Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Tokyo Ghoul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tokyo Ghoul
manga
Copertina del primo volume dell'edizione italiana
Copertina del primo volume dell'edizione italiana
Titolo orig. 東京喰種トーキョーグール
(Tōkyō Gūru)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Sui Ishida
Disegni Tetsuya Tashiro
Editore Shūeisha
1ª edizione 8 settembre 2011 – 18 settembre 2014
Collanaed. Weekly Young Jump
Tankōbon 14 (completa)
Formato 13 × 18 cm
Editore it. Edizioni BD - Jpop
1ª edizione it. 4 novembre 2014 – in corso
Periodicità it. bimestrale
Volumi it. 3 / 14 Completa al 21%.
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Target seinen
Generi dark fantasy, horror, thriller psicologico
Tokyo Ghoul
serie TV anime
Copertina del DVD box della Dynit
Copertina del DVD box della Dynit
Titolo orig. 東京喰種トーキョーグール
(Tōkyō Gūru)
Regia Shuhei Morita
Soggetto Chūji Mikasano
Studio Pierrot
Musiche Yutaka Yamada
Reti Tokyo MX, TVA, TVQ, TVO, AT-X, BS Dlife
1ª TV 3 luglio – 18 settembre 2014
Episodi 12 (completa)
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 24 min
Censura
Distributore it. Dynit
Reti it. Popcorn TV (sottotitolato), VVVVID (sottotitolato e doppiato)
1ª TV it. 23 dicembre 2014 – 10 marzo 2015
Episodi it. 12 (completa)
Censura it.
Generi dark fantasy, horror, thriller psicologico
Tokyo Ghoul: JACK
manga
Titolo orig. 東京喰種トーキョーグール [JACK]
(Tōkyō Gūru [JACK])
Autore Sui Ishida
Editore Shūeisha
1ª edizione agosto – settembre 2013
Collanaed. Jump Live
Target seinen
Tokyo Ghoul:re
manga
Titolo orig. 東京喰種トーキョーグール:re
(Tōkyō Gūru:re)
Autore Sui Ishida
Editore Shūeisha
1ª edizione 16 ottobre 2014 – in corso
Collanaed. Weekly Young Jump
Tankōbon 2 (in corso)
Target seinen
Tokyo Ghoul √A
serie TV anime
Titolo orig. 東京喰種トーキョーグール√A
(Tōkyō Gūru √A)
Regia Shuhei Morita
Soggetto Chūji Mikasano
Studio Pierrot
Musiche Yutaka Yamada
Reti Tokyo MX, TVA, TVQ, TVO, AT-X, Dlife
1ª TV 8 gennaio – 26 marzo 2015
Episodi 12 (completa)
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 24 min
Censura
Distributore it. Dynit
Reti it. Popcorn TV (sottotitolato), VVVVID (sottotitolato)
Censura it.
Generi dark fantasy, horror, thriller psicologico

Tokyo Ghoul (東京喰種トーキョーグール Tōkyō Gūru?) è un manga scritto ed illustrato da Sui Ishida, che è stato serializzato sulla rivista Weekly Young Jump della Shūeisha dal settembre 2011 al settembre 2014[1]. I capitoli della serie sono stati raccolti complessivamente in quattordici volumi tankōbon. La storia segue le vicende di Ken Kaneki, un giovane studente universitario in punto di morte a cui vengono trapiantati gli organi di un ghoul. Un prequel, intitolato Tokyo Ghoul: JACK, è stato serializzato sul Jump Live nel 2013, mentre un sequel dal titolo Tokyo Ghoul:re ha iniziato la serializzazione sul Weekly Young Jump il 16 ottobre 2014[2]. Un adattamento anime, prodotto dalla Pierrot, è andato in onda in Giappone tra il 3 luglio e il 18 settembre 2014[3]. Una seconda stagione, intitolata Tokyo Ghoul √A, è stata trasmessa tra l'8 gennaio e il 26 marzo 2015[4].

In Italia il manga è edito dalla Jpop a partire dal Lucca Comics & Games 2014[5], mentre invece i diritti di entrambe le serie anime sono stati acquistati dalla Dynit[6][7].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Tokyo si stanno verificando una serie di strani e cruenti omicidi dovuti alla presenza dei ghoul, mostri che vedono gli umani solo come prede e che si possono cibare unicamente della loro carne. Ken Kaneki è uno studente universitario, dedito allo studio e alla lettura, che un giorno conosce in un bar Rize, sua affascinante coetanea: in realtà anche la ragazza è un ghoul e Ken diventerà ben presto la sua preda. Rize infatti, con un pretesto, attira Ken in un luogo isolato dove lo ferisce gravemente con dei ripetuti attacchi, ma prima di poterlo divorare, muore colpita da una serie di travi di ferro che precipita fortunatamente da un edificio in costruzione nei paraggi. Il ragazzo viene quindi portato d'urgenza in un ospedale dove il chirurgo della sua operazione, in un gesto disperato, decide di sottoporlo a un trapianto di organi, presi proprio dal corpo di Rize. Sopravvissuto all'impossibile, Ken inizia presto a capire però di essere diventato anche lui una specie di ghoul in una città sparsa di questi mostri, dove ciascuno, per mangiare, deve "cacciare" nel proprio territorio.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Ken Kaneki (金木 研 Kaneki Ken?) / Haise Sasaki (佐々木 琲世 Sasaki Haise?)
Doppiato da: Natsuki Hanae (ed. giapponese), Manuel Meli (ed. italiana)
Tōka Kirishima (霧嶋 董香 Kirishima Tōka?)
Doppiata da: Sora Amamiya (ed. giapponese), Ludovica Bebi (ed. italiana)
Rize Kamishiro (神代 利世 Kamishiro Rize?)
Doppiata da: Kana Hanazawa (ed. giapponese), Eleonora Reti (ed. italiana)
Shū Tsukiyama (月山 習 Tsukiyama Shū?)
Doppiato da: Mamoru Miyano (ed. giapponese), Federico Di Pofi (ed. italiana)
Yoshimura (芳村?)
Doppiato da: Takayuki Sugō (ed. giapponese), Bruno Alessandro (ed. italiana)
Hinami Fueguchi (笛口 雛実 Fueguchi Hinami?)
Doppiata da: Sumire Morohoshi (ed. giapponese), Vittoria Bartolomei (ed. italiana)
Nishiki Nishio (西尾 錦 Nishio Nishiki?)
Doppiato da: Shintarō Asanuma (ed. giapponese), Emiliano Reggente (ed. italiana)
Renji Yomo (四方 蓮示 Yomo Renji?)
Doppiato da: Yūichi Nakamura (ed. giapponese), Roberto Certomà (ed. italiana)
Uta (ウタ Uta?)
Doppiato da: Takahiro Sakurai (ed. giapponese), Gabriele Lopez (ed. italiana)
Kōtarō Amon (亜門 鋼太朗 Amon Kōtarō?)
Doppiato da: Katsuyuki Konishi (ed. giapponese), Massimo Triggiani (ed. italiana)
Hideyoshi Nagachika (永近 英良 Nagachika Hideyoshi?) / Hide (ヒデ?)
Doppiato da: Toshiyuki Toyonaga (ed. giapponese), Daniele Raffaeli (ed. italiana)
Kureo Mado (真戸 呉緒 Mado Kureo?)
Doppiato da: Tōru Ōkawa (ed. giapponese), Stefano Santerini (ed. italiana)
Jūzō Suzuya (鈴屋 什造 Suzuya Jūzō?)
Doppiato da: Rie Kugimiya (ed. giapponese), Fabrizio Valezano (ed. italiana)

Media[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capitoli di Tokyo Ghoul.

Il manga, scritto e disegnato da Sui Ishida, è stato serializzato sul Weekly Young Jump della Shūeisha tra l'8 settembre 2011 e il 18 settembre 2014[1][8]. Il primo volume tankōbon è stato messo in vendita il 17 febbraio 2012[9]; il quattordicesimo ed ultimo è stato pubblicato invece il 17 ottobre 2014[10], insieme ad una collezione di illustrazioni intitolata Tokyo Ghoul: zakki (東京喰種トーキョーグール[zakki] Tōkyō Gūru: zakki?)[11][2]. In Italia i diritti sono stati acquistati dalla Jpop, che ha dato inizio alla pubblicazione dei volumi nel novembre 2014[5].

