Jacen Solo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jacen Solo
UniversoGuerre stellari
Lingua orig.Inglese
Alter egoDarth Caedus
AutoreTimothy Zahn
EditoreBantam Books - Bantam Spectra
1ª app.1º aprile 1993 – 3 aprile 2012
1ª app. inL'ultima missione
Ultima app. inApocalypse
SpecieUmano
SessoMaschio
Luogo di nascitaCoruscant
ProfessioneCavaliere Jedi, Signore Oscuro dei Sith
AffiliazioneJedi, Nuova Repubblica, Alleanza Galattica, Sith

Jacen Solo è un personaggio appartenente all'universo espanso fantascientifico di Guerre stellari. Era il figlio maggiore di Ian Solo e Leila Organa e il fratello gemello minore di Jaina Solo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Oltre a sua sorella Jaina, Jacen aveva un fratello, Anakin Solo. Jacen era nato durante il termine della crisi Thrawn (9 ABY) ed era stato promesso come premio a Joruus C'baoth in cambio della sua lealtà verso l'ammiraglio Thrawn. Durante la giovinezza, Jacen venne lasciato con la sorella su mondi sicuri, per essere protetti dall'Impero che era di nuovo sotto il governo di Palpatine risorto. Ian e Leila decisero che sarebbe stato meglio tenere la famiglia unita. Lui e la sorella vennero controllati da Chewbecca, C-3PO e da Winter. Quando i due raggiunsero l'anno e mezzo di età, nacque nel frattempo Anakin Solo.

Qualche tempo dopo Jacen riuscì a difendere lo zio Luke Skywalker che era stato reso privo di sensi dalle azioni dello spirito del Signore Oscuro dei Sith Exar Kun. Nessuno degli studenti poté vedere lo spirito separato dal corpo di Luke eccetto Jacen. Luke guidò Jacen per difendere il corpo dai predatori e il bambino, di soli due anni, riuscì anche a prendere e usare la spada laser di Skywalker.

Addestramento Jedi[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 13 anni, Jacen si recò con la sorella al Praxeum di Luke per addestrarsi nelle vie della Forza. Riuscì a sviluppare una affinità e sensibilità verso la natura e la Forza Vivente. Poteva comunicare istintivamente con gli animali. Lui e la sorella si fecero amici uno Wookiee, Lowbacca e una Strega di Dathomir, la principessa guerriera Tenel Ka. In breve Jacen imparò molte tecniche Jedi e partecipò a molte missioni.

Secondo Imperium[modifica | modifica wikitesto]

Nell'esplorazione della giungla circostante, Jacen, Jaina, Tenel Ka e Lowbacca scoprirono un TIE Fighter distrutto del periodo della Battaglia di Yavin. Jaina decise di installare una iperguida e di sistemarlo per renderlo operativo. Jacen e Jaina vennero catturati dal pilota del TIE, Qorl, che era rimasto nella giungla per 19 anni. Tenel Ka e Lowbacca riuscirono a fuggire e a tornare al Praxeum. Qorl costrinse i due a lavorare al TIE fighter e in seguito il pilota scoprì cosa era accaduto all'Impero Galattico. Qorl scoprì l'Accademia dell'Ombra, una zona di addestramento per Jedi Oscuri, che era sotto il comando di uno degli studenti falliti di Luke Skywalker, Brakiss: essa era affiliata ad un movimento imperiale chiamato Secondo Imperium che rifiutava di riconoscere il trattato di pace firmato tra l'Imperial Remnant e la Repubblica. I tre giovani Jedi furono portati all'Accademia per essere addestrati come Jedi Oscuri, rinchiusi in celle.

