D

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi D (disambigua).
La lettera D

D (chiamata di in italiano) è la quarta lettera dell'alfabeto latino.

[d] è anche il simbolo del suono occlusivo alveolare sonoro nell'alfabeto fonetico internazionale.

Alfabeto fonetico NATO Codice Morse
Delta –··
ICS Delta.svg Semaphore Delta.svg ⠙
Bandiera di segnalazione marittima Alfabeto semaforico Braille

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Proto-semiticD-01.png Proto-semiticD-02.png Phoenician daleth.svg Delta uc lc.svg EtruscanD-01.svg RomanD-01.png
Alfabeto lineare
(un pesce)
Proto-sinaitico
(una porta)
Il "Dāleth" fenicio Il "Delta" greco Il D etrusco La D latina
Probabile evoluzione del grafema

La lettera D deriva dall'alfabeto lineare, dal grafema che rappresentava un pesce o da quello che rappresentava una porta (daleth). Vari geroglifici egiziani potrebbero esserne all'origine. Nelle lingue semitiche, così come nel greco antico e nel latino, la lettera era pronunciata [d]; nell'etrusco, invece, tale lettera era superflua, ma si mantenne lo stesso.

La forma della minuscola d si sviluppò gradualmente dalla maiuscola.

Uso nelle lingue[modifica | modifica wikitesto]

Esempio di capolettera

Nella maggior parte delle lingue scritte con l'alfabeto latino, la D rappresenta il suono [d] (lo stesso suono della lettera in italiano). Eccezioni sono lo spagnolo, dove può essere pronunciata [d] o [ð], e il vietnamita, dove può essere pronunciata [z] o [j].

Codici informatici[modifica | modifica wikitesto]

  • Unicode: maiuscola U+0044, minuscola U+0064
  • ASCII: maiuscola 68, minuscola 100; in binario 01000100 e 01100100 rispettivamente
  • EBCDIC: maiuscola 196, minuscola 132
  • Entity: maiuscola & #68; e minuscola & #100;

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]