Tyler Breeze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Matt Clement)
Tyler Breeze
Tyler Breeze nell'aprile 2016
Tyler Breeze nell'aprile 2016
Nome Mattias Clement
Ring name Mattias Wild
Matt Clement
Mike Dalton
Tyler Breeze
Nazionalità Canada Canada
Nascita Penticton
19 gennaio 1988 (28 anni)
Altezza dichiarata 183 cm
Peso dichiarato 93 kg
Allenatore Lance Storm
Debutto 2007
Federazione WWE - SmackDown
Progetto Wrestling

Mattias "Matt" Clement (Penticton, 19 gennaio 1988) è un wrestler canadese attualmente sotto contratto con la WWE,[1] dove lotta con il ring name di Tyler Breeze.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi (2007–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Clements ha debuttato nel wrestling con il ring name di Mattias Wild nella PowerZone Wrestling il 25 aprile 2007 sconfiggendo Rage O'Riley.[2] Ha subito la prima sconfitta la settimana successiva in un 2-on-3 handicap match in coppia con Travis Copeland contro Gli Australian Swim Team, che però ha sconfitto in un six-man tag team match insieme a Leo Montana e The Canadian Dream. In singolo ha ottenuto un'altra vittoria l'8 agosto contro Daniel Swagger. Il 5 ottobre ha subito la prima sconfitta in carriera in match singolo contro CJ StrongHeart. Ha iniziato una faida con Deryck Crosse che si è prolungata da ottobre 2007 a dicembre 2007 e che si è conclusa in parità, con due vittorie per Wild e due per Crosse. Ha chiuso il 2007 con una vittoria il 21 dicembre contro Evan Inferno. All'inizio del 2008 Wild ha sconfitto subito Kennedy Kendrick, ma il 13 febbraio ha perso pers qualifica contro Zero dopo che "Beautiful" Bobby attaccò Zero. In seguito a questo attacco è nata una faida fra Wild e Bobby che è culminata in un match il 12 marzo 2008, dove Wild è stato sconfitto. Ha chiuso la sua esperienza in questa federazione l'11 giugno con una sconfitta contro Zero.

Wild è passato alla NWA ECCW debuttando in un tag team match insieme ad Alex Plexis vincendo contro Red Money e Callos. I due hanno formato un tag team, ma sono stati sconfitti la settimana dopo da El Phantasmo e MANTHER. Nel suo primo match singolo ha sconfitto CJ StrongHeart, colui che aveva interrotto la sua striscia vincente nella PowerZone Wrestling. In seguito a degli insuccessi, Wild e Plexis si sono sperati e hanno lottato uno contro l'altro in un tag team match con due nuovi compagni per uno, Scotty Mac per Plexis e Divine Prophet per Wild: il match è stato vinto dai primi. Dopo un alternarsi di vari tag team match, sia in coppia con Alexis sia con altri compagni, Mattias è passato alla ECCW British Columbia.

In questa federazione, Wild ha fatto il suo debutto il 2 maggio 2009 sconfiggendo l'ex amico Alex Plexis, qualificandosi per il torneo Pacific Cup, ma è stato eliminato al primo turno da Billy Suede. Ha partecipato anche al torneo per il NWA/ECCW Tag Team Championship insieme a Dan Myers, ma i due sono stati eliminati al primo turno da Jamie Diaz e Nick Prince. Dopo essere stato sconfitto da Diaz il 3 ottobre 2009, successivamente Clement va a Calgary nella scuola di Lance Storm per affinare le sue capacità sul ring.

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Territori di sviluppo (2010–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Clement ha firmato un contratto di sviluppo con la World Wrestling Entertainment (WWE) ed è stato trasferito alla Florida Championship Wrestling (FCW), territorio di sviluppo della WWE, per ulteriore allenamento. Ha fatto il suo debutto in un ten-man tag team match, dove lui, Kenny Li, Chimaera, Buck Dixon e Husky Harris hanno sconfitto Big E Langston, James Bronson, Kevin Hackman, Roman Leakee e Darren Young. In singolo ha fatto il suo debutto il 13 gennaio 2011 scofniggendo Tom Latimer.

Ha successivamente cambiato il ring name in Mike Dalton e nel mese di dicembre ha vinto una Grand Royal e ottenuto un'opportunità titolata per l'FCW Florida Heavyweight Championship, non riuscendo però a sconfiggere il campione Leo Kruger. Il 2 febbraio Dalton ha sconfitto Kruger e vinto il Florida Heavyweight Championship.[3] Tuttavia, dopo un regno di 22 giorni, Dalton ha perso il titolo contro l'ex campione Kruger.

In un evento a Palatka, in Florida, Dalton e Leakee hanno sconfitto Corey Graves e Jake Carter conquistando il FCW Florida Tag Team Championship. Hanno perso il titolo contro Brad Maddox e Rick Victor. Dalton ha continuato a lottare nella FCW fino all'agosto 2012.

NXT[modifica | modifica wikitesto]

Varie faide (2012–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo match di debutto lui e CJ Parker hanno perso gli Ascension Kenneth Cameron e Conor O'Brian in un match completamente a senso unico. Ha vinto il suo primo match il 1º agosto in coppia con Jason Jordan, con cui ha sconfitto Hunico e Camacho, i quali hanno però vinto il match svoltosi il 29 agosto. Dopo una pausa, Dalton è tornato a lottare il 21 novembre, quando è stato sconfitto da Luke Harper. Nel mese di febbraio ha perso contro Conor O'Brian.

Tyler Breeze[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di NXT del 24 luglio 2013 Clemont ha fatto il suo ritorno con una nuova gimmick e il ring name di Tyler Breeze, un narcisista sempre intento a fotografarsi col proprio cellulare.[4] Nei suoi primi match Breeze ha sconfitto Angelo Dawkins e Danny Burch. Nella puntata di Raw dell'8 settembre 2014 lui e Tyson Kidd sono stati sconfitti da Adrian Neville e Sami Zayn.[5]

Faida con Hideo Itami e debutto nel main roster[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una breve faida con Marcus Louis dalla quale esce vincitore, Breeze ha partecipa al torneo per decretare il primo sfidante per l'NXT Championship, ma è stato eliminato ai quarti di finale da Hideo Itami. Dopo aver attaccato Hitami nel backstage durante il pre-show di NXT TakeOver: Rival, ha perso contro di lui nello stesso evento.

Roster principale (2015–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di SmackDown del 22 ottobre Breeze ha fatto il suo debutto nel roster principale durante il Miz TV, dove si è alleato con Summer Rae per poi attaccare Dolph Ziggler.[6] Nella puntata di Raw del 9 novembre ha fatto il suo debutto nel ring perdendo contro Dean Ambrose nel primo turno del torneo per il vacante WWE World Heavyweight Championship.[7] Alle Survivor Series Breeze ha fatto il suo debutto in pay-per-view sconfiggendo Dolph Ziggler,[8] ma ha perso la rivincita contro Ziggler nella puntata di Raw del 30 novembre.[9] Nella puntata di SmackDown del 31 dicembre, dopo aver sconfitto Goldust, Breeze si è separato amichevolmente con Summer Rae.[10]

A partire dall'11 gennaio 2016 a Raw, Breeze ha iniziato una striscia di sconfitte combattendo venti match televisivi, incluse le sconfitte contro Zack Ryder e Jack Swagger a Main Event e Superstars.[11][12] Il 24 gennaio 2016 alla Royal Rumble, Breeze ha partecipato al Royal Rumble match entrando come il quarto partecipante, ma è stato eliminato da Roman Reigns e AJ Styles.[13] Nella puntata di Raw del 15 febbraio Breeze ha avuto l'opportunità di conquistare l'Intercontinental Championship in un Fatal 5-Way match che includeva anche il campione Dean Ambrose, Dolph Ziggler, Stardust e Kevin Owens, ma è stato schienato da Owens.[14]
A WrestleMania 32, il 3 aprile, Breeze ha preso parte alla terza edizione annuale dell'André the Giant Memorial Battle Royal, ma è stato eliminato da Mark Henry.

Breezango (2016–presente)[modifica | modifica wikitesto]

A fine aprile-inizio maggio ha iniziato una strana alleanza con R-Truth, i "Gorgeous Truth", per contrastare il team formato da Goldust e Fandango, i GoldDango; dopo aver sconfitto Goldust nella puntata di Raw del 2 maggio il Gorgeous Truth sconfiggono i GoldDango a causa del turn heel di Fandango che ha attaccato Goldust, permettendo a Breeze lo schienamento vincente, anche se prima questi aveva attaccato R-Truth perché non aveva voluto colpire il Bizzare One. Nella puntata di Raw del 16 maggio i Breezango (il nuovo team formato da Tyler Breeze e Fandango) debuttano ufficialmente sconfiggendo i Golden Truth (Goldust e R-Truth), a causa di un errore di R-Truth. Nella puntata di SmackDown del 26 maggio i Breezango trionfano ancora sui Golden Truth a causa di una scorrettezza di Tyler Breeze che ha colpito R-Truth (nonostante non avesse dato il tag a Fandango). Nella puntata di Raw del 30 maggio i Breezango sono stati sconfitti dagli Usos e, nel post match, sono stati attaccati da Goldust e R-Truth. Il 19 giugno nel Kickoff di Money in the Bank i Breezango sono stati sconfitti dai Golden Truth. Nella puntata di Raw dell'11 luglio i Breezango hanno avuto la meglio sui Lucha Dragons (Sin Cara e Kalisto).

