Mario Stecher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Stecher
Mario Stecher in gara a Lahti nel 2014
Mario Stecher in gara a Lahti nel 2014
Nazionalità Austria Austria
Altezza 177 cm
Peso 62 kg
Combinata nordica Nordic combined pictogram.svg
Squadra WSV Eisenerz
Ritirato 2015
Palmarès
Olimpiadi 2 0 2
Mondiali 2 3 1
Mondiali juniores 2 1 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Mario Stecher (Eisenerz, 17 luglio 1977) è un ex combinatista nordico austriaco, campione olimpico nella gara a squadre a Torino 2006 e a Vancouver 2010 e iridato nelle due gare a squadre disputate ai Mondiali di Oslo 2011. Ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči 2014 fu portabandiera dell'Austria nella cerimonia di apertura; saltuariamente prese parte anche a gare di salto con gli sci.

È marito della sciatrice alpina Carina Raich, a sua volta atleta di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1993-1999[modifica | modifica wikitesto]

Esordì in Coppa del Mondo nella stagione 1993-1994, il 4 dicembre a Saalfelden (7º), e conquistò la prima vittoria, nonché primo podio, il 15 gennaio 1994 nell'individuale di Oslo. In quella stagione prese parte a una gara della Coppa del Mondo di salto con gli sci, il 3 gennaio 1993 a Innsbruck, giungendo 41º.

Prese parte a due edizioni dei Mondiali juniores, Breitenwang 1994 e Gällivare 1995, vincendo quattro medaglie. Nel 1995 esodì ai Mondiali a Thunder Bay, giungendo 5º nella gara a squadre. Due anni dopo, a Trondheim 1997, conquistò la prima medaglia iridata vincendo il bronzo nella gara a squadre.

Fece il suo esordio alle Olimpiadi a Nagano 1998, ottenendo il quarto posto nella gara a squadre; ai Campionati austriaci del 1998 vinse due medaglie di bronzo nel salto con gli sci. L'anno successivo, ai Mondiali di Ramsau 1999, vinse l'argento nella sprint e giunse inoltre 25º nell'individuale e 7º nella gara a squadre.

Stagioni 2000-2009[modifica | modifica wikitesto]

Ai Mondiali di Lahti 2001 vinse la medaglia d'argento nella gara a squadre, mentre l'anno successivo a Salt Lake City 2002 conquistò la sua prima medaglia olimpica, il bronzo nella gara a squadre, e giunse inoltre 6º nell'individuale e 11º nella sprint.

Nel 2005 prese parte ai Mondiali di Oberstdorf, giungendo 25º nell'individuale e 17º nella sprint. L'anno successivo a Torino 2006 vinse l'oro olimpico nella gara a squadre (con Michael Gruber, Christoph Bieler e Felix Gottwald), mentre fu 19º nell'individuale e 14º nella sprint.

Nell'edizione dei Mondiali di Sapporo 2007 arrivò 18º nell'individuale, 12º nella sprint e 4º nella gara a squadre; invece a Liberec 2009 fu 10º nell'individuale dal trampolino normale, 17º nell'individuale dal trampolino lungo, 22º nella partenza in linea e 5º nella gara a squadre.

Stagioni 2010-2015[modifica | modifica wikitesto]

Ai Giochi olimpici di Vancouver 2010 conquistò nuovamente la medaglia d'oro nella gara a squadre, insieme a Bernhard Gruber, Felix Gottwald e David Kreiner; inoltre arrivò 5º nell'individuale dal trampolino normale e 8º nell'individuale dal trampolino lungo. L'anno seguente ai Mondiali di Oslo 2011 ampliò ancora il suo palmarès, vincendo due medaglie d'oro nelle gare a squadre in programma (dal trampolino normale e da quello lungo), e giunse inoltre 29º nell'individuale dal trampolino normale e 10º nell'individuale dal trampolino lungo.

Nel 2013 prese parte ai Mondiali della Val di Fiemme, dove raccolse la medaglia d'argento nell'individuale dal trampolino normale e arrivò 21º nell'individuale dal trampolino lungo e 5º nella gara a squadre.

Ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči 2014, dove fu portabandiera dell'Austria nella cerimonia di apertura, si classificò 18º nel trampolino normale, 19º nel trampolino lungo e 3º nella gara a squadre. Durante la stagione 2014-2015 annunciò il ritiro dalle competizioni[2]; la sua ultima gara in carriera fu l'individuale di Coppa del Mondo disputata a Sapporo il 24 gennaio.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Combinata nordica[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 2º nel 1998
  • 49 podi:
    • 13 vittorie
    • 15 secondi posti
    • 21 terzi posti
Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]
Data Località Nazione Trampolino Spec.
15 gennaio 1994 Oslo Holmenkollen Norvegia Norvegia Holmenkollen K110 IN LH/15 km
18 febbraio 1996 Murau Austria Austria Hans Walland K120 IN LH/15 km
29 dicembre 1996 Oberwiesenthal Germania Germania Fichtelberg K90 SP NH/7,5 km
18 gennaio 1997 Sankt Moritz Svizzera Svizzera Olympiaschanze K94 IN NH/15 km
1º febbraio 1997 Hakuba Giappone Giappone Hakuba K120 IN LH/15 km
13 dicembre 1997 Steamboat Springs Stati Uniti Stati Uniti Howelsen K88 IN NH/15 km
10 marzo 1998 Falun Svezia Svezia Lugnet K90 SP NH/7,5 km
27 novembre 2005 Kuusamo Finlandia Finlandia Rukatunturi HS142 SP LH/7,5 km
7 febbraio 2009 Seefeld in Tirol Austria Austria Toni Seelos HS100 IN NH/10 km
31 gennaio 2010 Seefeld in Tirol Austria Austria Toni Seelos HS100 IN NH/10 km
18 dicembre 2010 Ramsau am Dachstein Austria Austria W90-Mattensprunganlage HS98 IN NH/10 km
19 dicembre 2010 Ramsau am Dachstein Austria Austria W90-Mattensprunganlage HS98 IN NH/10 km
2 dicembre 2012 Kuusamo Finlandia Finlandia Rukatunturi HS142 T SP LH/2x7,5 km
(con Bernhard Gruber)

Legenda:
IN = individuale Gundersen
SP = sprint
T = gara a squadre
LH = trampolino lungo
NH = trampolino normale

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Salto con gli sci[modifica | modifica wikitesto]

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) "Über mich" sul sito personale. URL consultato il 15 marzo 2015.
  2. ^ Francesco Paone, Mario Stecher dice basta. Si ritira uno degli atleti più longevi di sempre in neveitalia.it, 27 febbraio 2015. URL consultato il 14 marzo 2015.
  3. ^ a b (DE) Scheda ÖSV. URL consultato il 14 marzo 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alfiere dell'Austria ai Giochi olimpici invernali Successore
Andreas e Wolfgang Linger Soči 2014 --