Polonia al Junior Eurovision Song Contest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polonia
EuroPolonia.svg
Televisione TVP
Stato organizzatore Polonia Polonia
2019
2020
Partecipazioni 6
Prima partecipazione 2003
Miglior piazzamento 1°, (2018)
1°, (2019)
Peggior piazzamento Ultimo, (2003)
Ultimo, (2004)

La Polonia ha partecipato 6 volte sin dal suo debutto nel 2003. La rete che ha curato le varie partecipazioni è la TVP. Si ritira nel 2005 per problemi finanziari, ma tornerà 12 anni dopo nell'edizione 2016.

Nel 2018 grazie a Roksana Węgiel ottiene la sua prima vittoria con il brano Anyone I Want to Be, e successivamente viene annunciato che il paese ospiterà l'evento nel 2019, nella Gliwice Arena. Il 24 novembre 2019 la Polonia vince per la seconda volta, con Superhero di Viki Gabor, diventando la prima nazione ad aggiudicarsi la manifestazione per due anni consecutivi, nonché la prima a vincere in casa.

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  •      Primo posto

  •      Secondo posto

  •      Terzo posto

  •      Ultimo posto

Anno Artista Lingua Canzone Posizione
Finale Punti
2003 Kasia Zurawik Polacco Coś mnie nosi 16° 3
2004 KWADro Polacco Łap życie 17° 3
Nessuna partecipazione dal 2005 al 2015
2016 Olivia Wieczorek Polacco, inglese Nie zapomnij 11° 60
2017 Alicja Rega Polacco Mój dom 138
2018 Roksana Węgiel Polacco, inglese Anyone I Want to Be 215
2019 Viki Gabor Polacco, inglese Superhero 278
2020

Storia delle votazioni[modifica | modifica wikitesto]

Al 2017, le votazioni della Polonia sono state le seguenti:

Punti dati

Posizione Stato Punti
1 Australia Australia
Bielorussia Bielorussia
25
2 Georgia Georgia 23
3 Russia Russia 21
4 Spagna Spagna 20
5 Italia Italia 18

Punti ricevuti

Posizione Stato Punti
1 Bielorussia Bielorussia 21
2 Armenia Armenia 20
3 Israele Israele 14
4 Irlanda Irlanda 12
5 Malta Malta
Paesi Bassi Paesi Bassi
10

Organizzazione dell'evento[modifica | modifica wikitesto]

Anno Città Luogo Conduttori
2019 Polonia Gliwice Gliwice Arena Ida Nowakowska, Aleksander Sikora e Roksana Węgiel
2020 Polonia Varsavia TVP Studio

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]