Volkswagen up!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Volkswagen up!
VW high up! 1.0 – Frontansicht, 17. März 2012, Düsseldorf.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Volkswagen
Tipo principale Superutilitaria
Produzione dal 2011
Sostituisce la Volkswagen Fox
Euro NCAP (2011[1]) 5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3540 mm
Larghezza 1641 mm
Altezza 1489 mm
Passo 2420 mm
Massa Da 929 a 1154 kg
Altro
Stile Walter de Silva
Stessa famiglia SEAT Mii
Škoda Citigo
Auto simili Fiat Panda (2003)
Citroën C1
Nissan Pixo
Peugeot 107
Renault Twingo
Suzuki Alto
Toyota Aygo
VW high up! 1.0 – Heckansicht, 17. März 2012, Düsseldorf.jpg

La Volkswagen up! è una superutilitaria prodotta dalla casa automobilistica tedesca Volkswagen nello stabilimento di Bratislava a partire dal 2011, sia nella versione 3 porte sia in quella 5 porte e accompagnata dalle "sorelle" (condividono gli stessi componenti, stessa meccanica e pianale, cambiano solo accorgimenti estetici) SEAT Mii e Škoda Citigo.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

La vettura va a sostituire il precedente modello Fox. Viene presentato nel 2011 e commercializzato a partire dal 2012.

Nel 2013 è stata presentata la versione eco up! a doppia alimentazione metano/benzina, nel 2014 è stata presentata la versione cross up! con assetto rialzato. Nel luglio 2016 arriva un leggero restyling: davanti vi è la griglia ora a nido d'ape e fari, specchietti e fascioni ridisegnati e al posteriore nuovi gruppi ottici, oltre a nuove colorazioni e personalizzazioni; all'interno vi è un sistema integrativo per lo smartphone e un nuovo impianto audio. Viene introdotto un nuovo motore 1.0 TSI da 90 CV. Rimosso poi, insieme al 1.0 MPI da 75 CV. Attualmente, gli unici motori a benzina rimasti in gamma sono il 1.0 MPI da 60 CV e il 1.0 TSI da 115 CV per la versione GTI. Rimane la versione a metano da 68 CV.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata
cm³
Potenza max Coppia massima Emissioni CO2
(g/km)
0-100 km/h
(secondi)
Velocità max
(km/h)
Consumo medio
(km/L)
1.0 MPI 60 dall'esordio 3 cilindri in linea, Benzina 999 44 kW (60 CV) 95 Nm @3.000-4.300 giri/min 105 14,4 160 22,2
1.0 MPI 75 dall'esordio fino all'agosto 2019 3 cilindri in linea, Benzina 999 55 kW (75 CV) 95 Nm @3.000-4.300 giri/min 108 13,2 171 21,3
1.0 MPI 68 dal 2013 3 cilindri in linea, Metano 999 50 kW (68 CV) 90 Nm @3.000-4.300 giri/min 79 16,3 164 31,2 (km/kg)
1.0 TSI 90 da luglio 2016 fino ad agosto 2019 3 cilindri in linea, sovralimentato Benzina 999 66 kW (90 CV) 160 Nm @1.500-4300 giri/min 108 9,8 185 20,1
1.0 TSI GTI 115 da dicembre 2017 3 cilindri in linea, sovralimentato Benzina 999 84 kW (115 CV) -- 110 8,8 196 20,8

Versioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

Azzurra sailing team[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011, presso il Salone di Ginevra, i designer Giugiaro e de Silva presentarono la up! Azzurra sailing team, un modello della up! riconfigurato in versione spiaggina, non dotata quindi di portiere né di tettuccio. La configurazione meccanica rimaneva invariata.[2]

Volkswagen e-up![modifica | modifica wikitesto]

La prima versione elettrica della Volkswagen Up! (denominata e-Up!) è dotata di una batteria da 18,7 kWh ricaricabile in corrente alternata o in corrente continua. L'autonomia dichiarata è di 160 chilometri con una ricarica (ciclo NEDC). Nel novembre 2019 è stata presentata una versione ristilizzata della e-Up!, la quale non presenta particolari differenze a livello di design ma porta grandi novità sotto il punto di vista motoristico: nuova batteria da 32,3 kWh che porta l'autonomia a 260 km WLTP, motore da 83 CV e 0-100 km/h in 11,9 secondi e velocità massima di 130 km/h. Di serie ci sono anche il climatizzatore automatico Climatronic, il volante multifunzione rivestito in pelle, il selettore del cambio, la leva del freno a mano, i cerchi in lega blade da 15”, i vetri posteriori oscurati, i battitacco anteriori in alluminio, i sensori di parcheggio posteriori con telecamera Rear View, il cruise control e il nuovo sistema di assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist. [3]La ricarica rapida può essere effettuata con la presa CCS Combo a una potenza massima di 40 kW, permettendo la ricarica completa in circa 1 ora, o in corrente alternata con una potenza massima di 7,2 kW; in questo caso la ricarica impiega circa 4 ore e mezzo.

Sicurezza automobilistica[modifica | modifica wikitesto]

La vettura è stata sottoposta ai crash test dell'Euro NCAP una prima volta nel 2011 ottenendo il risultato di 5 stelle[1] e una seconda nel 2019 in cui ha ottenuto 3 stelle[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Test Euro NCAP del 2011, su euroncap.com. URL consultato il 28 settembre 2020.
  2. ^ UP! Giugiaro: UP! Azzurra sailing team al Salone di Ginevra auto o yacht?, su cavallivapore.it. URL consultato il 10 settembre 2014.
  3. ^ Volkswagen e-up! 2020, aumenta l’autonomia e scende il prezzo della citycar elettrica, su newsauto.it, 22 novembre 2019. URL consultato il 28 settembre 2020.
  4. ^ Test Euro NCAP del 2019, su euroncap.com. URL consultato il 28 settembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili