Loretta Lynch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Loretta Lynch
Loretta Lynch, official portrait.jpg

83º Procuratore generale degli Stati Uniti
Durata mandato 27 aprile 2015 –
20 gennaio 2017
Presidente Barack Obama
Predecessore Eric Holder
Successore Jeff Sessions

Dati generali
Partito politico Democratico
Università Harvard College (B.A.)
Harvard Law School (J.D.)
Firma Firma di Loretta Lynch

Loretta Elizabeth Lynch (Greensboro, 21 maggio 1959[1]) è una politica statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lynch ha svolto le funzioni di procuratore per il Distretto Est di New York dal 1999 al 2001 e poi dal 2010 al 2014.

Nel novembre 2014 Barack Obama annunciò di averla scelta per la carica di Procuratore generale degli Stati Uniti, come sostituta di Eric Holder.[2] È stata successivamente confermata dalla Commissione di giustizia del Senato il 26 febbraio 2015 e la sua nomina è stata approvata dal Senato con 56 voti favorevoli e 43 contrari il 23 aprile. Entra in carica il 27 dello stesso mese, diventando la prima donna afroamericano ad accedere a tale ruolo, la seconda afroamericana dopo il predecessore Holder e la seconda donna dopo Janet Reno, che fu in carica durante l'amministrazione Clinton.[2]

Nel 2018 viene coinvolta in un'inchiesta secondo la quale il Dipartimento di Giustizia, guidato all'epoca da Lynch, avrebbe nel 2016 abusato della legge Fisa, ovvero la norma che regola le intercettazioni telefoniche, sfruttandola durante la campagna elettorale presidenziale.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Loretta Lynch Fast Facts, su www.cnn.com. URL consultato il 16 settembre 2019.
  2. ^ a b (EN) Edward-Isaac Dovere, Lame duck looms over Lynch, su www.politico.com. URL consultato il 16 settembre 2019.
  3. ^ Usa, i repubblicani: "Abusi Fbi per intercettare il team di Trump", su Repubblica.it, 2 febbraio 2018. URL consultato il 16 settembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autoritàVIAF (EN202298063 · LCCN (ENn2015041103 · GND (DE171518667 · WorldCat Identities (ENn2015-041103
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie