Julián Castro (politico statunitense)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Julián Castro
Julián Castro's Official HUD Portrait.jpg

16º Segretario della Casa e dello Sviluppo Urbano
Durata mandato 28 luglio 2014 –
20 gennaio 2017
Presidente Barack Obama
Predecessore Shaun Donovan
Successore Ben Carson

Sindaco di San Antonio
Durata mandato 1º giugno 2009 –
22 luglio 2014
Predecessore Phil Hardberger
Successore Ivy Taylor

Dati generali
Partito politico Democratico
Università Università di Stanford
Università di Harvard

Julián Castro (San Antonio, 16 settembre 1974) è un politico statunitense, segretario della Casa e dello Sviluppo Urbano durante l'amministrazione Obama e in precedenza sindaco di San Antonio dal 2009 al 2014.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a San Antonio in una famiglia di origini messicane, Castro frequentò le università di Stanford e Harvard; dopo essersi laureato in legge lavorò come avvocato per uno studio legale privato e successivamente entrò in politica aderendo al Partito Democratico.

Nel 2001 venne eletto all'interno del consiglio comunale di San Antonio con il 61% dei voti.

Nel 2001, Castro è stato eletto nel consiglio comunale di San Antonio , vincendo il 61% dei voti contro cinque sfidanti. Ha rappresentato il Distretto 7, un distretto nella parte occidentale della città con 115.000 abitanti. La popolazione era ispanica per il 70% e comprendeva un gran numero di anziani. Come consigliere dal 2001 al 2005, si è opposto a un campo da golf e a uno sviluppo immobiliare su vasta scala ai confini della città.

Nel 2005 si candidò a sindaco della città, ma perse contro il giudice Phil Hardberger che ebbe il 51,5% dei voti. Diventando il quinto sindaco latinoamericano nella storia di San Antonio. Quattro anni dopo, all'annuncio del ritiro di Hardberger, Castro si propose nuovamente agli elettori come candidato all'incarico e stavolta riuscì a farsi eleggere con il 56,2% dei voti. Venne riconfermato per altri due mandati nel 2011 (82,9% di voti) e nel 2013 (67%).

Alla convention nazionale del 2012 a Charlotte, nella Carolina del Nord, tenne il keynote speaker.

Nel 2014, durante un rimpasto di governo voluto dal Presidente Obama, Castro fu scelto come nuovo Segretario della Casa e dello Sviluppo Urbano[1]. Dopo essere stato confermato dal Senato, entrò in carica a tutti gli effetti e lasciò il posto di sindaco.

Il 12 gennaio 2019 ha ufficializzato pubblicamente la sua candidatura per le primarie democratiche del 2020, in vista delle elezioni presidenziali.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • An Unlikely Journey: Waking Up from My American Dream, New York City, Little, Brown and Company, 2018

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 Castro si è sposato con Erica Lira, un'insegnante di scuola elementare. Due i figli. È cattolico, parla spagnolo e ha studiato latino e giapponese a scuola.[2]

Julián Castro ha un fratello gemello, Joaquín, eletto deputato alla Camera dei Rappresentanti nel 2012.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piccolo rimpasto di governo, Obama nomina Julian Castro alla Casa, America24. URL consultato il 4 agosto 2014.
  2. ^ (EN) Francisco Fernández, Julián Castro, first Hispanic President?, su Observatory of the Spanish Language and Hispanic Cultures in the United States. URL consultato il 9 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2019).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN83609515 · LCCN (ENno2009041800 · WorldCat Identities (ENno2009-041800