Durante la prigionia, Jacen imparò un'importante lezione. Il giovane Jedi desiderava da tempo di costruire una spada laser ma scoprì quanto fossero pericolose e quanta saggezza e maturità serviva per usarne una; riuscì comunque a liberarsi dalla sua cella usando una gemma Corusca proveniente dalla Stazione GemDiver di Lando Calrissian. Dopo aver liberato Lowbacca e la sorella procedettero con il sabotaggio dei sistemi di sicurezza dell'Accademia dell'Ombra. Nel frattempo giunsero Luke Skywalker e Tenel Ka, che affrontarono i leader della Accademia, Brakiss e Tamith Kai. Luke sconfisse Brakiss e Tenel ferì Tamith al ginocchio, permettendo così ai giovani di rubare una nave imperiale e fuggire assieme a loro nell'iperspazio. I gemelli Solo, Lowbacca e Tenel Ka ritornarono a Coruscant per una vacanza e ritrovarono il giovane amico d'infanzia Zekk. Zekk era stato preso come allievo all'Accademia dell'Ombra che aveva scoperto il suo potenziale prima dei gemelli. Zekk diventò il Cavaliere Oscurissimo dell'accademia e dovette combattere diverse volte contro Jacen e Jaina. I gemelli raggiunsero quindi la maturità necessaria per costruire le proprie spade laser.

Ciò che aveva imparato Jacen non lo aveva invece Tenel Ka, che per tenersi al passo con gli amici costruì in fretta una spada laser. Usò un cristallo imperfetto e la lama andò in cortocircuito durante un incontro di allenamento con Jacen. La sua spada passò attraverso l'aria dove la lama di Tenel si era spenta e le tagliò accidentalmente il braccio sinistro. Nonostante tutto Tenel la prese bene e Jacen ne fu profondamente colpito. I compagni Jedi arrivarono su Kashyyyk, il pianeta natale di Lowbacca dove la sorella Sirrakuk stava per intraprendere un rituale Wookiee. In breve arrivarono le forze del Secondo Imperium, guidate da Zekk, che attaccarono la città di Thikkiiana, un centro di esportazione di tecnologia per computer. I quattro allievi Jedi sconfissero gran parte delle forze Imperiali; Jaina affrontò il giovane Zekk nei bassi livelli del pianeta, ricoperti di giungla. Zekk non si sentiva di combattere contro i propri "amici" e invece li avvertì di stare lontano dall'obiettivo successivo dell'Imperium, il Praxeum.

I quattro Jedi tornarono in fretta al Praxeum mettendo in allarme gli Jedi rimasti. Una flotta dell'Imperium si affacciò sui cieli di Yavin IV, rilasciando legioni di stormtrooper e Jedi Oscuri. I gemelli, con l'aiuto degli amici all'accademia, riuscirono a sconfiggere l'Accademia dell'Ombra e il Secondo Imperium, mettendo fine alla minaccia per i Jedi e la Repubblica.

Alleanza delle Diversità[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla sconfitta del Secondo Imperium, i gemelli Solo aiutarono a ricostruire l'Accademia e continuarono il loro addestramento Jedi. Zekk rifiutò di usare la Forza di nuovo e diventò un cacciatore di taglie.

Raynar Thul venne a sapere che suo padre Bornan Thul - un mercante e barone - era sparito durante un viaggio per tenere una conferenza con Nolaa Tarkona, il Twi'lek leader della Alleanza delle Diversità, una organizzazione fanatica aliena che si proponeva di punire gli umani per le crudeltà inflitte dall'umanocentrico Impero Galattico. Noola Tarkona era la sorella di Oola, la schiava di Jabba the Hutt. Essendo una Twi'lek l'organizzazione aveva la sua base su Ryloth. Quando Nolaa venne a sapere che Bornan era scomparso, piazzò una taglia consistente su di lui.

Jacen Solo e Jaina Solo viaggiarono verso il sistema Alderaan per cercare nella cintura di asteroidi che un tempo era il pianeta Alderaan. I gemelli atterrarono su un asteroide deserto. Vennero sorpresi da Boba Fett, che aveva preso l'identità falsa di Ailyn Vel. Fortunatamente per loro, Zekk arrivò a salvarli; ma rifiutò di ritornare all'accademia.

