Campionati mondiali di sci nordico 2013

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionati mondiali di sci nordico 2013
Logo della competizione
Competizione Campionati mondiali di sci nordico
Sport Nordic combined pictogram.svg Sci nordico
Edizione 49a
Date 20 febbraio - 3 marzo
Luogo Val di Fiemme Italia
Nazioni 61
Discipline 3
Impianto/i
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Oslo 2011 Falun 2015 Right arrow.svg
Scultura commemorativa dei Campionati del mondo di sci nordico Val di Fiemme 2013 a Predazzo. L'opera ricorda la forma di un violino realizzato con il legno della Val di Fiemme.

I Campionati mondiali di sci nordico 2013, quarantanovesima edizione della manifestazione, si sono svolti dal 20 febbraio al 3 marzo[1] in Val di Fiemme, in Italia.

Rispetto all'edizione precedente è stata introdotta una variazione nel programma del salto con gli sci, con l'introduzione di una gara a squadre mista, dal trampolino normale, in luogo di quella maschile, e una in quello della combinata nordica, con la sostituzione della gara a squadre di quattro elementi dal trampolino lungo con una sprint a squadre di due elementi, sempre dal trampolino lungo.

Selezione della città ospitante[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 maggio 2008 a Città del Capo si è tenuto il congresso FIS per l'elezione della sede dei Campionati mondiali di sci nordico 2013[2]. La Val di Fiemme è stata scelta tra altre quattro località: Lahti (Finlandia), Falun (Svezia), Oberstdorf (Germania) e Zakopane (Polonia)[3].

Sede candidata Primo voto Secondo voto Voto finale
Italia Val di Fiemme 6 7 8
Svezia Falun 4 5 5
Polonia Zakopane 3 3 2
Finlandia Lahti 2 1 -
Germania Oberstdorf 1 - -

Quelli del 2013 sono stati i terzi Campionati del Mondo ospitati dalla Val di Fiemme, dopo le edizioni del 1991 e del 2003.

Impianti[modifica | modifica wikitesto]

Le gare di sci di fondo si sono disputate presso lo stadio del fondo a Lago di Tesero, mentre le gare di salto con gli sci allo stadio del salto di Predazzo.

Stadio del fondo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio del fondo di Lago di Tesero.

Lo Stadio del Fondo della Val di Fiemme si trova a Lago di Tesero, dove da più di cinquant'anni si preparano le piste per le gare di sci di fondo. Il periodo di apertura dello stadio va da dicembre a metà marzo e, grazie all'impianto di illuminazione, è possibile sciare anche la sera. In previsione dei Campionati del Mondo del 2013 sono stati effettuati numerosi interventi, tra i quali la costruzione della nuova palazzina che ospita le cabine commento e un magazzino di 2000 m², l'ampliamento dell'edificio riservato alla sala stampa. Le piste di riserva si trovano a quota 1850 m presso il Centro del fondo di Passo di Lavazè[4].

Stadio del salto[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Trampolino Giuseppe Dal Ben.

Lo stadio del salto della Val di Fiemme si trova a Predazzo in località Stalimen; è stato costruito alla fine degli anni ottanta, quando la Val di Fiemme ottenne per la prima volta l'assegnazione dei Campionati mondiali di sci nordico, e conta due trampolini principali, HS134 e HS106. In vista dei Campionati mondiali del 2013 sono stati numerosi gli interventi per migliorare le strutture esistenti, quali l'ampliamento della palazzina di servizio, il nuovo impianto di refrigerazione per le piste di lancio, il rinnovamento del trampolino HS67 da una decina d'anni non più utilizzato e il miglioramento della torre dei giudici, dell'impianto di innevamento artificiale e dell'impianto elettrico[5].

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Sfilata durante la cerimonia di apertura a Trento

Il programma ha previsto l'inizio delle gare il 20 febbraio e la loro fine il 3 marzo 2013. La cerimonia inaugurale si è svolta in Piazza Duomo a Trento e quella finale presso lo Stadio del fondo a Lago di Tesero al termine dell'ultima gara.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Uomini[modifica | modifica wikitesto]

Combinata nordica[modifica | modifica wikitesto]

Trampolino normale[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Jason Lamy-Chappuis Francia Francia 29:13.2
2 Mario Stecher Austria Austria 29:13.4
3 Björn Kircheisen Germania Germania 29:13.5
4 Eric Frenzel Germania Germania 29:13.7
5 Håvard Klemetsen Norvegia Norvegia 29:29.4
6 Taihei Katō Giappone Giappone 29:37.9
7 Marjan Jelenko Slovenia Slovenia 29:45.5
8 Christoph Bieler Austria Austria 29:48.7
9 Akito Watabe Giappone Giappone 29:49.2
10 Magnus Krog Norvegia Norvegia 30:00.6

