Jason Derulo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Jason Derülo)
Jason Derulo
Fotografia di Jason Derulo
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop[1]
Contemporary R&B[1]
Dance pop[1]
Urban[1]
Periodo di attività 2007 – in attività
Etichetta Warner Bros.
Album pubblicati 4
Studio 4
Sito web

Jason Derulo, nome d'arte di Jason Joel Desrouleaux (Miramar, 21 settembre 1989), è un cantautore e ballerino statunitense.

Fino a maggio del 2015 ha venduto oltre 45 milioni di singoli e 2 milioni di album.[2]

Biografia e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato vicino a Miami, in Florida, è di genitori di origine Haitiana. Il suo cognome di nascita è Desrouleaux, ma viene presto cambiato in Derulo per renderlo più facile da pronunciare in inglese. Dopo aver passato la propria infanzia studiando opera, teatro e danza, Derulo frequenta la Dillard High School for the Performing Arts di Fort Lauderdale e si diploma presso la American Musical and Dramatic Academy di New York. Già dall'età di sedici anni scrive canzoni per Cassie, Pitbull e Keyshia Cole fra gli altri.[3] Nel 2006 vince il primo premio nell'ambito dello show televisivo Showtime at the Apollo, ed in seguito ottiene un contratto con la Warner Bros. Records in collaborazione con la Beluga Heights.

2010-2011: Jason Derulo, l'album di debutto[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2009 viene pubblicato il suo primo singolo Whatcha Say, composta su un campionamento del brano Hide and Seek di Imogen Heap. Il 30 agosto il singolo debutta alla posizione 54 della Billboard Hot 100[4], per poi salire nelle settimane successive sino alla vetta.[5], ottenendo oltre 775,000 download, secondo i rilevamenti di Nielsen SoundScan. Il brano ebbe un particolare riscontro commerciale soprattutto negli Stati Uniti D'America arrivando alla vetta della classifica americana vincendo oltre 4 milioni di copie nel territorio statunitense.[4] Nel 2010, il suo secondo singolo In My Head, che anticipa l'uscita dell'album Jason Derulo, raggiunge la vetta delle classifiche di Australia e Nuova Zelanda.[6] Questo pezzo ebbe quasi successo del primo, e registrò ottime vendite in Australia, in Inghilterra e negli Stati Uniti. Il pezzo lo ha aiutato a farsi notare nel campo musicale e ha venduto circa 4,300,000 copie nel 2010. Il terzo singolo è stato Ridin' Solo, pezzo che ha avuto molto successo in America e ha raggiunto una notorietà in Italia. Con questi primi modesti successi, Derulo è stato al centro di polemiche riguardo al fatto che lui possa essere il principe del pop, dichiarazioni poi smentite. A novembre 2010 si prepara nuovo materiale per il prossimo album e contemporaneamente dal suo primo album pubblica What If e The Sky's the Limit entrambi singoli di minore successo dei primi.

2011: Future History[modifica | modifica wikitesto]

A maggio 2011 esce il singolo Don't Wanna Go Home che anticipa l'uscita del nuovo album Future History. Il pezzo riscontra un ottimo successo in Europa, in America e soprattutto in Australia. Nell'estate 2011 esce il secondo singolo It Girl. Il terzo Breathing è uscito nell'ottobre 2011, mentre il quarto, Fight for You è uscito nel novembre 2011. Successivamente il cantante statunitense pubblica altri tre singoli promozionali estratti sempre dallo stesso album: Make It Up As We Go, Pick up the Pieces e That's My Shhh. A gennaio 2012 la pop star si frattura una vertebra mentre prova alcuni passi di danza del suo successivo "Future history world tour" che doveva avere inizio nel febbraio 2012. A causa dell' infortunio sono state annullate tutte le date del tour. L'album pubblicato alcuni mesi prima, privato della promozione, ha avuto vendite piuttosto limitate, a differenza dei singoli che hanno avuto un elevato successo in America, Europa e Australia. Gli ascoltatori si sono limitati al download digitale della sola canzone anziché scaricare l'album completo. Il cantante ballerino pubblica il 22 maggio 2012 il singolo Undefeated, che dovrebbe anticipare l'uscita di un eventuale album previsto per il 2013. La canzone parla dell'infortunio subito ma mette in risalto un ritorno che ha portato più maturità e più sicurezza. Il cantante la definisce evoluzione. Su YouTube è stato pubblicato sul canale di Jason Derulo un video non ufficiale della canzone che ha raggiunto in breve tempo 3 milioni di visualizzazioni. Jason Derulo si è esibito con un live di Undefeated nel noto programma American Idol 2012 davanti ai giudici di gara Jennifer Lopez e Steven Tyler ottenendo una standing ovation. Jason Derulo ha detto personalmente tramite Twitter che la sua attuale inattività è dovuta ad un lavoro discografico che sta preparando per i suoi fans e per tutte le persone a lui legate che lo seguono e che ascoltano la sua musica. Il 16 aprile 2013 esce il suo nuovo singolo The Other Side e a maggio viene rilasciato anche il relativo video.[7]

2013-2014: Tattoos[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 aprile del 2013 il cantante pubblica The Other Side, la canzone ebbe un buon successo internazionale, il singolo anticipò l'uscita dell'album Tattoos. Il 31 luglio 2013 esce il nuovo singolo Talk Dirty in collaborazione con il rapper statunitense 2 Chainz, che raggiungerà un enorme successo internazionale, raggiundendo la vetta in 7 diversi paesi, vendendo oltre 8 milioni di copie in un anno, diventando il singolo più celebre del cantante. il 20 settembre esce il terzo album in studio di Derulo, Tattoos, che precede il terzo singolo Marry Me, che uscì il settembre del 2013 ottenendo un discreto successo in Australia, Stati Uniti e Norvegia. Il quarto singolo, Trumpets, uscì il 7 novembre del 2014, ed ottenne un buon successo internazionale, mentre il quinto singolo Stupid Love, che uscì il 24 marzo del 2014 risultò essere un flop. Il sesto ed ultimo singolo estratto dall'album, Wiggle, uscì il 30 maggio del 2014, in collaborazione con il rapper Snoop Dogg, ebbe un enorme successo in tutto il mondo, arrivando alla numero uno in Belgio e in Regno Unito, e la top ten in 24 paesi, vendendo oltre 4 milioni di copie nel 2014. il video su YouTube diventò quasi virale nel 2014, arrivando alla fine dell'anno a oltre 500 milioni di visualizzazioni.

2015: Everything Is 4[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 Derülo aveva annunciato che aveva già incominciato a lavorare sul nuovo album, e che esso sarebbe uscito nel primo trimestre del 2015. L'album, dal titolo Everything Is 4, viene anticipato dal singolo Want to Want Me, pubblicato il 9 marzo 2015 e che ottiene un grande successo commerciale: rientra nella top 10 di una trentina di Paesi e raggiunge il primo posto dei singoli più ascoltati con Spotify, Shazam e nella classifica iTunes; il brano diventa uno dei maggiori successi del 2015 e dello stesso Derülo. Il disco viene pubblicato ufficialmente il 29 maggio 2015 in tutto il mondo e al suo interno vi sono undici tracce che vedono collaborazioni con artisti come Meghan Trainor e Stevie Wonder, con un genere musicale che spazia tra il Contemporary R&B al pop, con sfumature funky.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Jason Derulo per più di due anni ha avuto una relazione con la cantante Jordin Sparks. Insieme hanno pubblicato su YouTube il remix e duetto della canzone It Girl, inoltre la canzone Marry Me è dedicata a lei; però i due hanno interrotto la loro relazione all'inizio del 2015 e ora sono in estrema rivalità. Nel luglio 2012 Jason Derulo ha condotto con la compagnia della cantante Kelly Rowland un programma televisivo australiano Everybody Dance Now 2012 in cui, in veste di giudici di gara si esibivano dal vivo. Nel settembre 2012 Jason Derulo ha preso parte ad una campagna di beneficenza in Ruanda contro la fame in Africa.

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Jason Derülo.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione
Anno Titolo Ruolo Note
2012 Everybody Dance Now se stesso; maestro di danza Stagione 1
State of Georgia se stesso Stagione 1, "The Popular Chicks"

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Organizzazione Premio Lavoro Risultato
2010 Teen Choice Awards[8] Choice Breakout Male Artist se stesso Candidatura
Choice R&B Track In My Head Candidatura
Choice R&B Album Jason Derülo Vinto
MTV Video Music Awards[9] Best Male Video In My Head Candidatura
Best New Artist In My Head Candidatura
MTV Europe Music Awards[10] Best New Act se stesso Candidatura
Best Push Act se stesso Candidatura
ARIA Music Awards[11] Most Popular International Artist se stesso Candidatura
2011 NAACP Image Award[12] Outstanding New Artist se stesso Candidatura
BMI Pop Music Awards[13] Compositore dell'Anno In My Head, Ridin' Solo, Whatcha Say, Replay Vinto
50 Most Performed Songs of the Year Replay Vinto
Teen Choice Awards[14] Choice Male Artist se stesso Candidatura
Choice R&B/Hip-Hop Track Don't Wanna Go Home Candidatura
Choice Summer: Music Star Male se stesso Candidatura
MOBO Awards[15][16] Best International Act se stesso Candidatura
2012 MTV Video Music Awards Japan Best R&B Video It Girl Candidatura

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d http://www.nytimes.com/2015/06/03/arts/music/review-jason-derulo-glides-across-genres-on-everything-is-4.html?_r=0
  2. ^ http://www.spettacolinews.it/jason-derulo-esce-l1-giugno-everything-4-con-stevie-wonder-keith-urban-jennifer-lopez-meghan-trainor-e-matoma-20150565724.html
  3. ^ Heartbreak tale pays off for singer Jason Derulo, Reuters. URL consultato il 4 ottobre 2009.
  4. ^ a b (EN) Susan Varghese, Jason Derülo Takes Off With 'Whatcha Say' Single, Billboard, 6 ottobre 2009. URL consultato il 21 ottobre 2009.
  5. ^ (EN) Hot 100, Billboard. URL consultato il 21 ottobre 2009.
  6. ^ Italiancharts
  7. ^ Jason Derulo - The Other Side | video premiere
  8. ^ Teen Choice Awards 2010 Nominations Announced in MTV UK, MTV Networks, 13 luglio 2010. URL consultato il 30 maggio 2011.
  9. ^ MTV Video Music Awards: The Complete Winners List in Rolling Stone, New York City, Jann Wenner, 13 settembre 2010. URL consultato il 30 maggio 2011.
  10. ^ Lady Gaga and Katy Perry lead MTV Europe Music Awards nominations in NME, IPC Media, 20 settembre 2010. URL consultato il 30 maggio 2011.
  11. ^ 2010 ARIA Nominations Announced in Take40 Australia, MCM Entertainment, 28 settembre 2011. URL consultato il 30 maggio 2011.
  12. ^ The 42nd NAACP Image Awards – Recording in NAACPImageAwards.net. URL consultato il 30 maggio 2011.
  13. ^ Gerrick D. Kennedy, David Foster, Lady Antebellum, Jason Derulo and Lady Gaga score top honors at BMI pop awards in Los Angeles Times (Los Angeles, California), Eddy Hartenstein, 18 maggio 2011. URL consultato il 30 maggio 2011.
  14. ^ Teen Choice Awards 2011 Nominees Announced: Harry Potter vs Twilight in The Huffington Post, 29 giugno 2011. URL consultato il 30 giugno 2011.
  15. ^ Sarah Fitzmaurice, Jessie J leads the pack with five MOBO Award nominations... and will battle it out against Adele in three categories in Daily Mail, Associated Newspapers, 1º settembre 2011. URL consultato il 6 settembre 2011.
  16. ^ The 2011 MOBO Awards in association with Lebara Mobile, MOBO Organisation. URL consultato il 6 novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN103075715 · LCCN: (ENno2009188445 · ISNI: (EN0000 0001 1453 9363 · GND: (DE140726667 · BNF: (FRcb16219478r (data)