L'ombra dell'Impero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il fumetto noto anche come Guerre stellari - L'ombra dell'Impero, vedi Star Wars: Il lato oscuro della Forza.
L'ombra dell'Impero
Titolo originaleStar Wars: Shadows of the Empire
AutoreSteve Perry
1ª ed. originale1996
1ª ed. italiana1997
Genereromanzo
Sottogenerefantascienza
Lingua originale inglese

L'ombra dell'Impero (Star Wars: Shadows of the Empire) è un romanzo di fantascienza del 1996 di Steve Perry, ambientato nell'Universo espanso di Guerre stellari. In Italia è stato edito da Sperling & Kupfer nel 1997. Le cui vicende si svolgono qualche mese dopo L'Impero colpisce ancora e subito prima de Il ritorno dello Jedi, nel periodo della ribellione contro l'Impero.

Genesi del romanzo[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni novanta, la Lucasfilm registrò un calo di interesse per i libri di Guerre stellari, e nel 1996, per porvi rimedio, avviò un progetto multimediale chiamato L'ombra dell'Impero, in cui coinvolse tutte le aziende produttrici di materiale legato alla saga.

Steve Perry, scrittore e sceneggiatore legato a serie animate come Gargoyles - Il risveglio degli eroi e Batman, fu ingaggiato per lo sviluppo del romanzo, a cui seguirono un fumetto, un videogioco, merchandise vario e una colonna sonora.

George Lucas delineò i tratti generali della storia, che per la prima volta cita il tema del crimine organizzato, incentrandosi sulla figura di Xizor, indicato come un avversario inquietante, raffinato e pericoloso ma anche ironico e presuntuoso.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Su Coruscant il principe Falleen Xizor, uno degli individui più potenti e ricchi della galassia, assiste a una comunicazione in via olografica tra Palpatine e Dart Fener, scoprendo che i due intendono dare la caccia al giovane Luke Skywalker, il figlio segreto di Dart Fener, per portarlo al lato oscuro della Forza. Poiché Fener è responsabile della morte di migliaia di Falleen per via di un bombardamento planetario avvenuto molti anni prima, in cui è morta perfino la sua famiglia, Xizor intende vedere il Sith rovinato di fronte al suo padrone, e decide di cogliere l'occasione per ottenere una duplice vendetta: con l'uccisione del giovane Skywalker screditerebbe Dart Fener agli occhi dell'Imperatore, e il principe potrebbe addirittura prenderne il posto come braccio destro dello stesso Palpatine.

Nel frattempo, su Tatooine, La Principessa Leila, Lando Calrissian e Luke Skywalker sono in cerca di Boba Fett, il cacciatore di taglie che ha preso in consegna Ian Solo, ibernato nella carbonite su Bespin, perché lo consegni a Jabba the Hutt, il boss del crimine organizzato nonché signore del pianeta. Grazie a una soffiata, essi scoprono che Fett ha dovuto temporaneamente fare rotta su un lontano pianeta per sfuggire a un cacciatore di taglie rivale che intende intascare al posto suo il compenso per Solo, e il gruppo decide di partire alla volta del sistema planetario per riprendersi l'amico.

Xizor, su Coruscant, inizia a tirare i fili delle sue complesse macchinazioni. Prima di uccidere Luke decide di eliminare segretamente i propri rivali, in modo tale da ingraziarsi l'Impero Galattico. Nell'Orlo Esterno, per esempio, esistono molte piccole corporazioni che hanno rifiutato di appoggiare sia la Xizor Trasporti Interstellari che il Sole Nero, una potente organizzazione criminale anch'essa presieduta dal principe Falleen, e che ospitano grosse enclave dell'Alleanza Ribelle. Informando Dart Fener in persona di questi fatti, Xizor fa in modo che Palpatine lo impegni ogni volta in diverse missioni lontane dal pianeta capitale, consentendo a lui di stare in compagnia del vecchio Sith, sistemando segretamente i pezzi del suo puzzle.

Giunti sul pianeta con un gruppo di piloti ribelli, Lando e Luke affrontano una squadriglia di navi imperiali, e durante la battaglia Boba Fett riesce a sfuggire dall'orbita con la svelta nave Slave I. Tornati in fretta e furia su Tatooine, desiderosi a tutti i costi di salvare Ian, un gruppo di sicari con le uniformi di Jabba quasi uccidono Luke, che viene salvato dal mercenario Dash Rendar. Con l'aiuto di Rendar, Luke e Lando scoprono che qualcuno dai sistemi centrali dell'Impero ha intenzione di uccidere il giovane Jedi. Decisa a scoprirne di più, Leila parte alla volta di Coruscant insieme a Lando, per incontrare i vertici del Sole Nero, dai quali pensa di poter scoprire la verità. L'organizzazione criminale, infatti, è famosa come grande rete di spionaggio.

Skywalker riceve presso la vecchia casa di Obi-Wan Kenobi, dove si esercita nelle vie della Forza, un messaggio indirizzato a Leila. Esso è stato registrato da un amico su Bothawui, appartenente alla razza dei Bothan, famose spie. Insieme a Dash, il giovane si reca sul pianeta Kothlis dove incontra la spia. Egli gli rivela che, in quei giorni, hanno recuperato una planimetria digitale in cui sono custoditi dei progetti importantissimi per l'Imperatore Palpatine, che però non possono essere decodificate. In realtà essa è una mossa di Palpatine, suggerita da Xizor, con la quale intende rivelare in modo subdolo all'Alleanza Ribelle l'ubicazione del cantiere della Morte Nera II, dove si prepara ad attendere i rivoltosi in forze per massacrarli una volta per sempre. Luke viene catturato da un gruppo di cacciatori di taglie, dai quali scopre che due uomini potenti vogliono catturarlo, solo che uno lo chiede vivo, ma l'altro lo vuole morto. Quando Fener raggiunge la colonia Bothan per far credere ai Ribelli che l'Impero intende rimpossessarsi delle planimetrie, rendendo più credibile questa sconfitta, Skywalker riesce a fuggire.

Leila, giunta su Coruscant, viene presa in ostaggio dai membri del Sole Nero e condotta alla presenza di Xizor, che tenta di sedurla, inizialmente con un discreto successo grazie ai suoi potenti feromoni. Luke e Lando si rincontrano sul pianeta capitale, e tentano di salvare la principessa. Nel frattempo, Dart Fener scopre che Xizor vuole uccidere Luke, e che è per due volte quasi riuscito nel suo intento. Approfittando dell'assenza di Palpatine, andato personalmente sul cantiere della Morte Nera, il Sith si prepara a muovergli guerra. Luke e Lando si intrufolano nel palazzo del principe Falleen, e, approfittando della sorpresa, liberano Leila e distruggono il palazzo da cui Xizor mandava avanti il suo impero criminale e finanziario. Rifugiatosi sul suo molo orbitale, Xizor viene attaccato da Dart Fener. Quando si rifiuta di arrendersi all'Impero per rispondere del suo tradimento, il Sith lo uccide bombardando il molo orbitale con i potenti incrociatori imperiali.

Tornati presso i rifugi dell'Orlo Esterno della Galassia, i Ribelli scoprono come decodificare le planimetrie rubate, svelando i misteri della Morte Nera II. Ma è anche ora di ritornare ai tentativi di salvare Ian, che nel frattempo è stato consegnato da Boba Fett a Jabba the Hutt, sul remoto Tatooine.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]