Ferrovia Pisa Centrale-Pisa Aeroporto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pisa Centrale-Pisa Aeroporto
InizioPisa Centrale
FinePisa Aeroporto
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza1,445 km
Apertura1983
Chiusura2013
GestoreRFI
Precedenti gestoriFS (1983-2001)
Scartamento1435 mm
Elettrificazione3000 V CC
Notesostituita dal Pisa Mover
Ferrovie

La ferrovia Pisa Centrale-Pisa Aeroporto è stata una breve linea ferroviaria che raccordava la stazione di Pisa Centrale all'aeroporto di Pisa-San Giusto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione di un raccordo ferroviario che collegasse la stazione di Pisa Centrale allo scalo aeroportuale di Pisa-San Giusto fu finanziata con la legge n. 369 del 1974: per l'opera fu stanziato un totale di 8 miliardi di lire. La ferrovia fu attivata il 29 gennaio 1983, risultando essere il primo esempio di collegamento ferroviario aeroportuale in Italia[1]. La linea rimase in servizio per 30 anni finché, il 15 dicembre 2013, non è stata soppressa per consentire la costruzione del Pisa Mover, un impianto di people mover a funicolare che ne ha ricalcato il percorso[2] e, a partire dal 18 marzo 2017, ha sostituito la ferrovia mantenendone i tempi di percorrenza e aumentando la frequenza delle corse.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Stazioni e fermate
Continuation backward
per Firenze
Unknown route-map component "d" Unknown route-map component "ABZg+l" Unknown route-map component "ABZq+r" Unknown route-map component "dCONTfq"
per Roma (via Collesalvetti)
Station on track Straight track
80+848 Pisa Centrale 4 m s.l.m.
Unknown route-map component "dCONTgq" Unknown route-map component "ABZq+r" Unknown route-map component "ABZgr" Straight track Unknown route-map component "d"
per Lucca e per Genova
Unknown route-map component "KRWg+l" Unknown route-map component "xKRWgr" Straight track
Unknown route-map component "eKRWgl" Unknown route-map component "exKRWg+r" Straight track
82+152 deviatoio Tagliaferro
Straight track Unknown route-map component "exKBHFe" Unknown route-map component "kSTR3"
82+293 Pisa Aeroporto
Unknown route-map component "dCONTgq" Unknown route-map component "ABZqr" Unknown route-map component "kSTRr+1" Unknown route-map component "kSTRc4" Unknown route-map component "d"
per Livorno
Legenda · Convenzioni di stile

La ferrovia era a binario singolo e lo scartamento adottato fu quello ordinario da 1435 mm. Lunga 1445 metri, la linea era elettrificata con tensione a 3000 volt a corrente continua. Per quanto concerne la gestione del traffico ferroviario, la ferrovia rientrava per intero nell'area di competenza della cosiddetta "stazione di Pisa". L'8 dicembre 2008 le stazioni di Pisa Centrale e Pisa Aeroporto hanno perso lo status di stazione, divenendo fasci di binari integrati in una più grande struttura nota, appunto, con il nome di "stazione di Pisa"[3].

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La ferrovia aveva inizio presso il binario 14 della stazione di Pisa Centrale; dopo aver seguito il percorso della ferrovia Leopolda in direzione di Livorno per circa un chilometro, la linea voltava verso est in direzione dell'aeroporto di Pisa-San Giusto terminando il suo tragitto presso la stazione di Pisa Aeroporto, direttamente collegata alle strutture dello scalo aeroportuale.

Traffico[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio sulla linea era svolto da treni regionali con corse cadenzate ogni mezz'ora. I convogli impiegavano 5 minuti per coprire l'intero tragitto; quasi tutte le corse erano attestate presso la stazione di Pisa Centrale, ad eccezione di 4 corse giornaliere che raggiungevano la stazione di Firenze Santa Maria Novella.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Notizia flash, in i Treni Oggi, n. 27, febbraio 1983, p. 3.
  2. ^ People Mover di Pisa, vince LEITNER, su it.minimetro.com. URL consultato il 20 marzo 2017.
  3. ^ RFI, Circolare FI 18/2008.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Perondi, Pisa: collegamento ferroviario con l'aeroporto, in "I Treni Oggi" n. 3 (novembre 1980), pp. 10-11.
  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 94, RFI, prima pubblicazione dicembre 2003 [la linea era presente fino alla versione aggiornata al 2013], ISBN non esistente.
  • Marco Minari, Treni in aeroporto, in "I Treni" n. 280 (aprile 2006), pp. 28-32.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]