MyAnna Buring

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

MyAnna Buring, nata Margaretha MyAnna Buring Rantapää (ˌmʏˈana ˈbʉː.rɪŋ; Sundsvall, 22 settembre 1979), è un'attrice svedese naturalizzata britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in Svezia nel 1979[1][2], cresce in Medio Oriente per trasferirsi in Gran Bretagna all'età di 16 anni. Frequenta la American British Academy a Mascate, Oman, dove conosce l'attore caratterista e regista horror Stegath Dorr. Nel 2004 ottiene la laurea alla London Academy of Music and Dramatic Art, in seguito alla quale diventa regista associata della compagnia teatrale MahWaff.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 partecipa come ospite a "The Impossible Planet", parte di una storia di Doctor Who in due episodi. Il suo personaggio, Scooti, muore nel vuoto spaziale. Per dare l'effetto dell'assenza di gravità, le scene del suo corpo che fluttua verso un buco nero vengono filmate sott'acqua in una vasca dei Pinewood Studios.[4]

Nello stesso anno, l'attrice interpreta Olivia in un adattamento di La dodicesima notte di Shakespeare della compagnia teatrale Exeter's Northcott, affiancata da Sara Weymouth e David Gwillim. Sempre a teatro, recita nell'opera originale di Michael Kingsbury Seduced, rappresentata al Finborough Theatre di Londra. Nel 2008 interpreta Alice nella pellicola indipendente Credo, conosciuta anche con il titolo di The Devil's Curse.

L'attrice appare nel ruolo di Debbie in Molto rumore per nulla (BBC One), oltre che in L'ispettore Barnaby (ITV), Casualty (BBC One) e Murder Prevention (Channel 5). Insieme alla compagnia teatrale MahWaff recita in Guardians, Monologue For An Ensemble e An Inspector Calls.

Nell'ottobre 2010 interpreta Adriana Doyle, attivista pacifista della campagna per il disarmo nucleare, nel secondo episodio della terza stagione di Inspector George Gently, fiction in onda su BBC One.

Nel 2012 ottiene due ruoli di supporto significativi nei serial della BBC Blackout e Ripper Street. Si unisce inoltre al cast di Downton Abbey, nel ruolo della cameriera Edna Braithwaite, nello speciale di Natale 2012 e nella quarta stagione della serie.[5]

Nello stesso anno interpreta Karen Clarke, protagonista del dramma in due parti di ITV1 The Poison Tree. Il suo personaggio è una donna perseguitata dal suo passato, che alla fine però la raggiunge.

Nel 2019 partecipa alla prima stagione di The Witcher, serie tv rilasciata da Netflix e basata sulla Saga di Geralt di Rivia scritta da Andrzej Sapkowski, nel ruolo di Tissaia de Vries.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 debutta sul grande schermo nell'horror The Descent - Discesa nelle tenebre, diretto da Neil Marshall. Il suo ruolo, Sam, è uno dei personaggi principali tra le donne che si avventurano in un sistema di caverne inesplorate. L'attrice appare anche nel sequel del film, The Descent Part 2, sotto forma di flashback.[6]

Nel 2008 recita in Doomsday - Il giorno del giudizio, collaborando nuovamente con Neil Marshall alla regia.

Nel 2009 interpreta la protagonista femminile di Lesbian Vampire Killers, affiancata da James Corden e Mathew Horne.

Nel maggio 2010 recita in un film televisivo del canale statunitense Syfy, Witchville, interpretando Jozefa al fianco di Sarah Douglas.

Sempre nell'ambito del fantasy, interpreta il ruolo di Tanya, esponente del clan Denali, nei due film conclusivi della serie di Twilight, The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 1 e Parte 2.

Nel 2011 recita invece nell'horror Kill List, interpretando la moglie del protagonista.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi lavori, MyAnna Buring è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SV) Torbjörn Ek, Svenska ”Downton Abbey”-stjärnan MyAnna Buring om sin stora hemlighet: "Säger man det får man inga jobb", in Aftonbladet, 1º gennaio 2013. URL consultato il 1º gennaio 2013.
  2. ^ Controllo registi: Myanna Buring, su company-director-check.co.uk. URL consultato il 1º gennaio 2013.
  3. ^ Sito web della compagnia teatrale MahWaff, su mahwaff.com. URL consultato il 21 agosto 2007.
  4. ^ Doctor Who Confidential, BBC.
  5. ^ Jenni Marsh, La star dei film di Twilight MyAnna Buring seduce Downton Abbey, in Daily Express, 23 luglio 2012. URL consultato il 20 agosto 2012.
  6. ^ Lesbian Vampire Killers – Intervista a MyAnna Buring, in IndieLondon.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN120183229 · ISNI (EN0000 0001 1954 3548 · LCCN (ENno2010005735 · GND (DE1024151565 · BNE (ESXX4925353 (data) · BNF (FRcb161944274 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2010005735