Mimmo di Francia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Champagne per brindare a un incontro / con te che già eri di un altro...»

Mimmo di Francia all'anagrafe Domenico di Francia (Napoli, ...) è un compositore, paroliere e cantautore italiano.

Mimmo di Francia

È entrato nella storia della musica leggera italiana come autore di un evergreen internazionale inciso da Peppino di Capri, Champagne, e di altre canzoni molto note, come Balliamo per Fred Bongusto, Me chiamme ammore, vincitrice del Festival di Napoli del 1970 nella doppia interpretazione di Peppino di Capri e Gianni Nazzaro e Ammore scumbinato, incisa da vari artisti, quali Renzo Arbore, Fred Bongusto, Roberto Murolo, Peppino di Capri, oltre che da se stesso.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera nel mondo musicale collaborando con Peppino di Capri,[1], per il quale compone la sua prima canzone, Tu..., che partecipa con successo al Festival di Napoli 1969, ma che egli non può firmare perché non ancora iscritto alla SIAE[2]. Scrive poi versi e musica di Me chiamme ammore, che vince il Festival di Napoli 1970 nell'interpretazione dello stesso Di Capri e di Gianni Nazzaro, imponendosi, nei decenni successivi, come un Classico della Canzone Napoletana.

Col cantante caprese instaura un sodalizio che lo porta a comporre per lui varie canzoni, come Magari, (Canzonissima 1972), Scusa (Settembre 1973) e poi Champagne, di cui Di Francia scrive la musica su versi di Depsa-Iodice, canzone che Di Capri presenta a Canzonissima 1973. Il brano viene inciso, nel tempo, in diverse lingue da molti interpreti e diventa un evergreen internazionale della musica leggera italiana. In Italia il brano viene pubblicato su 45 giri (il retro è La prima sigaretta, di Di Francia-Sharade) e in un album intitolato "Il giocatore" contenente 8 brani di cui Di Francia è coautore.

Nel 1975 la coppia Wess e Dori Ghezzi incide il brano Canzone a Leopardi, (della terna Di Francia-Depsa-Iodice).

Nel 1976 ottiene un buon successo con Incredibile voglia di te, incisa da Francesco Calabrese (del duo Franco IV e Franco I), reincisa da Di Capri l'anno successivo con successo ancora maggiore. Un altro suo "classico" è, nel 1977, Balliamo, lanciata da Fred Bongusto con buon esito internazionale, specie in Sud America dove alla versione di Bongusto in lingua spagnola si è aggiunta una suggestiva versione di Manolo Otero. Sempre nel '77 compone Auguri, che viene incisa contemporaneamente da Fred Bongusto e Peppino di Capri. Questo brano è la canzone di apertura dell'album "Verdemela" di Peppino di Capri, chiuso da Incredibile voglia di te. L'album contiene altri 4 brani di Mimmo di Francia.

Nel 1979 è la volta di Ammore scumbinato, canzone che incide egli stesso con un certo successo, dovuto in particolare alla trasmissione "Alto gradimento" di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni.

Negli anni Ottanta partecipa come compositore al Festival di Sanremo 1986 con Cantare, interpretata da Fred Bongusto, che risulta, quell'anno, la canzone più eseguita nei locali notturni (cfr. Almanacco Panini sul Festival di Sanremo). Il brano viene poi inciso da Fausto Papetti in una delle sue raccolte e, successivamente, dalla più famosa cantante finlandese, Katri Helena.

Nell'estate 1986 Peppino di Capri pubblica un 45 giri con due brani la cui musica è sempre di Di Francia: Un'estate fra le dita (versi di Rino Giglio) e Stasera (versi di Di Francia-Faiella).

È ancora al Festival di Sanremo 1989 con Il mio pianoforte, presentata da Peppino di Capri. Nel decennio successivo ritorna al Festival nel 1992 con Favola blues, interpretata da Di Capri in coppia con Pietra Montecorvino, e nel 1993 con La voce delle stelle, ancora interpretata dal cantante caprese.

Nel 1990 Roberto Murolo incide, cantandola in coppia con Renzo Arbore, Ammore scumbinato nel suo album 'Na voce, 'na chitarra; la collaborazione con il cantante continua negli anni successivi fino al 2002, anno in cui scrive versi e musica di 'Mbriacame, canzone di punta del suo ultimo album Ho sognato di cantare. Di questa canzone viene realizzato un video, che viene presentato al Festival di Sanremo di quell'anno, in occasione della consegna del Premio alla Carriera a Murolo.

Roberto Murolo ha, successivamente, inciso, nel corso degli anni, altre 5 canzoni di Mimmo di Francia.

Nell'autunno 2014 Renzo Arbore incide il suo album doppio : "...e pensare che dovevo fare il dentista" aperto dal brano di Mimmo di Francia Ammore scumbinato, inciso per l'occasione, con un arrangiamento swing. Arbore ne fa il brano di lancio del disco, cantandola numerose volte in TV.

Storia recente di Champagne[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2013, esce in tutto il mondo (75 paesi) il CD di Andrea Bocelli "Passione", contenente una nuova versione di Champagne arrangiata da David Foster, che raggiunge il secondo posto nella classifica statunitense di Billboard ed è nelle "top-ten" di tutto il mondo. Di questo CD esce anche una versione tutta in lingua spagnola, intitolato Pasiòn, in cui figura, ovviamente, anche "Champagne", reintitolata Champan. Inoltre, circa un anno e mezzo dopo, esce il DVD Love in Portofino, basato su un concerto dal vivo dell'artista nella piazzetta di Portofino, in cui Bocelli interpreta molti dei brani (tutti famosi) di Passione, fra i quali "Champagne", con l'orchestra diretta da David Foster. Il concerto termina, poi, con l'esecuzione, solo musica, di 'Champagne' eseguita dall'orchestra, scelta fra i molti brani che compongono il CD, che sono il meglio dei successi di tutto il mondo!..

Nell'autunno 2013 il cantante brasiliano Roberto Carlos ha iniziato a chiudere i propri spettacoli con "Champagne", con la quale nello spettacolo televisivo natalizio di Rede Globo ha anche concluso il proprio show, facendo entrare in teatro numerosi camerieri con vassoi colmi di calici di champagne, che sono stati offerti al pubblico in sala.

In occasione dei 40 anni del brano, compiuti a dicembre 2013, è stato realizzato a Buenos Aires, da artisti argentini, un video a cartoni animati che racconta esattamente la storia descritta nella canzone. Questo video è stato presentato in anteprima a Capri-Hollywood a fine dicembre, successivamente da vari TG e altre trasmissioni TV.

Nel Natale 2014 Mimmo di Francia scrive - insieme al noto giornalista Michelangelo Iossa - un libro intitolato "Cameriere, champagne!.." (Vita, sorte e miracoli di una canzone nel racconto del suo compositore), pubblicato da Graus Editore. Nel volume, Di Francia racconta la sua personale vicenda artistica e umana ponendo l'accento sulla genesi della sua canzone più nota e sui tanti successi ricevuti in quasi 50 anni di attività. Il libro ottiene un notevole consenso di pubblico e di critica, al punto da raggiungere la sua seconda edizione in poco più di un anno.

Sul finire del 2015, nelle sale cinematografiche esce il film "Natale col Boss", prodotto da Aurelio De Laurentiis: fra i protagonisti figura Peppino di Capri nella doppia veste di sé stesso e di un boss della camorra, che si fa 'cambiare i connotati' da due chirurghi plastici e che assume le sembianze del cantante caprese, facendo cantare "Champagne" al pubblico di un locale. Nei titoli di coda il noto rapper Guè Pequeno offre inoltre una originale versione di "Champagne" con vari interventi canori dello stesso Di Capri intitolata Fiumi di Champagne.

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Notevole fortuna Di Francia ha ottenuto col cinema: infatti numerose sue canzoni sono state inserite in film di grande successo:

1970: Gianni Nazzaro interpreta, in un night, Me chiamme ammore nel film "Ma che musica maestro".

1974: Dino Risi inserisce Champagne in varie scene di "Profumo di donna".

1974 : Nel film "Professore, venga accompagnato dai suoi genitori !" i titoli di testa sono accompagnati dalla canzone Ami solo te cantata da Peppino di Capri.

1981: In "Fracchia la belva umana" Lino Banfi è protagonista di una divertente (e famosa) gag imperniata su Balliamo.

1986: Nella colonna sonora de "Il commissario Lo Gatto", di Dino Risi, figurano ben quattro brani: Champagne , Un'estate fra le dita , Stasera interpretate da Peppino di Capri e Carnaval interpretata dallo stesso Mimmo di Francia.

