Mano dell'Imperatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mano dell'Imperatore è un titolo visto nell'universo espanso di Guerre stellari. Con questo termine si indicavano delle persone reclutate, addestrate ed impiegate dall'Imperatore Palpatine per compiere missioni quasi impossibili e segretissime.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima dell'ascesa dell'Impero Galattico, Palpatine usava un largo numero di assassini, spie e agenti operativi per raggiungere diversi obiettivi sotto l'identità di Darth Sidious. Con l'uso di Darth Maul, addestrato specificatamente per uccidere Jedi, ottenne la prova che avendo dei servitori leali ed efficaci avrebbe potuto prendere facilmente il potere. Durante il suo regno, Palpatine usò le Mani dell'Imperatore per uccidere nemici per i quali i suoi servitori più ovvi, come Dart Fener o la flotta spaziale, sarebbero stati inefficaci o troppo allo scoperto. Obiettivi frequenti erano governatori ribelli, comandanti traditori, o altri tipi di obiettivi. Il numero esatto di agenti è sconosciuto, ma in seguito alla morte di Palpatine molte delle Mani dell'Imperatore divennero minacce indipendenti contro l'Alleanza Ribelle e la Nuova Repubblica Galattica.

Metodologia[modifica | modifica wikitesto]

Selezione[modifica | modifica wikitesto]

Spesso rilevate in infanzia, le Mani potenziali venivano seguite con un occhio di interesse da Palpatine fino alla maturità. Preferendo iniziare il loro addestramento dopo lo sviluppo, cosa che li rendeva più leali verso la sua oscura influenza, Palpatine aspettava che una potenziale Mano lo impressionasse. Alcune delle Mani divennero ladri, assassini, intrattenitori, ed ognuna riusciva a mostrare la sua risolutezza, la sua abilità e la sua lealtà senza incorrere nella rabbia dell'Imperatore.

Addestramento[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la selezione, una Mano dell'Imperatore andava attraverso un intenso addestramento con varie tecniche di combattimento, tattica e assassinio. Ogni Mano operava indipendentemente ed era posta sotto la falsa impressione che lui o lei fosse l'unica Mano dell'Imperatore. Durante l'addestramento, Palpatine coltivava l'abilità nella Forza della Mano, senza però dare addestramento Jedi e Sith. In questo modo, le Mani non erano espressamente utenti del Lato Oscuro. L'abilità più importante era quella di poter stabilire una connessione telepatica con Palpatine per comunicare attraverso la Galassia.

Operazioni[modifica | modifica wikitesto]

Una volta raggiunto il titolo di Mano dell'Imperatore, l'agente aveva quasi un accesso e una autorità illimitati per portare a termine la sua missione. Senza presentarsi come emissari dell'Imperatore le Mani potevano prendere il comando di unità militari, astronavi e armi, se necessario. Solo le autorità imperiali maggiori erano a conoscenza dell'esistenza delle Mani. I metodi di azione variavano da agente ad agente, in base alla missione, andando da strategie di cecchinaggio a scontri a fuoco distruttivi. Ogni Mano operava come un fantasma: colpendo e scomparendo, cosa che la elevava a un livello quasi mitico per coloro che osavano ostacolare l'Imperatore.

Psicologia[modifica | modifica wikitesto]

Le Mani compievano le proprie missioni nonostante fossero all'oscuro delle intenzioni dell'Imperatore. Semplicemente, obbedivano agli ordini per portare alla luce le ingiustizie e i torti subiti dai cittadini dell'Impero. Vedevano le loro missioni di uccisione come l'unico modo per preservare un equilibrio nella Galassia. Molte, se non tutte, pensavano di essere in una posizione di favore nelle grazie dell'Imperatore, e ognuna era all'oscuro della presenza di altre Mani. A causa della loro connessione con Palpatine molte Mani vennero addolorate alla notizia della morte dell'Imperatore. Un esempio fu Mara Jade, che, dopo la morte dell'Imperatore per mano di Fener, promise a sé stessa di vendicarsi uccidendo Luke Skywalker, finché questo non la libererà dal contatto mentale di Palpatine.

Lista delle Mani dell'Imperatore conosciute[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • In His Image
  • The Emperor's Pawns
  • Galaxy Guide 9: Fragments from the Rim
  • The Dark Forces Saga
  • Heir to the Empire (prima apparizione)
  • Children of the Jedi
  • Star Wars Fact Files #124
  • The Dark Side Sourcebook
  • The New Essential Guide to Characters
  • Star Wars Insider 85

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Guerre stellari Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari