Kamil Stoch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Kamil Stoch
Kamil Stoch a Seefeld in Tirol nel 2019
Nazionalità Bandiera della Polonia Polonia
Altezza 173 cm
Peso 53 kg
Salto con gli sci
Squadra LKS Poroniec Poronin
Palmarès
Competizione Ori Argenti Bronzi
Olimpiadi 3 0 1
Mondiali 2 1 3
Mondiali di volo 0 1 2
Mondiali juniores 0 2 0

Trofeo Vittorie
Coppa del Mondo 2 trofei
Torneo dei quattro trampolini 3 trofei

Per maggiori dettagli vedi qui

Statistiche aggiornate al 2 aprile 2023

Kamil Wiktor Stoch (Zakopane, 25 maggio 1987) è un saltatore con gli sci polacco, campione olimpico nel trampolino normale e nel trampolino lungo a Soči 2014 e nel trampolino lungo a Pyeongchang 2018, dove ha anche conquistato la medaglia di bronzo nella gara a squadre; ha inoltre vinto due Coppe del Mondo, tre Tornei dei quattro trampolini e varie medaglie iridate.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kamil Stoch in gara nel 2013 a Zakopane

In Coppa del Mondo ha esordito il 17 gennaio 2004 a Zakopane (49°), ha ottenuto il primo podio il 21 marzo 2009 nella gara a squadre di Planica (2°) e la prima vittoria il 23 gennaio 2011 a Zakopane. Nel 2014 ha vinto la coppa di cristallo generale.

In carriera ha preso parte a cinque edizioni dei Giochi olimpici invernali: Torino 2006 (16° nel trampolino normale, 26° nel trampolino lungo, 5° nella gara a squadre), Vancouver 2010 (27° nel trampolino normale, 14° nel trampolino lungo, 6° nella gara a squadre), Soči 2014 (1º nel trampolino normale, 1º nel trampolino lungo, 4º nella gara a squadre), Pyeongchang 2018 (4º nel trampolino normale, 1º nel trampolino lungo e 3º nella gara a squadre) e Pechino 2022 (6º nel trampolino normale, 4º nel trampolino lungo, 6º nella gara a squadre, 6º nella gara a squadre mista), a sette dei Campionati mondiali, vincendo quattro medaglie, e a otto dei Mondiali di volo, vincendo due medaglie.

Nella stagione 2016-2017 ha vinto il Torneo dei quattro trampolini, successo bissato nella stagione successiva, vincendo inoltre tutte e quattro le prove e divenendo così il secondo atleta (dopo Sven Hannawald nel 2001-2002) a riuscire nell'impresa. Sempre nel 2017-2018 si è aggiudicato la sua seconda Coppa del Mondo generale. Ai Mondiali di Seefeld in Tirol 2019 ha vinto la medaglia d'argento nel trampolino normale ed è stato 5º nel trampolino lungo, 4º nella gara a squadre e 6º nella gara a squadre mista; l'anno dopo ha vinto per la terza volta il Torneo dei quattro trampolini, ai Mondiali di volo di Planica 2020 ha vinto la medaglia di bronzo nella gara a squadre e si è classificato 8º nella gara individuale, mentre ai Mondiali di Oberstdorf 2021 ha vinto la medaglia di bronzo nella gara a squadre dal trampolino lungo e si è classificato 22º nel trampolino normale e 19º nel trampolino lungo. Ai Mondiali di Planica 2023 si è piazzato 5º nel trampolino normale, 4º nel trampolino lungo, 4º nella gara a squadre e 8º nella gara a squadre mista.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali di volo[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincitore della Coppa del Mondo nel 2014 e nel 2018
  • 111 podi (80 individuali, 31 a squadre):
    • 46 vittorie (39 individuali, 7 a squadre)
    • 35 secondi posti (22 individuali, 13 a squadre)
    • 30 terzi posti (19 individuali, 11 a squadre)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Nazione Trampolino
23 gennaio 2011 Zakopane Bandiera della Polonia Polonia Wielka Krokiew HS134
2 febbraio 2011 Klingenthal Bandiera della Germania Germania Vogtland Arena HS140
20 marzo 2011 Planica Bandiera della Slovenia Slovenia Letalnica HS215
20 gennaio 2012 Zakopane Bandiera della Polonia Polonia Wielka Krokiew HS134
5 febbraio 2012 Val di Fiemme Bandiera dell'Italia Italia Giuseppe Dal Ben HS134
12 marzo 2013 Kuopio Bandiera della Finlandia Finlandia Puijo HS127
15 marzo 2013 Trondheim Bandiera della Norvegia Norvegia Granåsen HS140
15 dicembre 2013 Titisee-Neustadt Bandiera della Germania Germania Hochfirst HS142
22 dicembre 2013 Engelberg Bandiera della Svizzera Svizzera Gross-Titlis-Schanze HS137
1º febbraio 2014 Willingen Bandiera della Germania Germania Mühlenkopf HS145
2 febbraio 2014 Willingen Bandiera della Germania Germania Mühlenkopf HS145
2 marzo 2014 Lahti Bandiera della Finlandia Finlandia Salpausselkä HS130
4 marzo 2014 Kuopio Bandiera della Finlandia Finlandia Puijo HS127
18 gennaio 2015 Zakopane Bandiera della Polonia Polonia Wielka Krokiew HS134
30 gennaio 2015 Willingen Bandiera della Germania Germania Mühlenkopf HS145
3 dicembre 2016 Klingenthal Bandiera della Germania Germania Vogtland Arena HS140
(con Piotr Żyła, Dawid Kubacki e Maciej Kot)
11 dicembre 2016 Lillehammer Bandiera della Norvegia Norvegia Lysgårdsbakken HS138
6 gennaio 2017 Bischofshofen Bandiera dell'Austria Austria Paul Ausserleitner HS140[1]
14 gennaio 2017 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
15 gennaio 2017 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
22 gennaio 2017 Zakopane Bandiera della Polonia Polonia Wielka Krokiew HS134
28 gennaio 2017 Willingen Bandiera della Germania Germania Mühlenkopf HS145
(con Piotr Żyła, Dawid Kubacki e Maciej Kot)
12 febbraio 2017 Sapporo Bandiera del Giappone Giappone Ōkurayama HS134
19 marzo 2017 Vikersund Bandiera della Norvegia Norvegia Vikersundbakken HS225
30 dicembre 2017 Oberstdorf Bandiera della Germania Germania Schattenberg HS137[1]
1º gennaio 2018 Garmisch-Partenkirchen Bandiera della Germania Germania Große Olympiaschanze HS140[1]
4 gennaio 2018 Innsbruck Bandiera dell'Austria Austria Bergisel HS130[1]
6 gennaio 2018 Bischofshofen Bandiera dell'Austria Austria Paul Ausserleitner HS140[1]
27 gennaio 2018 Zakopane Bandiera della Polonia Polonia Wielka Krokiew HS140
(con Maciej Kot, Stefan Hula e Dawid Kubacki)
4 febbraio 2018 Lahti Bandiera della Finlandia Finlandia Salpausselkä HS130
13 marzo 2018 Lillehammer Bandiera della Norvegia Norvegia Lysgårdsbakken HS140
15 marzo 2018 Trondheim Bandiera della Norvegia Norvegia Granåsen HS140
23 marzo 2018 Planica Bandiera della Slovenia Slovenia Letalnica HS240
25 marzo 2018 Planica Bandiera della Slovenia Slovenia Letalnica HS240
17 novembre 2018 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
(con Piotr Żyła, Jakub Wolny e Dawid Kubacki)
3 febbraio 2019 Oberstdorf Bandiera della Germania Germania Heini Klopfer HS235
10 febbraio 2019 Lahti Bandiera della Finlandia Finlandia Salpausselkä HS130
15 febbraio 2019 Willingen Bandiera della Germania Germania Mühlenkopf HS145
(con Piotr Żyła, Jakub Wolny e Dawid Kubacki)
23 marzo 2019 Planica Bandiera della Slovenia Slovenia Letalnica HS240
(con Jakub Wolny, Dawid Kubacki e Piotr Żyła)
14 dicembre 2019 Klingenthal Bandiera della Germania Germania Vogtland Arena HS140
(con Piotr Żyła, Jakub Wolny e Dawid Kubacki)
21 dicembre 2019 Engelberg Bandiera della Svizzera Svizzera Gross-Titlis-Schanze HS140
26 gennaio 2020 Zakopane Bandiera della Polonia Polonia Wielka Krokiew HS140
10 marzo 2020 Lillehammer Bandiera della Norvegia Norvegia Lysgårdsbakken HS140
3 gennaio 2021 Innsbruck Bandiera dell'Austria Austria Bergisel HS128[1]
6 gennaio 2021 Bischofshofen Bandiera dell'Austria Austria Paul Ausserleitner HS142[1]
9 gennaio 2021 Titisee-Neustadt Bandiera della Germania Germania Hochfirst HS142

Torneo dei quattro trampolini[modifica | modifica wikitesto]

Summer Grand Prix[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 2º nel 2011, nel 2012 e nel 2021
  • 37 podi (27 individuali, 10 squadre):
    • 18 vittorie (12 individuali, 6 a squadre)
    • 12 secondi posti (8 individuali, 4 a squadre)
    • 7 terzi posti (7 individuali)

Summer Grand Prix - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Nazione Trampolino
3 ottobre 2007 Oberhof Bandiera della Germania Germania Hans-Renner-Schanze HS134
21 agosto 2010 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
29 agosto 2010 Hakuba Bandiera del Giappone Giappone Hakuba HS131
3 ottobre 2010 Klingenthal Bandiera della Germania Germania Vogtland Arena HS140
14 agosto 2011 Einsiedeln Bandiera della Svizzera Svizzera Schanzen Einsiedeln HS117
3 ottobre 2011 Klingenthal Bandiera della Germania Germania Vogtland Arena HS140
2 agosto 2012 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
(con Maciej Kot, Krzysztof Biegun e Dawid Kubacki)
17 ottobre 2013 Einsiedeln Bandiera della Svizzera Svizzera Schanzen Einsiedeln HS117
24 luglio 2014 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
(con Maciej Kot, Piotr Żyła e Dawid Kubacki)
31 luglio 2015 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
(con Maciej Kot, Piotr Żyła e Dawid Kubacki)
14 luglio 2017 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
(con Maciej Kot, Piotr Żyła e Dawid Kubacki)
21 luglio 2018 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
(con Maciej Kot, Piotr Żyła e Dawid Kubacki)
22 luglio 2018 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
28 luglio 2018 Hinterzarten Bandiera della Germania Germania Rothaus-Schanze HS108
4 agosto 2018 Einsiedeln Bandiera della Svizzera Svizzera Schanzen Einsiedeln HS117
27 luglio 2019 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134
(con Piotr Żyła, Aleksander Zniszczoł e Dawid Kubacki)
18 agosto 2019 Zakopane Bandiera della Polonia Polonia Wielka Krokiew HS140
24 luglio 2022 Wisła Bandiera della Polonia Polonia Malinka HS134

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Gara valida anche ai fini del Torneo dei quattro trampolini.
  2. ^ Gare valide anche ai fini della Coppa del Mondo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN313026416 · GND (DE1258403099 · WorldCat Identities (ENviaf-313026416