Stazione di Equi Terme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Equi Terme
stazione ferroviaria
Equi Terme station on the Aulla-Lucca line.jpg
Vista del fabbricato viaggiatori nel 2001
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàCasola in Lunigiana, località Equi Terme
Coordinate44°10′12.36″N 10°09′13.32″E / 44.1701°N 10.1537°E44.1701; 10.1537Coordinate: 44°10′12.36″N 10°09′13.32″E / 44.1701°N 10.1537°E44.1701; 10.1537
Lineeferrovia Aulla-Lucca
Caratteristiche
TipoFermata in superficie, passante
Stato attualeIn uso
OperatoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1930
Binari1
2 + 1 merci in passato
InterscambiAutolinee
DintorniEqui Terme

La stazione di Equi Terme è una fermata ferroviaria posta lungo la linea Lucca Aulla, a servizio dell'omonimo abitato.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inaugurata il 1º agosto 1930 contestualmente al tronco di linea proveniente da Monzone, la fermata serviva la frazione del comune di Fivizzano che all'epoca risultava divisa tra i comuni di Fivizzano e Casola in Lunigiana.

All'atto dell'attivazione del DCO sulla linea, l'impianto è stato declassato a semplice a fermata e conseguentemente privato dei 3 binari di incrocio e dello scalo merci. Quest'ultimo, dopo essere stato utilizzato come area di cantiere ai tempi della costruzione della galleria di Ugliancaldo, passò a servizio dell'attività estrattiva della zona.

Durante il Secondo Conflitto Mondiale, a motivo della posizione protetta, lo scalo fu utilizzato per il ricovero e il carico dei treni con materiale bellico destinato al Polverificio della Regia Marina di Pallerone. Nel 2002 la fermata risultava impresenziata insieme ad altri 25 impianti situati sulla linea[1].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Capolinea del tronco proveniente da Aulla fino al dopo guerra, la fermata gestiva un importante numero di viaggiatori diretti agli stabilimenti termali oltre a provvedere al carico del materiale estratto dalle cave.

La fermata possiede un fabbricato viaggiatori, di un fabbricato per i servizi igienici e di due banchine, collegate tra loro tramite un attraversamento a raso, che servono i soli due binari di transito (il due in servizio, mentre il primo è stato dismesso da tempo). L'impianto disponeva inoltre di uno scalo merci di cui è rimasto il piano caricatore e dei binari tronchi che lo collegavano alla linea principale.

Danni del terremoto del 2013[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 il fabbricato viaggiatori venne seriamente danneggiato al perimetro lato Aulla ed ora risulta inagibile e recintato. Fino a tale data parte dei suoi locali erano in concessione ad un pastificio[2][3].

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La fermata è servita dalle corse svolte da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio con la Regione Toscana.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La fermata dispone di:

  • Servizi igienici Servizi igienici

I seguenti servizi, in seguito al terremoto del 2013, non sono più disponibili:

  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Sala d'attesa Sala d'attesa

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

La fermata permette i seguenti interscambi:

  • Fermata autobus Fermata autobus

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 95, RFI, prima pubblicazione dicembre 2003, ISBN non esistente.
  • Fabrizio Torella e Teresa Coltellese, Le stazioni impresenziate sulla rete ferroviaria italiana. Definire il fenomeno per definire le opportunità, 2002, ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]