Volkswagen Tipo 4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volkswagen 411/412
VW411L.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Volkswagen
Tipo principale Berlina
Altre versioni Variant
Produzione dal 1968 al 1974
Sostituita da Volkswagen K 70
Esemplari prodotti 367.728
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.525-4.553 mm
Larghezza 1.635-1650 mm
Altezza 1.485 mm
Passo 2.500 mm
Massa da 1.020 a 1.120 kg
Altro
Stile Pininfarina[1]
Altre eredi Volkswagen Passat
Stessa famiglia Volkswagen Tipo 3
VW 411 LE 1971 2.JPG

La Volkswagen Tipo 4 è un'autovettura prodotta dalla casa automobilistica tedesca Volkswagen tra il 1968 ed il 1974 e commercializzata come Volkswagen 411 e Volkswagen 412.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

1973: fasi finali della produzione della 412 e della K70 nello stabilimento di Wolfsburg

Quando la casa di Wolfsburg decise di entrare nel segmento medio alto, scelse di non abbandonare le caratteristiche che la contraddistinguevano: motore 4 cilindri boxer raffreddato ad aria montato in posizione posteriore a sbalzo, trazione sul retrotreno, sospensione a ruote indipendenti con barre di torsione e cambio manuale a 4 rapporti.

La nuova vettura venne presentata al salone dell'automobile di Parigi del 1968.

Anche sulla 411, come già sulla Typ 3, la ventola del raffreddamento ad aria venne calettata direttamente sull'albero motore e vennero utilizzati carburatori orizzontali, sempre con il medesimo intento di ridurre l'altezza del propulsore per ottenere un piano di carico relativamente basso e ampio.

Volkswagen 411[modifica | modifica wikitesto]

La versione station wagon denominata 411 Variant del 1971

La 411 del 1968, primo modello della stirpe Tipo 4, era una berlina a 2 volumi con coda fastback, disponibile sia in versione a 2 che a 4 porte. Pochi mesi dopo, nel 1969, venne presentata anche la versione Variant, cioè familiare a 3 porte. In questa occasione venne anche rivisto il frontale dell'auto, passata a due fari rotondi dall'unico faro oblungo della presentazione e con il logo VW passato dal cofano al centro della calandra.

Il 4 cilindri boxer che muoveva le 411 aveva una cilindrata incrementata a 1679 cm³, ma, nonostante l'alimentazione con due carburatori, la potenza era modesta: appena 68 CV[2]. Il cambio era manuale a 4 rapporti ma era disponibile anche un cambio automatico.

Poco brillanti le prestazioni con una velocità massima di 146 km/h, penalizzate anche da un corpo vettura ingombrante di 452 cm di lunghezza per 164 di larghezza e relativamente pesante per la tipologia di vettura e per l'epoca con una massa di 1020 kg per la berlina e 1.120 per la Variant. Adeguati, invece, i freni, con impianto di tipo misto.

Solida, rifinita e spaziosa la 411 era penalizzata da una linea poco riuscita e dai consumi elevati in rapporto alle prestazioni.

Nel 1969 venne lanciata la 411 LE (berlina o Variant) con alimentazione a iniezione elettronica da cui la E della sigla, una delle prime adottate su auto di serie. La potenza cresceva a 80 CV[2], la velocità massima diventava di 154 km/h. Curiosamente, questa stessa motorizzazione con iniezione elettronica fu adottata, con altri parametri, per la versione meno potente della Volkswagen-Porsche 914.

Volkswagen 412[modifica | modifica wikitesto]

Una Volkswagen 412

Nel 1972 un restyling interessò il frontale con nuovi doppi fari circolari, diversi inediti fregi sulla carrozzeria, paraurti più ampi e con protezione in gomma, la coda con nuovi gruppi ottici più ampi e riposizionati, i profili cromati rivisti e gli interni con una nuova plancia e diversi rivestimenti. Il nome divenne 412. Gli ingombri esterni restarono pressoché invariati, così come le versioni in produzione.

La gamma dei motori venne variata: la versione a carburatori crebbe di cilindrata fino a 1795 cm³, ma perse 1 carburatore con la potenza che arrivò comunque a 75 CV, quella a iniezione invariata nella cilindrata, guadagnò 1 CV[3].

Vista posteriore di una Volkswagen 412

La nuova gamma comprendeva sempre gli allestimenti base e L (solo L per la versione a iniezione).

Le 412 uscirono di listino nel 1974 dopo 367.728 esemplari costruiti, sostituite dalla Volkswagen Passat; nell'ultimo anno di produzione, tuttavia, venne abbandonata l'iniezione elettronica che aveva creato non pochi problemi e le versioni LE vennero sostituite dalle LS, con motore a carburatori di 1795 cm³ che sviluppava 85 CV[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ a b (DE) Volkswagen Classic - 411, volkswagen-classic.de. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  3. ^ a b (DE) Volkswagen Classic - 412, volkswagen-classic.de. URL consultato il 6 dicembre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili