Alfabeto semaforico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'alfabeto semaforico è una segnalazione più veloce e meno faticosa dell'alfabeto Morse, a differenza di questo però può essere trasmesso quasi solamente con le bandierine. Gli svantaggi dell'alfabeto semaforico sono la massima distanza con cui si può comunicare, che non supera i 200 o 300 m, perché altrimenti sarebbe poco visibile, ed i simboli sono più difficili da imparare rispetto al morse, perché le lettere sono formate mettendo le braccia ad angoli diversi, e bisogna far attenzione a non sovrapporre le bandierine altrimenti il messaggio potrebbe essere frainteso.

Le posizioni dell'alfabeto semaforico somigliano a quelle delle lancette di un orologio. Infatti i movimenti sono da destra verso sinistra ed in tutto sono 8.

A differenza del morse, per i numeri non esistono posizioni particolari. Infatti i numeri si trasmettono come delle lettere, si usano le lettere dalla A alla I, e la K che fa da zero. Per indicare l'inizio di una trasmissione di numeri, si utilizza prima un segnale convenzionale, e un altro per indicare la ripresa del messaggio in lettere (la lettera J).

Solitamente ogni stazione, trasmittente o ricevente, è composta da almeno due persone.

Nella postazione di ricezione:

  • un ricevente, che guarda la trasmissione e la legge a voce alta
  • un trascrivente, che scrive su carta il messaggio

Nella postazione di trasmissione:

  • un suggeritore, che traduce il messaggio e lo detta al segnalatore
  • un segnalatore, che provvede a trasmetterlo.

Alfabeto[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marina