Volkswagen up!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Volkswagen up!
Descrizione generale
CostruttoreBandiera della Germania  Volkswagen
Tipo principaleSuperutilitaria
Produzionedal 2011
Sostituisce laVolkswagen Fox
Euro NCAP (2011[1])5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza3540 mm
Larghezza1641 mm
Altezza1489 mm
Passo2420 mm
Massada 929 a 1154 kg
Altro
StileWalter de Silva
Stessa famigliaSEAT Mii
Škoda Citigo
Auto similiCitroën C1
Fiat Panda (2012)
Ford Ka
Hyundai i10
Kia Picanto
Nissan Pixo
Opel Adam
Peugeot 107 e 108
Renault Twingo
Suzuki Alto
Toyota Aygo

La Volkswagen up! è una superutilitaria prodotta dalla casa automobilistica tedesca Volkswagen nello stabilimento di Bratislava a partire dal 2011, sia nella versione 3 porte sia in quella 5 porte e accompagnata dalle "sorelle" (condividono gli stessi componenti, stessa meccanica e pianale, cambiano solo accorgimenti estetici) SEAT Mii e Škoda Citigo.

Profilo e contesto[modifica | modifica wikitesto]

Presentata nel 2011, la vettura va a sostituire il precedente modello Fox. Commercializzata a partire dal 2012, nello stesso anno sono state introdotte, a maggio, il modello a cinque porte e la disponibilità della trasmissione automatica come optional e, a giugno, viene installato di serie un sistema di assistenza alla partenza in salita.

Nel 2013 sono state presentate la versione eco up! a doppia alimentazione metano/benzina e una versione puramente elettrica chiamata e-up! con un'autonomia fino a 160 km.

Nel 2014 è stata presentata la versione cross up! con assetto rialzato e a partire da maggio dello stesso anno, è stato aggiunto alla dotazione standard un sensore della pressione degli pneumatici. Nel 2016 è arrivato il primo restyling di metà carriera. Nel maggio 2017 la Volkswagen ha presentato al Wörthersee una concept car della up! GTI.

Attualmente, gli unici motori a benzina rimasti in gamma sono il 1.0 MPI da 60 CV e il 1.0 TSI da 115 CV per la versione GTI. Rimane la versione a metano da 68 CV.

Restyling 2016[modifica | modifica wikitesto]

Frontale up! restyling
Retro up! restyling

Nel 2016 la up! ha subito un restyling.[2] A livello meccanico viene introdotto un nuovo motore turbocompresso 1.0 TSI da 90 CV (rimosso poi, insieme al 1.0 MPI da 75 CV) già utilizzato sulla Polo. Esternamente, ci sono i nuovi fari che di serie hanno le luci diurne a LED. Sia i paraurti che i fanali posteriori sono stati ridisegnati: davanti vi è la griglia ora a nido d'ape e fari, specchietti e fascioni ridisegnati e al posteriore nuovi gruppi ottici, oltre a nuove colorazioni e personalizzazioni.

L'interno riceve un nuovo impianto audio e sistema di infotainment, con l'opzione “Maps+More” che non si utilizza più uno schermo staccabile, ma bensì uno smartphone da collegare tramite cavo o Bluetooth e utilizzare come display per le funzioni multimediali come il navigatore o la musica.

up! GTI[modifica | modifica wikitesto]

up! GTI

A metà dicembre 2016, la Volkswagen mostra alla stampa specializzata un prototipo della up! GTI. La vettura, che rappresenta la versione di punta e più sportiva della citycar tedesca, riprende la dicitura GTI già in uso dalle Polo e Golf. A spingere la vettura c'è una variante sovralimentata con turbocompressore da 116 cavalli del motore a tre cilindri da 1 litro delle altre Up!. Per aumentare la potenza di 26 cavalli rispetto alla versione da 90 CV, gli ingegneri hanno montato un turbo con una maggiore pressione di sovralimentazione e aumentato il rapporto di compressione a 10,5:1. La GTI ha una velocità massima 192 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 8,9 secondi. L'unica trasmissione disponibile è un manuale a sei marce. Esteticamente si caratterizza per nuovi paraurti più avvolgenti con fascioni in nero lucido e alcuni dettagli di colore rosso come la calandra anteriore. All'interno vi sono nuovi sedili e rivestimenti, con la trama scozzese che riprende quella della prima golf GTI. Le vendite della Up GTI sono iniziate nel 2018. [3]