Nella ricerca di Bornan Thul, i gemelli Solo si unirono a Raynar Thul, Tenel Ka e Lowbacca. Nolaa Tarkona aveva cercato di raggruppare più sostenitori possibile in tutta la Galassia. Lowbacca fece l'errore di lasciarsi convincere dal compagno Wookiee Raaba e di unirsi all'alleanza. Zekk salvò Bornan dai cacciatori di taglie e capì il motivo per cui era sparito. Bornan aveva incontrato una fabbrica su un asteroide sconosciuto che conteneva delle scorte di batteri venefici creati dal Generale Evir Derricote circa 20 anni prima. Nolaa Tarkona, che conosceva l'ubicazione dell'asteroide, aveva intenzione di rilasciare una piaga mortale contro tutti gli umani. Pensando che Lowbacca conoscesse solo la facciata pubblica dell'alleanza, i gemelli Solo arrivarono su Ryloth ma vennero arrestati dalle autorità locali e messi a lavorare nelle pericolose miniere ryll di Ryloth. Lowbacca venne a sapere che l'Alleanza lo aveva ingannato attraverso Raaba e si rivoltò contro di loro, aiutando i suoi amici a fuggire.

Luke richiese che una squadra di ispezione venisse mandata su Ryloth per investigare sulla aggressione della Alleanza. Bornan, Raynar, Zekk, i gemelli Solo, Tenel Ka e Lowbacca radunarono dell'esplosivo e si recarono presso la fabbrica per distruggerla: avevano quasi finito di piazzare le cariche quando le navi dell'Alleanza si mostrarono per combatterli. Bornan si sacrificò per evitare che la malattia pericolosa per gli umani si diffondesse e disse a Raynar di andare via dall'asteroide.

La flotta di Ian Solo sconfisse quella flotta nemica; Nolaa Tarkona riuscì a fuggire ma morì su un asteroide lontano a causa di una malattia mortale per i Twi'lek. Su Ryloth l'ultimo conflitto si risolse in maniera pacifica, in quanto i Twi'lek si convinsero della bontà del patto di collaborazione offerto dagli umani. Questo mise fine all'Alleanza delle Diversità e a una possibile minaccia al Nuovo Ordine Jedi e alla Repubblica. Zekk decise di entrare al Praxeum per addestrarsi come Jedi.

L'invasione degli Yuuzhan Vong[modifica | modifica wikitesto]

Luke prese quindi Jacen e Anakin come allievi personali. Jacen era in disaccordo con le interpretazioni della Forza da parte di Luke ma le differenze erano anche maggiori quando si confrontava con Anakin. Jacen partecipò alla guerra contro gli Yuuzhan Vong ma aveva ancora dubbi riguardo alla posizione degli Jedi nella Guerra. Dopo la disastrosa battaglia di Fondor Jacen cercò di smettere di partecipare ai conflitti; quando però Leila Organa venne catturata da Tsavong Lah, il Maestro di Guerra degli Yuuzhan Vong, Jacen riuscì a sconfiggerlo attaccando con sorprendente ferocia e a scaraventarlo fuori da una finestra; da allora Jacen ritornò in prima linea e gli Yuuzhan Vong bollarono gli Jedi come eretici e come esseri inferiori da spazzare dalla Galassia.

Vergere[modifica | modifica wikitesto]

Quando Jacen venne catturato dai Vong, essi lo misero a disposizione di Vergere, una Jedi del Vecchio Ordine che aveva vissuto per molto tempo tra gli alieni. Jacen venne messo tra un gruppo di schiavi che prendevano ordine da un dhuryam, che era una forma avanzata di yammosk. Jacen capì che poteva percepire i Vong nella Forza e usò la cosa a suo favore per scappare su Coruscant. Vergere svelò il suo piano e Jacen venne torturato per molti mesi, finché non cedette e colpì i suoi torturatori (e Vergere) con una ondata di fulmini. Dopo aver parlato con ciò che avrebbe potuto essere il fantasma di Anakin Solo, Vergere gli parlò nel suo appartamento chiedendo se era ancora uno Jedi oppure se era passato al Lato Oscuro. Nom Anor parlò al ragazzo offrendogli la spada laser di Anakin in cambio della sua conversione alla religione Vong. Jacen accettò - mentendo. Ganner Rhysode, che aveva fatto parte della squadra Myrkr, giunse su Coruscant dopo aver sentito che Jacen era vivo. Ganner venne ucciso mentre Jacen riuscì a convincere il Mondo Cervello a sabotare la Vong-formazione di Yuuzhan'tar. Vergere aiutò Jacen a fuggire da Coruscant, dicendo ad Anor che Jacen era il più pericoloso degli Jedi ed era collegato alla fine della Guerra degli Yuuzhan Vong.

Jacen e Vergere tornarono su Mon Calamari, dove Jacen si riunì alla famiglia. Durante la battaglia di Ebaq IX, Jacen salvò Jaina e Vergere, che si sacrificò per salvare il ragazzo, uccise i Guerrieri Vong sulla luna.

Fine della Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Quando emerse la Alleanza Galattica, Jacen accompagnò lo zio Luke Skywalker nelle Regioni Ignote per trovare una soluzione al problema posto dagli Yuuzhan Vong. Assieme riuscirono a sventare una invasione dell'Imperial Remnant da parte degli alieni e scoprirono l'esistenza del pianeta vivente Zonama Sekot. Negli ultimi mesi di conflitto Jacen aiutò a riconquistare Coruscant, dove uccise Onimi, il vero Supremo Signore degli Yuuzhan vong, in uno scontro con la Forza. Jacen raggiunse un livello di Forza superiore a quanto avesse mai fatto prima, che gli causò un invecchiamento fisico. Dopo la guerra, Jacen decise di passar del tempo assieme ad altra gente che usava la Forza.

Alleanza degli Jedi[modifica | modifica wikitesto]

40 anni dopo la Battaglia di Yavin Jacen e il cugino Ben Skywalker vennero mandati in missione per scoprire una fabbrica illegale di missili sul pianeta Adumar. La missione terminò con successo ma fece scoppiare problemi a livello politico, che resero possibile una frammentazione della giovane Alleanza Galattica. Per evitare una conseguenza pericolosa l'Alleanza preparò molte forze militari per riportare ordine sui mondi ribelli. Corellia venne scelto come obiettivo in cui iniziare a riportare ordine.

Diviso tra le due famiglie, i Solo e gli Jedi, Jacen scelse di rimanere con lo zio Luke Skywalker, dalla parte della Alleanza Galattica. Quando i Corelliani lanciarono un contrattacco iniziò un pesante conflitto armato. Con l'ombra oscura che si stava proiettando su tutto e con l'Alleanza che, agli occhi dei cittadini, stava diventando un Impero, Jacen decise di trovare la luce al termine di questo tunnel oscuro e seguì una scia di indizi misteriosi che lo portarono ad un incontro particolare.

Assieme a Ben Skywalker e Nelani Dinn, una femmina Jedi che era attratta da lui, Jacen seguì una donna di nome Brisha Syo su un asteroide, il nascondiglio di Darth Vectivus. Syo rivelò di essere in realtà Lumiya, una Sith che un tempo aveva conosciuto suo nonno, Anakin Skywalker. Lumiya rivelò a Jacen la vera identità di Vergere e i suoi scopi e il giovane vide in una visione molte cose che confermarono ciò che la donna stava dicendo: solo accettando gli insegnamenti Sith Jacen avrebbe potuto fermare una guerra distruttiva che avrebbe coinvolto tutta la Galassia. Dopo aver combattuto una visione oscura di Luke e dopo aver visto sé stesso come possibile futuro Signore Oscuro dei Sith, Jacen uccise Nelani quando provò ad arrestare Lumiya e il ragazzo accettò di diventare l'apprendista Sith della ragazza (che gli pose il nome di Darth Caedus) Lasciarono l'asteroide per iniziare l'adderstramento e per cercare un allievo per Jacen; la scelta sarebbe stata Ben (che Lumiya riteneva troppo indottrinato nelle vie Jedi) oppure un'altra persona.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Timothy Zahn originalmente aveva pensato di usare il nome "Jasen" invece di "Jacen" ma l'editrice alla Bantam, Betsy Mitchell, suggerì di cambiare la "s" in "c" per rendere un effetto meno anni '80.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • From Heir to Last Command

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Guerre stellari Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari