Ferrovia Cana-Arcille-Grosseto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cana-Arcille-Grosseto
Ferrovia Grosseto-Arcille-Cana.png
Stati attraversatiItalia Italia
InizioCana
FineGrosseto
Attivazione1920
Soppressione1950 (?)
Lunghezzakm
Scartamento1435 mm tra Arcille e Grosseto
950 mm tra Cana e Arcille
Ferrovie

La ferrovia Cana-Arcille-Grosseto era una ferrovia mineraria privata in servizio fino a metà del Novecento tra la stazione di Grosseto e il bacino minerario di Cana e Baccinello.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La linea entrò in servizio nel tratto compreso fra Cana, frazione di Roccalbegna, e Arcille, frazione di Campagnatico, nel 1916, contestualmente all'apertura della ferrovia Cana-Arcille-Rispescia. Questa era una ferrovia mineraria a scartamento ridotto costruita per servire le ricche cave di lignite aperte nel corso dell'Ottocento nell'area collinare tra Cana e Baccinello. I treni merci che vi circolavano trasportavano i minerali ivi estratti da Cana verso la ferrovia Tirrenica, in funzione sin dal 1864 e passante per Grosseto. Al fine di migliorare ulteriormente la comunicazione tra le miniere e il territorio comunale grossetano, si decise di realizzare un collegamento ferroviario a scartamento ordinario tra Arcille e Grosseto, in modo tale da permettere ai convogli provenienti da Cana di proseguire la propria corsa sia verso nord, in direzione di Livorno, che verso sud, in direzione di Roma, percorrendo la ferrovia Tirrenica.

Il binario tra Grosseto e Arcille vide la luce nel 1920 e portò alla dismissione, cinque anni dopo, del tratto Arcille-Rispescia. Partendo da Cana, la ferrovia seguiva l'andamento prima del torrente Trasubbie e poi del fiume Ombrone, incontrando nel suo tragitto le stazioni intermedie di Baccinello, Arcille, Istia d'Ombrone (da cui partiva un raccordo per una fornace) e Grosseto Ansaldo; quest'ultima, situata ad est del centro abitato grossetano, serviva le officine ferroviarie della società Ansaldo. La linea prestò servizio sino alla metà del XX secolo quando, a seguito della cessazione delle attività estrattive, fu soppressa in favore di una strada carrabile.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

 Stazioni e fermate 
Unknown route-map component "exKBHFa"
Cana
Unknown route-map component "exHST"
Baccinello
Unknown route-map component "exBHF"
Arcille
Unknown route-map component "exBHF"
Istia d'Ombrone
Unknown route-map component "exABZgl" Unknown route-map component "exCONTfq"
per Rispescia
Unknown route-map component "exDST"
Grosseto Ansaldo
Unknown route-map component "xABZgxl+l" Unknown route-map component "CONTfq"
per Roma
Station on track
Grosseto
Continuation forward
per Livorno
Legenda · Convenzioni di stile

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Innocenti, Istia e il suo territorio: briciole di storia, Grosseto, Editrice Innocenti, 2007, p. 91.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]