22 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS106
Fondo: 10 km

Trampolino lungo[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Eric Frenzel Germania Germania 27:22.8
2 Bernhard Gruber Austria Austria 27:59.5
3 Jason Lamy-Chappuis Francia Francia 28:00.0
4 Akito Watabe Giappone Giappone 28:01.2
5 Hideaki Nagai Giappone Giappone 28:05.1
6 Wilhelm Denifl Austria Austria 28:10.5
7 Sébastien Lacroix Francia Francia 28:13.6
8 Magnus Moan Norvegia Norvegia 28:20.5
9 Håvard Klemetsen Norvegia Norvegia 28:21.0
10 Johannes Rydzek Germania Germania 28:30.5

28 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS134
Fondo: 10 km

Gara a squadre dal trampolino normale[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Tempo
totale
1 Francia Francia François Braud
Maxime Laheurte
Sébastien Lacroix
Jason Lamy-Chappuis
57:34.0
2 Norvegia Norvegia Jørgen Graabak
Håvard Klemetsen
Magnus Krog
Magnus Moan
57:34.4
3 Stati Uniti Stati Uniti Taylor Fletcher
Bryan Fletcher
Todd Lodwick
Bill Demong
57:38.2
4 Giappone Giappone Yoshito Watabe
Taihei Katō
Akito Watabe
Yusuke Minato
57:39.7
5 Austria Austria Wilhelm Denifl
Bernhard Gruber
Lukas Klapfer
Mario Stecher
57:41.6
6 Germania Germania Björn Kircheisen
Tino Edelmann
Eric Frenzel
Fabian Rießle
58:41.6
7 Italia Italia Lukas Runggaldier
Giuseppe Michielli
Armin Bauer
Alessandro Pittin
58:44.5
8 Finlandia Finlandia Ilkka Herola
Mikke Leinonen
Janne Ryynänen
Eetu Vähäsöyrinki
1:01:10.8
9 Slovenia Slovenia Marjan Jelenko
Mitja Oranič
Matic Plaznic
Gašper Berlot
1:02:33.0
10 Rep. Ceca Rep. Ceca Miroslav Dvořák
Tomáš Slavík
Tomáš Portyk
Pavel Churavý
1:02:40.7

24 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS106
Fondo: staffetta 4x5 km

Sprint a squadre dal trampolino lungo[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Tempo
totale
1 Francia Francia Sébastien Lacroix
Jason Lamy-Chappuis
35:37.9
2 Austria Austria Wilhelm Denifl
Bernhard Gruber
35:54.5
3 Germania Germania Tino Edelmann
Eric Frenzel
36:21.8
4 Giappone Giappone Taihei Katō
Akito Watabe
36:22.4
5 Norvegia Norvegia Magnus Moan
Mikko Kokslien
36:41.2
6 Stati Uniti Stati Uniti Taylor Fletcher
Bill Demong
37:02.5
7 Italia Italia Armin Bauer
Alessandro Pittin
37:31.4
8 Rep. Ceca Rep. Ceca Pavel Churavý
Miroslav Dvořák
37:33.6
9 Slovenia Slovenia Marjan Jelenko
Mitja Oranič
37:38.0
10 Estonia Estonia Kail Piho
Han-Hendrik Piho
38:51.9

2 marzo
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS134
Fondo: staffetta 2x7.5 km

Salto con gli sci[modifica | modifica wikitesto]

Trampolino normale[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione 1° salto 2° salto Punti
1 Anders Bardal Norvegia Norvegia 103,5 100,0 252,6
2 Gregor Schlierenzauer Austria Austria 98,0 97,5 248,4
3 Peter Prevc Slovenia Slovenia 102,5 98,5 244,3
4 Severin Freund Germania Germania 101,0 99,0 242,6
5 Thomas Morgenstern Austria Austria 100,0 100,5 242,0
6 Richard Freitag Germania Germania 103,5 97,5 239,1
7 Taku Takeuchi Giappone Giappone 102,0 98,0 238,0
8 Kamil Stoch Polonia Polonia 102,0 97,0 237,4
9 Andreas Wank Germania Germania 99,5 99,5 237,3
10 Tom Hilde Norvegia Norvegia 99,5 97,0 235,6

22 febbraio (qualificazioni)
23 febbraio (finale)
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS106

Trampolino lungo[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione 1° salto 2° salto Punti
1 Kamil Stoch Polonia Polonia 131,5 130,0 295,8
2 Peter Prevc Slovenia Slovenia 130,5 130,5 289,7
3 Anders Jacobsen Norvegia Norvegia 129,0 131,0 289,1
4 Wolfgang Loitzl Austria Austria 128,5 132,5 284,9
5 Jan Matura Rep. Ceca Rep. Ceca 127,5 132,0 281,4
6 Richard Freitag Germania Germania 129,0 128,5 280,4
7 Simon Ammann Svizzera Svizzera 127,5 132,5 279,8
8 Gregor Schlierenzauer Austria Austria 125,0 128,5 279,2
9 Severin Freund Germania Germania 126,5 129,5 277,4
10 Daiki Itō Giappone Giappone 127,5 127,0 276,9

27 febbraio (qualificazioni)
28 febbraio (finale)
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS134

Gara a squadre dal trampolino lungo[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Punti
1 Austria Austria Wolfgang Loitzl
Manuel Fettner
Thomas Morgenstern
Gregor Schlierenzauer
1135,9
2 Germania Germania Andreas Wank
Severin Freund
Michael Neumayer
Richard Freitag
1121,8
3 Polonia Polonia Maciej Kot
Piotr Żyła
Dawid Kubacki
Kamil Stoch
1121,0
4 Norvegia Norvegia Andreas Stjernen
Tom Hilde
Anders Bardal
Anders Jacobsen
1117,3
5 Giappone Giappone Reruhi Shimizu
Noriaki Kasai
Daiki Itō
Taku Takeuchi
1099,1
6 Slovenia Slovenia Robert Kranjec
Jurij Tepeš
Jaka Hvala
Peter Prevc
1046,4
7 Rep. Ceca Rep. Ceca Roman Koudelka
Lukáš Hlava
Jakub Janda
Jan Matura
1022,1
8 Italia Italia Roberto Dellasega
Andrea Morassi
Davide Bresadola
Sebastian Colloredo
965,9
9 Russia Russia Aleksej Romašov
Denis Kornilov
Il'ja Rosljakov
Dmitrij Vasil'ev
498,1
10 Svizzera Svizzera Simon Ammann
Kilian Peier
Marco Grigoli
Gregor Deschwanden
469,1

2 marzo
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS134

Sci di fondo[modifica | modifica wikitesto]

15 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Petter Northug Norvegia Norvegia 34:37.1
2 Johan Olsson Svezia Svezia 34:48.9
3 Tord Asle Gjerdalen Norvegia Norvegia 34:59.4
4 Ivan Babikov Canada Canada 35:30.7
5 Sjur Røthe Norvegia Norvegia 35:40.1
6 Calle Halfvarsson Svezia Svezia 35:46.6
7 Aivar Rehemaa Estonia Estonia 35:49.5
8 Dario Cologna Svizzera Svizzera 35:58.2
9 Axel Teichmann Germania Germania 36:02.8
10 Daniel Richardsson Svezia Svezia 36:03.9

27 febbraio
Tecnica libera

50 km[modifica | modifica wikitesto]
Dario Cologna seguito da Johan Olsson nella 50 km
Gli spettatori durante la 50 km
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Johan Olsson Svezia Svezia 2:10:41.4
2 Dario Cologna Svizzera Svizzera 2:10:54.3
3 Aleksej Poltoranin Kazakistan Kazakistan 2:10:58.2
4 Aleksandr Legkov Russia Russia 2:11:00.9
5 Eldar Rønning Norvegia Norvegia 2:11:01.6
6 Tord Asle Gjerdalen Norvegia Norvegia 2:11:13.7
7 Hannes Dotzler Germania Germania 2:11:14.1
8 Maksim Vylegžanin Russia Russia 2:11:16.0
9 Jens Filbrich Germania Germania 2:11:19.9
10 Daniel Richardsson Svezia Svezia 2:11:22.7

3 marzo
Tecnica classica
Partenza in linea

Sprint[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione
1 Nikita Krjukov Russia Russia
2 Petter Northug Norvegia Norvegia
3 Alex Harvey Canada Canada
4 Emil Jönsson Svezia Svezia
5 Pål Golberg Norvegia Norvegia
6 Eirik Brandsdal Norvegia Norvegia
7 Calle Halfvarsson Svezia Svezia
8 Toni Ketelä Finlandia Finlandia
9 Ola Vigen Hattestad Norvegia Norvegia
10 Fabio Pasini Italia Italia

21 febbraio
Tecnica classica

Inseguimento 30 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Dario Cologna Svizzera Svizzera 1:13:09.3
2 Martin Johnsrud Sundby Norvegia Norvegia 1:13:11.1
3 Sjur Røthe Norvegia Norvegia 1:13:11.3
4 Petter Northug Norvegia Norvegia 1:13:14.5
5 Maksim Vylegžanin Russia Russia 1:13:15.4
6 Aleksandr Legkov Russia Russia 1:13:19.4
7 Calle Halfvarsson Svezia Svezia 1:13:20.9
8 Marcus Hellner Svezia Svezia 1:13:21.3
9 Tobias Angerer Germania Germania 1:13:21.7
10 Jean-Marc Gaillard Francia Francia 1:13:22.0

23 febbraio
15 km a tecnica classica + 15 km a tecnica libera

Sprint a squadre[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Tempo
1 Russia Russia Aleksej Petuchov
Nikita Krjukov
21:30.98
2 Svezia Svezia Marcus Hellner
Emil Jönsson
21:31.44
3 Kazakistan Kazakistan Nikolaj Čebot'ko
Aleksej Poltoranin
21:31.71
4 Canada Canada Devon Kershaw
Alex Harvey
21:31.74
5 Italia Italia David Hofer
Federico Pellegrino
21:34.50
6 Francia Francia Jean-Marc Gaillard
Maurice Manificat
21:36.31
7 Austria Austria Harald Wurm
Bernhard Tritscher
21:39.36
8 Rep. Ceca Rep. Ceca Dušan Kožíšek
Aleš Razým
21:39.42
9 Germania Germania Tim Tscharnke
Axel Teichmann
21:40.72
10 Bielorussia Bielorussia Sjarhej Dalidovič
Michail Semenov
21:42.55

24 febbraio
6 frazioni a tecnica libera

Staffetta 4x10 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Tempo
1 Norvegia Norvegia Tord Asle Gjerdalen
Eldar Rønning
Sjur Røthe
Petter Northug
1:41:37.2
2 Svezia Svezia Daniel Richardsson
Johan Olsson
Marcus Hellner
Calle Halfvarsson
1:41:38.4
3 Russia Russia Evgenij Belov
Maksim Vylegžanin
Aleksandr Legkov
Sergej Ustjugov
1:41:39.6
4 Italia Italia Dietmar Nöckler
Giorgio Di Centa
Roland Clara
David Hofer
1:41:39.8
5 Finlandia Finlandia Sami Jauhojärvi
Ville Nousiainen
Kari Lehtonen
Matti Heikkinen
1:41:48.9
6 Svizzera Svizzera Curdin Perl
Dario Cologna
Toni Livers
Remo Fischer
1:41:50.2
7 Germania Germania Hannes Dotzler
Tobias Angerer
Tim Tscharnke
Axel Teichmann
1:42:22.7
8 Giappone Giappone Hiroyuki Miyazawa
Keishin Yoshida
Nobu Naruse
Akira Lenting
1:42:31.4
9 Francia Francia Mathias Wibault
Maurice Manificat
Robin Duvillard
Ivan Périllat Boiteux
1:42:32.8
10 Stati Uniti Stati Uniti Andrew Newell
Kris Freeman
Noah Hoffman
Tad Elliott
1:42:38.6

1º marzo
2 frazioni a tecnica classica + 2 frazioni a tecnica libera

Donne[modifica | modifica wikitesto]

Salto con gli sci[modifica | modifica wikitesto]

Trampolino normale[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione 1° salto 2° salto Totale
1 Sarah Hendrickson Stati Uniti Stati Uniti 106,0 103,0 253,7
2 Sara Takanashi Giappone Giappone 104,5 103,0 251,9
3 Jacqueline Seifriedsberger Austria Austria 104,0 98,5 237,2
4 Coline Mattel Francia Francia 102,0 95,5 229,5
5 Carina Vogt Germania Germania 99,5 96,0 225,4
6 Jessica Jerome Stati Uniti Stati Uniti 100,0 98,0 224,9
7 Anette Sagen Norvegia Norvegia 97,0 94,5 213,3
8 Evelyn Insam Italia Italia 96,0 92,5 210,5
9 Chiara Hölzl Austria Austria 95,5 94,5 204,3
10 Julia Kykkänen Finlandia Finlandia 92,5 90,0 203,2

