mero suono, e così beta viene ribattezzato be (la e è una vocale di appoggio per un suono altrimenti impronunciabile).

Tipografia[modifica | modifica wikitesto]

La grafia della lettera b minuscola moderna è nata alla fine dell'Impero Romano, allorché gli scribi cominciarono a omettere la curva superiore della lettera.

BlackletterB-01.png UncialB-01.png ModernRomanB-01.png ModernItalicB-01.png ModernScriptB-01.png
Scrittura gotica Onciale Romana moderna Italica Attuale
Alcuni esempi di grafia della lettera B

Uso nelle lingue[modifica | modifica wikitesto]

Capolettera da un codice miniato.

Nella maggior parte delle lingue che utilizzano l'alfabeto latino come sistema di scrittura (italiano compreso), la B rappresenta il suono IPA [b]. In spagnolo, però, rappresenta il suono IPA [β] quando si trova tra due vocali (da notare che in spagnolo le lettere B e V hanno lo stesso valore fonetico). Il suo doppio è la lettera D.

Codici informatici[modifica | modifica wikitesto]

  • Unicode: maiuscola U+0042, minuscola U+0062
  • ASCII: maiuscola 66, minuscola 98; in binario 01000010 e 01100010 rispettivamente
  • EBCDIC: maiuscola 194, minuscola 130
  • Entity: maiuscola B e minuscola b

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anticamente veniva anche scritto be, dall'origine latina del nome che era appunto "be" [beː]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]