Un prequel, intitolato Tokyo Ghoul: JACK, è stato serializzato sul Jump Live della Shūeisha tra agosto e settembre 2013. Un sequel, intitolato Tokyo Ghoul:re (東京喰種トーキョーグール:re Tōkyō Gūru:re?), ha iniziato la serializzazione sul Weekly Young Jump il 16 ottobre 2014[2][12]. Due volumi tankōbon sono stati pubblicati rispettivamente il 19 dicembre 2014[13] e il 19 marzo 2015[14]. La storia è ambientata tre anni dopo la fine della serie originale e segue le vicende del "nuovo protagonista" Haise Sasaki[15].

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo Ghoul[modifica | modifica wikitesto]

La serie televisiva anime di dodici episodi, prodotta dalla Pierrot e diretta da Shuhei Morita[16][17], è andata in onda sulla Tokyo MX tra il 3 luglio e il 18 settembre 2014. L'adattamento è stato trasmesso anche dalle emittenti televisive TVA, TVQ, TVO, AT-X e Dlife[18]. Le sigle di apertura e chiusura sono rispettivamente "unravel" di TK dei Ling tosite sigure e "Seijatachi" (聖者たち? lett. "Santi") dei People In The Box[19]. In Italia la serie è stata trasmessa dalla Dynit, sottotitolata in italiano, su Popcorn TV e VVVVID in contemporanea col Giappone[6], mentre in America del Nord i diritti di streaming e distribuzione home video sono stati acquistati dalla Funimation[20]. Dal 23 dicembre 2014 al 10 marzo 2015 la serie è stata poi caricata anche doppiata in italiano su VVVVID sempre dalla Dynit[21].

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone[23] Italia
1 Tragedia
「悲劇」 - Higeki
3 luglio 2014[22] 23 dicembre 2014
2 Solitudine
「孵化」 - Fuka
10 luglio 2014[24] 30 dicembre 2014
3 Colomba
「白鳩」 - Shirohato
17 luglio 2014[25] 2 gennaio 2015
4 Cena
「晩餐」 - Bansan
24 luglio 2014[26] 12 gennaio 2015
5 Vestigia
「残痕」 - Zankon
31 luglio 2014[27] 20 gennaio 2015
6 Acquazzone
「驟雨」 - Shūu
7 agosto 2014[28] 27 gennaio 2015
7 Prigionia
「幽囚」 - Yūshū
14 agosto 2014[29] 3 febbraio 2015
8 Circolo
「円環」 - Enkan
21 agosto 2014[30] 10 febbraio 2015
9 Gabbia per uccelli
「鳥籠」 - Torikago
28 agosto 2014[31] 17 febbraio 2015
10 Aogiri
「青桐」
4 settembre 2014[32] 24 febbraio 2015
11 Impeto
「衝天」 - Shōten
11 settembre 2014[33] 3 marzo 2015
12 Ghoul
「喰種」 - Gūru
18 settembre 2014[34] 10 marzo 2015

Tokyo Ghoul √A[modifica | modifica wikitesto]

Ken Kaneki nella seconda stagione

La seconda stagione, annunciata momentaneamente in anticipo sul sito ufficiale cinese della serie[35] e composta anch'essa da dodici episodi[36], è stata trasmessa tra l'8 gennaio e il 26 marzo 2015[4][18]. Le sigle di apertura e chiusura sono "Munō" (無能? lett. "Incompetenza") del progetto österreich[37] e "Kisetsu wa tsugitsugi shindeiku" (季節は次々死んでいく? lett. "Stagioni che muoiono una dopo l'altra") degli Amazarashi[38][39]. In Italia la trasmissione in streaming su Popcorn TV e VVVVID ha avuto inizio il 12 gennaio 2015[7].

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone[40] Italia
1 Fede
「新洸」 - Shin kō
8 gennaio 2015
2 Fiori danzanti
「舞花」 - Maika
15 gennaio 2015
3 L'appeso
「吊人」 - Tsu hito
22 gennaio 2015
4 Verità celate
「深層」 - Shinsō
29 gennaio 2015
5 Squarcio
「裂目」 - Kiretsu
5 febbraio 2015
6 Migliaia di sentieri
「千路」 - Chiji
12 febbraio 2015
7 Infiltrazione
「透過」 - Tōka
19 febbraio 2015
8 Anteiku
「旧九」 - Kyū kyū
26 febbraio 2015
9 La città dei desideri
「街望」 - Machi mochi
5 marzo 2015
10 L'ultima pioggia d'autunno
「終雨」 - Tsui ame
12 marzo 2015
11 Un giorno, tra fiori straripanti
「溢花」 - Mitsuru hana
19 marzo 2015
12 Ken
「研」 - Ken
26 marzo 2015

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Gli episodi di Tokyo Ghoul sono stati raccolti in quattro volumi BD/DVD che sono stati distribuiti in Giappone per il mercato home video tra il 26 settembre e il 26 dicembre 2014[41].

Volume Episodi Data di pubblicazione
1 1–3 26 settembre 2014
2 4–6 31 ottobre 2014
3 7–9 28 novembre 2014
4 10–12 26 dicembre 2014

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Un videogioco intitolato Tokyo Ghoul carnaval, prodotto dalla Bandai Namco Games, è stato pubblicato per smartphone con sistema operativo Android ed iOS rispettivamente il 6[42] e il 9 febbraio 2015[43]. Il giocatore può formare il suo team personalizzato scegliendo tra i vari personaggi (sia ghoul che investigatori) disponibili, così come ha anche la possibilità di esplorare una mappa in 3D[44]. Un altro videogioco dal titolo Tokyo Ghoul Masquerader, sempre prodotto dalla Bandai Namco Games, sarà un gioco di ruolo d'avventura per PlayStation Vita[45].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo Ghoul è stato il ventisettesimo manga più venduto in Giappone nel 2013 grazie a ben 1.666.348 vendite complessive stimate, ed entro gennaio 2014 il titolo ha venduto in tutto circa 2.6 milioni di copie[46]. Nel 2014, invece, la serie ha raggiunto le 6.946.203 copie vendute, aggiudicandosi così il quarto posto dei manga più venduti dell'anno[47]. Ad un mese dalla pubblicazione, il primo volume del seguito, Tokyo Ghoul:re, ha venduto più di 630.000 copie[48].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Tokyo Ghoul Manga to End This Month, Anime News Network, 12 settembre 2014. URL consultato il 13 settembre 2014.
  2. ^ a b c (EN) Tokyo Ghoul:re Manga to Launch This Month, Anime News Network, 10 ottobre 2014. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  3. ^ Anime per il manga horror divora-uomioni Tokyo Ghoul di Sui Ishida, AnimeClick.it, 16 gennaio 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  4. ^ a b (EN) Tokyo Ghoul TV Anime's 2nd Season to Premiere in January, Anime News Network, 10 ottobre 2014. URL consultato il 10 ottobre 2014.
  5. ^ a b Intervista esclusiva a J-POP e GP Manga - Seconda parte, AnimeClick.it, 19 maggio 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  6. ^ a b Dynit annuncia il simulcast di Tokyo Ghoul, AnimeClick.it, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  7. ^ a b Nuovi Simulcast Gennaio (parte1), Dynit, 30 dicembre 2014. URL consultato il 30 dicembre 2014.
  8. ^ (JA) 石田スイ「東京喰種」完結、最終巻は10月に, Natalie, 18 settembre 2014. URL consultato il 18 settembre 2014.
  9. ^ (JA) 東京喰種トーキョーグール/1, Shūeisha. URL consultato il 15 luglio 2014.
  10. ^ (JA) 東京喰種トーキョーグール/14, Shūeisha. URL consultato il 18 settembre 2014.
  11. ^ (JA) 東京喰種トーキョーグール[zakki], Shūeisha. URL consultato il 7 gennaio 2015.
  12. ^ (JA) 石田スイ新連載は喰種の新章、アニメ2期も, Natalie, 11 ottobre 2014. URL consultato il 13 ottobre 2014.
  13. ^ (JA) 東京喰種トーキョーグール:re 1, Shūeisha. URL consultato il 22 dicembre 2014.
  14. ^ (JA) 東京喰種トーキョーグール:re 2, Shūeisha. URL consultato il 23 febbraio 2015.
  15. ^ (EN) Tokyo Ghoul:re Manga Changes Main Character, Anime News Network, 11 ottobre 2014. URL consultato il 12 ottobre 2014.
  16. ^ (EN) Oscar Nominee Morita Helms Tokyo Ghoul Anime at Pierrot, Anime News Network, 22 febbraio 2014. URL consultato il 22 febbraio 2014.
  17. ^ (JA) 第1期 Staff & Cast, Marvelous. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  18. ^ a b (JA) On Air, Marvelous. URL consultato il 15 luglio 2014.
  19. ^ (JA) 第1期 Products -Music-, Marvelous. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  20. ^ (EN) Funimation Acquires Tokyo Ghoul, Street Fighter:Assassin Fist, Anime News Network, 8 giugno 2014. URL consultato il 15 luglio 2014.
  21. ^ Tokyo Ghoul doppiato in italiano su VVVVID, Dynit. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  22. ^ (JA) 第1話 悲劇 2014年07月03日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  23. ^ (JA) 第1期 各話紹介, Marvelous. URL consultato l'8 gennaio 2015.
  24. ^ (JA) 第2話 孵化 2014年07月10日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  25. ^ (JA) 第3話 白鳩 2014年07月17日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  26. ^ (JA) 第4話 晩餐 2014年07月24日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  27. ^ (JA) 第5話 残痕 2014年07月31日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  28. ^ (JA) 第6話 驟雨 2014年08月07日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  29. ^ (JA) 第7話 幽囚 2014年08月14日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  30. ^ (JA) 第8話 円環 2014年08月21日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  31. ^ (JA) 第9話 鳥籠 2014年08月28日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  32. ^ (JA) 第10話 青桐 2014年09月04日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  33. ^ (JA) 第11話 衝天 2014年09月11日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  34. ^ (JA) 第12話 喰種 2014年09月18日放送, Tokyo MX. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2014).
  35. ^ Tokyo Ghoul, rimosso l'annuncio della II stagione anime, AnimeClick.it, 19 settembre 2014. URL consultato il 30 settembre 2014.
  36. ^ (EN) Tokyo Ghoul Creator: Season 2 Will Be 12 Episodes, Anime News Network, 22 dicembre 2014. URL consultato il 22 dicembre 2014.
  37. ^ (EN) österreich Performs 2nd Tokyo Ghoul Season's Opening Song, Anime News Network, 25 dicembre 2014. URL consultato l'8 gennaio 2015.
  38. ^ (EN) Band amazarashi Performs 2nd Tokyo Ghoul Season's Ending Song, Anime News Network, 7 dicembre 2014. URL consultato il 22 dicembre 2014.
  39. ^ (JA) 第2期 Products -Music-, Marvelous. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  40. ^ (JA) 第2期 各話紹介, Marvelous. URL consultato l'8 gennaio 2015.
  41. ^ (JA) 第1期 Products -Blu-ray&DVD-, Marvelous. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  42. ^ (JA) 東京喰種 carnaval, Google Play. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  43. ^ (EN) iOS version of the Tokyo Ghoul carnaval released today in Japan, Senpai Gamer, 9 febbraio 2015. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  44. ^ (EN) Tokyo Ghoul carnaval Smartphone Game Teased in Video, Anime News Network, 2 dicembre 2014. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  45. ^ (EN) Tokyo Ghoul Gets PS Vita Game, Anime News Network, 17 gennaio 2015. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  46. ^ (EN) Sui Ishida's Suspense Horror Manga Tokyo Ghoul Gets Anime, Anime News Network, 16 gennaio 2014. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  47. ^ (EN) Top-Selling Manga in Japan by Series: 2014, Anime News Network, 30 novembre 2014. URL consultato il 30 novembre 2014.
  48. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, January 12-18, Anime News Network, 21 gennaio 2015. URL consultato il 23 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]