21 febbraio (qualificazioni)
22 febbraio (finale)
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS106

Sci di fondo[modifica | modifica wikitesto]

10 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Therese Johaug Norvegia Norvegia 25:23.4
2 Marit Bjørgen Norvegia Norvegia 25:33.6
3 Julija Čekalëva Russia Russia 25:56.1
4 Miriam Gössner Germania Germania 25:56.6
5 Liz Stephen Stati Uniti Stati Uniti 26:04.6
6 Heidi Weng Norvegia Norvegia 26:06.6
7 Charlotte Kalla Svezia Svezia 26:09.0
8 Riitta-Liisa Roponen Finlandia Finlandia 26:12.7
9 Kristin Størmer Steira Norvegia Norvegia 26:25.0
10 Coraline Hugue Francia Francia 26:26.2

26 febbraio
Tecnica libera

30 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Marit Bjørgen Norvegia Norvegia 1:27:19.9
2 Justyna Kowalczyk Polonia Polonia 1:27:23.6
3 Therese Johaug Norvegia Norvegia 1:27:28.6
4 Heidi Weng Norvegia Norvegia 1:28:58.2
5 Nicole Fessel Germania Germania 1:29:08.9
6 Anna Haag Svezia Svezia 1:29:25.6
7 Kerttu Niskanen Finlandia Finlandia 1:29:32.7
8 Anne Kyllönen Finlandia Finlandia 1:29:36.0
9 Kristin Størmer Steira Norvegia Norvegia 1:29:36.4
10 Masako Ishida Giappone Giappone 1:29:39.0

2 marzo
Tecnica classica
Partenza in linea

Sprint[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione
1 Marit Bjørgen Norvegia Norvegia
2 Ida Ingemarsdotter Svezia Svezia
3 Maiken Caspersen Falla Norvegia Norvegia
4 Katja Višnar Slovenia Slovenia
5 Stina Nilsson Svezia Svezia
6 Justyna Kowalczyk Polonia Polonia
7 Mona-Liisa Malvalehto Finlandia Finlandia
8 Alena Procházková Slovacchia Slovacchia
9 Kerttu Niskanen Finlandia Finlandia
10 Denise Herrmann Germania Germania

21 febbraio
Tecnica classica

Inseguimento 15 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Marit Bjørgen Norvegia Norvegia 39:04.4
2 Therese Johaug Norvegia Norvegia 39:07.8
3 Heidi Weng Norvegia Norvegia 39:19.3
4 Kristin Størmer Steira Norvegia Norvegia 39:20.7
5 Justyna Kowalczyk Polonia Polonia 39:31.5
6 Charlotte Kalla Svezia Svezia 39:45.6
7 Julija Čekalëva Russia Russia 39:51.3
8 Krista Lähteenmäki Finlandia Finlandia 39:53.2
9 Astrid Uhrenholdt Jacobsen Norvegia Norvegia 40:10.9
10 Masako Ishida Giappone Giappone 40:11.9

23 febbraio
7,5 km a tecnica classica + 7,5 km a tecnica libera

Sprint a squadre[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atlete Tempo
1 Stati Uniti Stati Uniti Jessica Diggins
Kikkan Randall
20:24.44
2 Svezia Svezia Charlotte Kalla
Ida Ingemarsdotter
20:32.24
3 Finlandia Finlandia Riikka Sarasoja
Krista Lähteenmäki
20:35.39
4 Norvegia Norvegia Ingvild Flugstad Østberg
Maiken Caspersen Falla
20:45.25
5 Italia Italia Marina Piller
Ilaria Debertolis
20:45.90
6 Slovenia Slovenia Katja Višnar
Vesna Fabjan
20:49.61
7 Russia Russia Natal'ja Korostelëva
Natal'ja Matveeva
20:58.48
8 Germania Germania Hanna Kolb
Denise Herrmann
20:58.55
9 Polonia Polonia Sylwia Jaśkowiec
Agnieszka Szymańczak
21:10.49
10 Francia Francia Celia Aymonier
Coraline Hugue
21:11.01

24 febbraio
6 frazioni a tecnica libera

Staffetta 4x5 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atlete Tempo
1 Norvegia Norvegia Heidi Weng
Therese Johaug
Kristin Størmer Steira
Marit Bjørgen
1:00:36.5
2 Svezia Svezia Ida Ingemarsdotter
Emma Wikén
Anna Haag
Charlotte Kalla
1:01:02.7
3 Russia Russia Julija Ivanova
Alija Iksanova
Marija Guščina
Julija Čekalëva
1:01:22.3
4 Stati Uniti Stati Uniti Sadie Bjornsen
Kikkan Randall
Liz Stephen
Jessica Diggins
1:01:48.9
5 Finlandia Finlandia Anne Kyllönen
Kerttu Niskanen
Riitta-Liisa Roponen
Riikka Sarasoja
1:02:00.3
6 Francia Francia Aurore Jéan
Celia Aymonier
Anouk Faivre-Picon
Coraline Hugue
1:02:30.2
7 Germania Germania Nicole Fessel
Katrin Zeller
Denise Herrmann
Miriam Gössner
1:02:44.3
8 Italia Italia Lucia Scardoni
Virginia De Martin Topranin
Debora Agreiter
Marina Piller
1:03:32.6
9 Polonia Polonia Kornelia Kubińska
Justyna Kowalczyk
Paulina Maciuszek
Agnieszka Szymańczak
1:04:11.5
10 Ucraina Ucraina Tetyana Antypenko
Valentyna Ševčenko
Maryna Ancybor
Kateryna Hryhorenko
1:04:33.0

28 febbraio
2 frazioni a tecnica classica + 2 frazioni a tecnica libera

Misto[modifica | modifica wikitesto]

Salto con gli sci[modifica | modifica wikitesto]

Gara a squadre dal trampolino normale[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Punti
1 Giappone Giappone Yūki Itō
Daiki Itō
Sara Takanashi
Taku Takeuchi
1011,0
2 Austria Austria Chiara Hölzl
Thomas Morgenstern
Jacqueline Seifriedsberger
Gregor Schlierenzauer
986,7
3 Germania Germania Ulrike Gräßler
Richard Freitag
Carina Vogt
Severin Freund
984,9
4 Norvegia Norvegia Maren Lundby
Tom Hilde
Anette Sagen
Anders Bardal
969,3
5 Francia Francia Léa Lemare
Ronan Lamy-Chappuis
Coline Mattel
Vincent Descombes Sevoie
941,2
6 Stati Uniti Stati Uniti Jessica Jerome
Peter Frenette
Sarah Hendrickson
Anders Johnson
938,4
7 Italia Italia Elena Runggaldier
Andrea Morassi
Evelyn Insam
Sebastian Colloredo
923,1
8 Slovenia Slovenia Urša Bogataj
Jaka Hvala
Špela Rogelj
Peter Prevc
920,0
9 Russia Russia Anastasija Gladyševa
Denis Kornilov
Irina Avvakumova
Dmitrij Vasil'ev
427,7
10 Rep. Ceca Rep. Ceca Michaela Doleželová
Jakub Janda
Vladěna Pustková
Jan Matura
417,1

24 febbraio
Trampolino: Giuseppe Dal Ben HS106

Medagliere per nazioni[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1 Norvegia Norvegia 8 5 6 19
2 Francia Francia 3 0 1 4
3 Russia Russia 2 0 3 5
4 Stati Uniti Stati Uniti 2 0 1 3
5 Svezia Svezia 1 6 0 7
6 Austria Austria 1 5 1 7
7 Germania Germania 1 1 3 5
8 Polonia Polonia 1 1 1 3
9 Giappone Giappone 1 1 0 2
Svizzera Svizzera 1 1 0 2
11 Slovenia Slovenia 0 1 1 2
12 Kazakistan Kazakistan 0 0 2 2
13 Canada Canada 0 0 1 1
Finlandia Finlandia 0 0 1 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Comitato Organizzatore è al lavoro per organizzare il terzo Campionato del Mondo di sci nordico che si terrà dal 20 febbraio al 3 marzo 2013, dopo i successi del 1991 e del 2003, in Sito ufficiale, 7 luglio 2011. URL consultato il 20 agosto 2011.
  2. ^ Luca Perenzoni, Mondiali 2013: come previsto Schladming e Fiemme, in Fantaski.it, 29 maggio 2008. URL consultato il 20 agosto 2011.
  3. ^ Organizers for the 2012 & 2013 FIS World Championships, in Sito ufficiale della FIS, 29 maggio 2008. URL consultato il 20 agosto 2011.
  4. ^ Centro del Fondo, in Sito ufficiale. URL consultato il 20 agosto 2011.
  5. ^ Stadio del Salto, in Sito ufficiale. URL consultato il 20 agosto 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sport invernali Portale Sport invernali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport invernali