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, Breeze è stato trasferito nel roster di SmackDown e con lui anche Fandango. Nella puntata di Main Event del 22 luglio i Breezango sono stati sconfitti da Mark Henry e Jack Swagger. Il 24 luglio, nel Kickoff di Battleground, i Breezango hanno trionfato sugli Usos. Nella puntata di SmackDown del 26 luglio Breeze e Fandango hanno partecipato ad una Battle Royal per determinare uno dei sei sfidanti del Six-Pack Challenge match per determinare il contendente n°1 al WWE World Championship di Dean Ambrose ma sono stati eliminati da Kane. La stessa settimana, a Main Event, sconfigge in singolo, Jey Uso in modo illegale. La settimana dopo di nuovo a Main Event, Breeze in singolo sconfigge nuovamente Jey Uso. Nella puntata di Main Event dell'11 agosto i Breezango sono stati sconfitti dagli Hype Bros (Mojo Rawley e Zack Ryder). Nella puntata di SmackDown del 16 agosto i Breezango, i Vaudevillains (Aiden English e Simon Gotch) e gli Ascension (Konnor e Viktor) sono stati sconfitti dagli American Alpha (Chad Gable e Jason Jordan), gli Usos e gli Hype Bros in un 12-Man Tag Team match. La scena si è ripetuta nel Kick-off di SummerSlam quando i Breezango, gli Ascension e i Vaudevillains sono stati sconfitti dagli Hype Bros, gli Usos e gli American Alpha in un altro 12-Man Tag Team match. Nella puntata di SmackDown del 23 agosto è stato annunciato il WWE SmackDown Tag Team Championship e, per questo motivo, è stato indetto un torneo per decretare i due team che si affronteranno l'11 settembre a Backlash. Quella stessa sera i Breezango hanno affrontato gli American Alpha nei quarti di finale ma sono stati sconfitti ed eliminati. Nella puntata di Main Event del 22 settembre i Breezango sono stati sconfitti dai WWE SmackDown Tag Team Champions Heath Slater e Rhyno. Nella puntata di Main Event del 28 settembre Breeze è stato sconfitto da Apollo Crews. Nella puntata di Main Event del 13 ottobre Tyler Breeze è stato sconfitto da Jack Swagger. Nella puntata di Main Event del 20 ottobre Breeze è stato sconfitto da Zack Ryder. Dopo un periodo di assenza i Breezango sono ritornati nella puntata di Main Event del 4 novembre dove sono stati nuovamente sconfitti da Heath Slater e Rhyno. Nella puntata di SmackDown dell'8 novembre i Breezango hanno effettuato un turn face affrontando e sconfiggendo i Vaudevillains, entrando dunque a far parte del Team SmackDown per Survivor Series. Nella puntata di Main Event del 17 novembre i Breezango hanno sconfitto nuovamente i Vaudevillains. Il 20 novembre a Survivor Series i Breezango hanno preso parte al 10-on-10 Traditional Survivor Series Tag Team Elimination match come parte del Team SmackDown contro il Team Raw, ma sono stati eliminati dal New Day (Big E e Kofi Kingston), mentre il Team Raw ha vinto l'incontro. Nella puntata di SmackDown del 22 novembre i Breezango hanno partecipato ad un Tag Team Turmoil match per decretare i contendenti n°1 al WWE SmackDown Tag Team Championship di Heath Slater e Rhyno ma sono stati eliminati dagli American Alpha. Nella puntata di SmackDown del 6 dicembre Tyler è stato sconfitto da Chad Gable.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "Prince Pretty"[1]
  • "Unlikable Wonder"[1]
  • "The Definition of Delish"[1]
  • "The Gorgeous One"[15]
  • "The King of Cuteville"[15][16]
  • "The Sultan of Selfies"[15]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Good Dirty Fun" di William Werwath (NXT; 2013–2014)
  • "#MMMGORGEOUS" dei CFO$ feat. Tyler Breeze (NXT/WWE; 2014–presente)
  • "Breezango" dei CFO$ feat. Tyler Breeze con Jim Johnston (WWE; 16 maggio 2016–presente; usata in team con Fandango)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Profilo su WWE.com, WWE. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  2. ^ Profilo su OWW.Com, Onlineworldofwrestling. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  3. ^ Mike Dalton vince la FCW Grand Royal, catchsuperstar.com. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  4. ^ Tyler Breeze debutta ad NXT, uproxx.com. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  5. ^ Risultati Raw 8 settembre, uproxx.com. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  6. ^ Parks, Greg, 10/22 WWE Smackdown Report by Greg Parks, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 4 novembre 2015.
  7. ^ Tedesco, Mike, WWE RAW RESULTS - 11/9/15 (WWE TITLE TOURNAMENT STARTS), WrestleView. URL consultato il 17 novembre 2015.
  8. ^ Artus, Matthew, Tyler Breeze def. Dolph Ziggler, 26 novembre 2015.
  9. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Raw results, Nov. 30, 2015: Sheamus forms a League of Nations, Charlotte channels Flair and The Dudleys call in 'family' to battle the Wyatts, su wwe.com, WWE, 30 novembre 2015. URL consultato l'11 febbraio 2016.
  10. ^ (EN) Michael Burdick, WWE SmackDown results, Dec. 31, 2015: Reigns & Ambrose rocked in the New Year by repelling Sheamus & Owens, su wwe.com, WWE, 31 dicembre 2015. URL consultato l'11 febbraio 2016.
  11. ^ profightdb.com, http://www.profightdb.com/wrestlers/tyler-breeze-6734.html?res=2000 .
  12. ^ cagematch.net, http://www.cagematch.net/?id=2&nr=9500&view=&page=4&showtype=TV-Show .
  13. ^ (EN) James Caldwell, 1/24 Royal Rumble PPV Results – CALDWELL’S Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 24 gennaio 2016. URL consultato il 26 maggio 2016.
  14. ^ (EN) Anthony Benigno, http://www.wwe.com/shows/raw/2016-02-15/article/kevin-owens-def-dean-ambrose-dolph-ziggler-stardust-and-tyler-breeze, su wwe.com, WWE, 15 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  15. ^ a b c Tyler Breeze, “Miz TV” welcomes Dolph Ziggler, Summer Rae and Tyler Breeze: SmackDown, October 22, 2015, YouTube, 22 ottobre 2015. URL consultato il 22 ottobre 2015.
    «They call me The Gorgeous One, The King of Cuteville, and The Sultan of Selfies».
  16. ^ http://www.wwe.com/shows/raw/2015-11-23/five-point-preview-28252687/page-6

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]