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata
cm³
Potenza max Coppia massima Emissioni CO2
(g/km)
0-100 km/h
(secondi)
Velocità max
(km/h)
Consumo medio
(km/l)
1.0 MPI 60 dal 2011 al 2020 3 cilindri in linea, Benzina 999 44 kW (60 CV) 95 Nm @3000-4300 giri/min 105 14,4 160 22,2
1.0 MPI 65 dal 2020 3 cilindri in linea

Benzina

999 48 kw (65 CV) 95 Nm 3000-4300 giri/min 116 16.5 165 19,5
1.0 MPI 75 dal 2011 all'agosto 2019 3 cilindri in linea, Benzina 999 55 kW (75 CV) 95 Nm @3000-4300 giri/min 108 13,2 171 21,3
1.0 MPI 68 dal 2013 3 cilindri in linea, Metano 999 50 kW (68 CV) 90 Nm @3000-4300 giri/min 79 16,3 164 31,2 (km/kg)
1.0 TSI 90 da luglio 2016 ad agosto 2019 3 cilindri in linea, sovralimentato Benzina 999 66 kW (90 CV) 160 Nm @1500-4300 giri/min 108 9,8 185 20,1
1.0 TSI GTI 116 da dicembre 2017 3 cilindri in linea, sovralimentato Benzina 999 84 kW (116 CV) 200 Nm @2000-3000 110 8,8 196 20,8

Versioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

Azzurra sailing team[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011, presso il Salone di Ginevra, i designer Giugiaro e de Silva presentarono la up! Azzurra sailing team, un modello della up! riconfigurato in versione spiaggina, non dotata quindi di portiere né di tettuccio. La configurazione meccanica rimaneva invariata.[4]

Volkswagen e-up![modifica | modifica wikitesto]

Volkswagen e-up!

La prima versione elettrica della Volkswagen Up! (denominata e-Up!) è dotata di una batteria da 18,7 kWh ricaricabile in corrente alternata o in corrente continua. L'autonomia dichiarata è di 160 km con una ricarica (ciclo NEDC).

Nel novembre 2019 è stata presentata una versione ristilizzata della e-Up!, la quale non presenta particolari differenze a livello di design ma porta grandi novità sotto il punto di vista motoristico: nuova batteria agli ioni di litio da 32,3 kWh che porta l'autonomia a 260 km WLTP e fino a 355 km nel ciclo urbano WLTP[5], motore da 83 CV e 0-100 km/h in 11,9 secondi e velocità massima di 130 km/h. Di serie ci sono anche il climatizzatore automatico Climatronic, il volante multifunzione rivestito in pelle, il selettore del cambio, la leva del freno a mano, i cerchi in lega blade da 15”, i vetri posteriori oscurati, i battitacco anteriori in alluminio, i sensori di parcheggio posteriori con telecamera Rear View, il cruise control e il nuovo sistema di assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist. [6]La ricarica rapida può essere effettuata con la presa CCS Combo a una potenza massima di 40 kW, permettendo la ricarica completa in circa 1 ora, o in corrente alternata con una potenza massima di 7,2 kW; in questo caso la ricarica impiega circa 4 ore e mezzo.

Sicurezza automobilistica[modifica | modifica wikitesto]

La vettura è stata sottoposta ai crash test dell'Euro NCAP una prima volta nel 2011 ottenendo il risultato di 5 stelle[1] e una seconda nel 2019 in cui ha ottenuto 3 stelle[7].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili