Liana Trouche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Liana Trouhè (a destra) e Paola Bacci nella commedia RAI Lo strattagemma dei bellimbusti (1963)

Liana Trouché, talvolta indicata come Eliana Trouchè o Trouché (Bologna, 12 marzo 1938Bisaccia, 5 febbraio 1981), è stata un'attrice italiana attiva sia in cinema che in teatro e televisione fra gli anni sessanta e gli anni settanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia d'arte, bolognese di nascita ma napoletana d'adozione, è cresciuta artisticamente alla scuola di Eduardo De Filippo nella cui compagnia teatrale ha recitato a lungo.

Apprezzata caratterista in b-movie di genere poliziottesco, è stata interprete anche di film brillanti appartenenti ai filoni della commedia all'italiana o della commedia erotica all'italiana.

Per la televisione è stata interprete di spettacoli leggeri come Biblioteca di Studio Uno e sceneggiati televisivi come La fiera della vanità. Ha poi preso parte alla soap-opera Vivere insieme.

Sempre per la prosa televisiva ha interpretato per la RAI la sera del 3 giugno 1961, sul Secondo Programma, la commedia Sabato, domenica e lunedì, di e con Eduardo De Filippo, al fianco - fra gli altri - di Regina Bianchi, Giuseppe Anatrelli, Enzo Petito ed Enzo Cannavale.

Sposata con l'attore Aldo Giuffrè, morì nel 1981, pochi giorni prima del suo 43-esimo compleanno, in un drammatico incidente stradale. Alla guida della vettura, un'Alfa 6, si trovava il collega Gino Bramieri, con cui stava recitando nelle repliche dello spettacolo di Terzoli e Vaime Felici e contenti, per la regia di Garinei e Giovannini[1]. L'auto percorrendo l'autostrada A16 uscì fuori strada e l'attrice, che non indossava la cintura di sicurezza nonostante il mezzo ne fosse provvisto, fu sbalzata fuori dall'abitacolo e morì sul colpo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Delteatro.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]