Alessandro Pittin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Pittin
FIS Worldcup Nordic Combined Ramsau 20161218 DSC 8253.jpg
Alessandro Pittin a Ramsau am Dachstein nel 2016
Nazionalità Italia Italia
Altezza 165 cm
Peso 58 kg
Combinata nordica Nordic combined pictogram.svg
Squadra Fiamme Gialle
Palmarès
Olimpiadi 0 0 1
Mondiali 0 1 0
Mondiali juniores 3 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 13 marzo 2022

Alessandro Pittin (Tolmezzo, 11 febbraio 1990) è un combinatista nordico italiano, primo atleta azzurro a vincere una medaglia nella storia della combinata nordica ai Giochi olimpici.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 2002-2009[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Cercivento, fa parte della nazionale italiana dal 2002 e gareggia per il Gruppi Sportivi Fiamme Gialle. Nel 2008 è entrato a far parte della squadra A, nella quale è allenato da Harald Rodlauer per il salto e da Giuseppe Chenetti per il fondo[1].

In Coppa del Mondo ha esordito il 15 dicembre 2007 nella gara a partenza in linea di Ramsau am Dachstein, in Austria (33°), e ha conquistato il primo podio il 19 dicembre 2009 in un'individuale Gundersen disputata nella medesima località (3° alle spalle del francese Jason Lamy-Chappuis e del tedesco Tino Edelmann).

Nel 2009 ha partecipato per la prima volta ai Mondiali, a Liberec (Repubblica Ceca), ottenendo il 6º posto nella 10 km Gundersen HS 140. Inoltre pittiiin eso anche tre volte campione del mondo juniores nella 10 km Gundersen di Zakopane 2008, in Polonia, e ancora nella 10 km Gundersen e nella 5 km sprint, in cui a Zakopane aveva vinto la medaglia di bronzo, a Štrbské Pleso 2009, in Slovacchia; ha inoltre vinto gare in competizioni minori della FIS, quali la Coppa del Mondo B e l'Alpen Cup.

Stagioni 2010-2012[modifica | modifica wikitesto]

Convocato per i XXI Giochi olimpici invernali di Vancouver 2010, in Canada, vince la medaglia di bronzo nell'individuale dal trampolino normale, primo italiano ad aggiudicarsi una medaglia olimpica nella combinata nordica. Il 6 marzo successivo ha anche esordito nella Coppa del Mondo di salto con gli sci, piazzandosi decimo nella gara a squadre di Lahti.

Nel corso della stagione 2011-2012, il 16 dicembre 2011 a Seefeld in Tirol, è stato protagonista assieme al compagno di squadra Lukas Runggaldier di un risultato storico: i due combinatisti hanno infatti ottenuto il primo podio azzurro nella staffetta[2]. Il 13 gennaio 2012 ha marcato un altro primato, conquistando la prima vittoria di un italiano in Coppa del Mondo nella Gundersen di Chaux-Neuve, in Francia; il 14 e il 15 gennaio seguenti si è ripetuto, realizzando una tripletta che mancava negli annali della Coppa dal 2002 (l'ultimo a realizzarla era stato il combinatista tedesco Björn Kircheisen).

Stagioni 2013-2022[modifica | modifica wikitesto]

Nelle stagioni seguenti non è più salito sul podio in Coppa del Mondo fino al 14 dicembre 2013 (3º con Samuel Costa nella sprint a squadre di Ramsau am Dachstein); ai Mondiali del 2013 ha ottenuto come migliori piazzamenti due settimi posti nella gara a squadre e nella sprint a squadre.

Ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči 2014 si è classificato 4º nel trampolino normale, 18º nel trampolino lungo e 8º nella gara a squadre, mentre ai Mondiali di Falun 2015 ha vinto la medaglia d'argento nel trampolino normale, si è classificato 4º nella gara a squadre dal trampolino normale, 5º nella sprint a squadre dal trampolino lungo e 25º nel trampolino lungo. Ai Mondiali di Lahti 2017 si è classificato 19º nel trampolino normale, 20º nel trampolino lungo, 6º nella gara a squadre dal trampolino normale e 6º nella sprint a squadre dal trampolino lungo.

Ai XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018 si è classificato 19º nel trampolino normale, 27º nel trampolino lungo e 8º nella gara a squadre; nella stagione successiva ai Mondiali di Seefeld in Tirol è stato 13º nel trampolino normale, 22º nel trampolino lungo, 7º nella gara a squadre dal trampolino normale e 5º nella sprint a squadre dal trampolino lungo, mentre a quelli di Oberstdorf 2021 si è classificato 25º nel trampolino normale e 7º nella gara a squadre. L'anno dopo ai XXIV Giochi olimpici invernali di Pechino 2022 si è piazzato 32º nel trampolino normale, 33º nel trampolino lungo e 9º nella gara a squadre.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 medaglia:
    • 1 argento (individuale dal trampolino normale a Falun 2015)

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 7º nel 2012
  • 16 podi (13 individuali, 3 a squadre):
    • 3 vittorie (individuali)
    • 4 secondi posti (3 individuali, 1 a squadre)
    • 9 terzi posti (7 individuali, 2 a squadre)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Nazione Trampolino Spec.
13 gennaio 2012 Chaux-Neuve Francia Francia La Côté Feuillée HS118 IN LH/10 km
14 gennaio 2012 Chaux-Neuve Francia Francia La Côté Feuillée HS118 IN LH/10 km
15 gennaio 2012 Chaux-Neuve Francia Francia La Côté Feuillée HS118 IN LH/10 km

Legenda:
IN = individuale Gundersen
LH = trampolino lungo

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani juniores[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 8 settembre 2010. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Profilo" sul sito personale, su alessandropittin.it. URL consultato il 15 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2011).
  2. ^ Storica Italia: 2ª in Combinata. Mai così in alto in CdM, in La Gazzetta dello Sport, 16 dicembre 2011. URL consultato il 15 gennaio 2012.
  3. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Alessandro Pittin, su quirinale.it. URL consultato il 15 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]