1987: Cantare , interpretata da Fred Bongusto, viene inserita da Gabriele Salvatores nel suo film "Kamikazen" .

1987: Sergio Corbucci inventa un'esilarante parodia di Champagne , di cui è interprete Maurizio Micheli nel film "Rimini Rimini", che serve a "rianimare" e sedurre Laura Antonelli.

1996: De Sica e Boldi sono i protagonisti di un comico episodio imperniato su Champagne in "A spasso nel tempo" di Carlo Vanzina.

1999: In "Terra bruciata", Peppino di Capri viene “ucciso” da una banda rivale sotto gli occhi del boss Giancarlo Giannini, mentre canta Champagne al piano.

2001: Nel film di Paolo Sorrentino, "L'uomo in più", il protagonista Toni Servillo si reca a lavoro fischiettando Balliamo.

2015: Nel film "Natale col boss", Peppino di Capri interpreta la figura di un boss e di se stesso, facendo cantare Champagne al pubblico di un locale. Nei titoli di coda il noto rapper Guè Pequeno offre inoltre una originale versione di Champagne, intitolata Fiumi di Champagne.

Principali canzoni scritte da Mimmo di Francia[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Autori del testo Autori della musica Interpreti
1969 Tu... M. di Francia M. di Francia Peppino di Capri, Mimmo di Francia.
1970 Me chiamme ammore M. di Francia M. di Francia Peppino di Capri, Gianni Nazzaro, Mimmo di Francia e altri.
1972 Magari Depsa, S. Iodice M. di Francia Peppino di Capri, Luciano Bruno
1973 Scusa Depsa M. di Francia Peppino di Capri, Mimmo di Francia
1973 Champagne Depsa, S. Iodice M. di Francia Peppino di Capri, Banda Careda, Manolo Otero, El Puma, Mimmo di Francia e altri
1973 La prima sigaretta M. di Francia , Sharade M. di Francia , Sharade Peppino di Capri
1975 Canzone a Leopardi M. di Francia, Depsa, S. Iodice M. di Francia , Depsa Wess e Dori Ghezzi, Mimmo di Francia
1976 Incredibile voglia di te M. di Francia , S. Iodice M. di Francia , Depsa Francesco Calabrese e Peppino di Capri
1977 Balliamo M. di Francia , S. Iodice M. di Francia Fred Bongusto, Manolo Otero, Mimmo di Francia e altri
1977 Auguri Depsa, S. Iodice M. di Francia Peppino di Capri, Fred Bongusto
1977 Fiore di carta M. di Francia , S. Iodice B. Gibb Peppino di Capri
1979 Ammore scumbinato Depsa, S. Iodice M. di Francia Mimmo di Francia, Fred Bongusto, Roberto Murolo, Peppino di Capri, Renzo Arbore
1986 Cantare S. Iodice - M. di Francia M. di Francia Fred Bongusto, Fausto Papetti, Katri Helena
1986 Un'estate tra le dita R. Giglio - M. di Francia M. di Francia Peppino di Capri
1986 Stasera (Like an angel) M. di Francia , G. Faiella M. di Francia Peppino di Capri
1992 Favola blues M. di Francia , F. Berlincioni M. di Francia , F. Berlincioni G. Faiella Peppino di Capri & Pietra Montecorvino
1993 La voce delle stelle M. di Francia , F. Berlincioni M. di Francia , F. Berlincioni, G. Faiella Peppino di Capri
1997 Mambo V. di Francia M. di Francia , G. Faiella Peppino di Capri
2002 'Mbriacame M. di Francia M. di Francia Roberto Murolo, Mimmo di Francia
2013 Champagne Depsa , S. Iodice M. di Francia Andrea Bocelli (album PASSIONE)
2015 Fiumi di Champagne Depsa , S. Iodice , G. Pequeno M. di Francia , G. Pequeno Guè Pequeno, Peppino di Capri

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

CD[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mimmo di Francia con Michelangelo Iossa, Cameriere, champagne!.. - Vita, sorte e miracoli di una canzone nel racconto del suo compositore, Graus Editore, 2014 [seconda edizione 2016]
  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, edizioni Panini, Modena, alla voce Mimmo Di Francia, pag. 682
  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Il dizionario della canzone italiana-Le canzoni, editore Armando Curcio (1990), alla voce Champagne, pag. 98
  • Ezio Guaitamacchi, 1000 canzoni che ci hanno cambiato la vita, Rizzoli Editore, alla voce Champagne

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]