Incidente di Times Square

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Incidente di Times Square
Times Square – 42nd Street.jpg
Banchina della stazione di Times Square
StatoStati Uniti Stati Uniti
LuogoNew York
Data24 agosto 1928
05.09 (UTC-5)
TipoDeragliamento ferroviario
Morti18
Feriti100
MotivazioneErrore umano

L'incidente di Times Square avvenne il 24 agosto 1928, quando un treno della linea Broadway-Seventh Avenue gestita dall'Interborough Rapid Transit Company deragliò poco dopo la partenza dalla stazione di Times Square.[1]

Con diciotto morti e più di cento feriti, risulta essere il secondo più grave incidente di tutta la storia dalla metropolitana di New York dopo quello avvenuto sulla linea Brighton Beach nel 1918.[2]

L'incidente[modifica | modifica wikitesto]

Alle 17.09 (UTC-5) del 24 agosto 1928, le ultime due vetture di un treno espresso composto da dieci vetture, deragliarono quando un deviatoio guasto venne spostato; la nona vettura venne tranciata da un pilastro e divisa in due parti,[1][3] una parte si schiantò sull'ultima vettura, l'altra rimase attaccata al treno che la trascinò per altri 30 o 60 metri prima che anche l'ottava carrozza deragliasse.[2] Un cortocircuito innescò poi un incendio.[2] Un testimone seduto in una delle vetture danneggiate riferì di aver sentito un «terrificante rumore stridente» e di aver visto la vettura dietro la loro colpire la colonna.[4] Morris De Haven Tracy della United Press scrisse un resoconto sull'incidente, che aveva lasciato la città «ancora stordita»:[5]

« [L'ottava vettura] "ruppe il deviatoio", e prima che i passeggeri bloccati all'interno potessero aumentare le loro grida di terrore venne sbandata in mezzo ai binari. Un centinaio di metri più in là si schiantò su uno dei grandi pilastri in acciaio che trattengono la strada sovrastante dal crollare nei tunnel. Venne divisa dal pilastro, che la sconnesse dalle sette vetture successive, si divise in due e una parte di essa sfrecciò in avanti lanciando i passeggeri contro i pilastri, sui binari, sotto le ruote delle vetture, contro i lati del tunnel e ammassandoli su quello che era rimasto del pavimento della vettura. »

Sedici persone rimasero uccise nell'incidente[6] e 100 o più ferite.[1][7] Altre due persone morirono una il giorno successivo[7] e l'altra il 26 agosto,[8] tra di esse Jennie Lockridge, un'attrice che aveva avuto un attacco di cuore dopo aver visto i corpi delle vittime.[9][10] Una vittima venne inoltre erroneamente identificata e l'uomo tornò a casa due ore prima che il suo funerale iniziasse.[11] Le 18 vittime lo rendono il secondo peggiore incidente di tutta la storia della metropolitana di New York.[2][4]

Gli addetti alla manutenzione avevano scoperto il deviatoio guasto, ma avevano deciso di non "immobilizzarlo".[3] Il treno venne fermato in stazione durante la riparazione e caricò circa 1.800 passeggeri; inoltre un treno vuoto venne mandato prima e non subì alcun incidente.[2]

Indagini[modifica | modifica wikitesto]

Le successive indagini attribuirono l'incidente ad un errore umano, ma la causa precisa non fu mai stabilita.[11] Il caposquadra del gruppo di manutenzione, William Baldwin, dichiarò che qualcuno che si trovava nella torre di segnalazione a sud di 40h Street aveva probabilmente spinto il pulsante per aprire il deviatoio ma lo scambiatore, Harry King, negò la tesi sostenendo invece che era stato Baldwin ad attivarlo, dai binari, con l'aiuto del suo assistente. In seguito la New York Transit Commission appoggiò la seconda ipotesi;[11] Baldwin venne quindi accusato dell'omicidio di 15 persone e rilasciato dopo una cauzione di 10,000 dollari.[7][12] Dalle indagini emerse anche che King era un semplice impiegato, non uno scambiatore;[13] poi, ai primi di ottobre, ammise di usare una falsa identità, il suo vero nome era Harry Stockdale, da Baltimora, ed era stato condannato per un accoltellamento. Alla fine, le accuse contro Baldwin furono respinte e King arrestato.[14]

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo l'incidente, tre isolati della Seventh Avenue vennero chiusi per permettere la rimozione dei detriti.[15] Il servizio completo sulla linea venne ripristinato circa 12 ore dopo l'incidente;[8] una porzione della 40th Street a ovest di Broadway rimase tuttavia chiusa poiché l'incidente aveva danneggiato i suoi sostegni.[16]

Inoltre, l'allora sindaco di New York Jimmy Walker usò l'incidente, insieme all'aumento delle tariffe, per denunciare le compagnie di trasporto.[17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Thomas Brooks, Subway Roulette: The Game is Getting Dangerous, in New York, agosto 1928, pp. 41. URL consultato il 6 aprile 2015.
  2. ^ a b c d e (EN) Hold Man in Tube Tragedy, in San Jose Mercury News, 25 agosto 1928, p. 1. URL consultato il 6 aprile 2015.
  3. ^ a b Robert B. Shaw, Down Brakes: A History of Railroad Accidents, Safety Precautions and Operating Practices in the United States of America, Londra, 1961, p. 429.
  4. ^ a b (EN) 14 Persons Killed and Over Hundred Injured in Terrible Wreck on New York Subway, in Ottawa Citizen, 25 agosto 1928, p. 18. URL consultato il 6 aprile 2015.
  5. ^ (EN) Morris De Haven Tracy, New York Has Huge Subway Smash: Rush Hour Adds to Horror, in San Jose Mercury News, 25 agosto 1928. URL consultato il 6 aprile 2015.
  6. ^ (EN) Tina Kelley, City's Worst Transportation Disasters, in The New York Times, 16 ottobre 2003. URL consultato il 6 aprile 2015.
  7. ^ a b c $50-a-Week Man Gets Blame for $2,500,000 Subway Wreck, in The Miami News, 26 agosto 1928, p. 12. URL consultato il 6 aprile 2015.
  8. ^ a b (EN) List of Dead From Subway Crash Has Now Mounted to 17, in The Lewiston Daily Sun, 27 agosto 1928, p. 9. URL consultato il 6 aprile 2015.
  9. ^ (EN) Actress Dies at Sight of Subway Accident Victims, in The Deseret News, 27 agosto 1928, p. 1. URL consultato il 6 aprile 2015.
  10. ^ (EN) May Arrest 2 After Subway Crash in N.Y., in Ellensburg Daily Record, 27 agosto 1928, p. 1. URL consultato il 6 aprile 2015.
  11. ^ a b c Robert B. Shaw, Down Brakes: A History of Railroad Accidents, Safety Precautions and Operating Practices in the United States of America, Londra, 1961, p. 430.
  12. ^ (EN) Accuse Track Inspector in Subway Crash, in The Pittsburgh Press, 26 agosto 1928, p. 2. URL consultato il 19 maggio 2015.
  13. ^ (EN) Towerman in Tube Wreck Mere Clerk, Banton Says; Wants I.R.T. to Explain, in Brooklyn Daily Eagle, 31 agosto 1928, p. 1. URL consultato il 19 maggio 2015.
  14. ^ (EN) Subway Towerman Charged With Causing 18 Deaths From Wreck, in The Lewiston Daily Sun, 5 ottobre 1928, p. 1. URL consultato il 19 maggio 2015.
  15. ^ (EN) Traffic Tied Up, in Schenectady Gazette, 25 agosto 1928, p. 17. URL consultato il 3 maggio 2015.
  16. ^ (EN) Subway Signal Man Is Charged As Wreck Cause, in The Palm Beach Post, 26 agosto 1928, p. 3. URL consultato il 3 maggio 2015.
  17. ^ (EN) George J. Lankevich, New York City: A Short History, New York University, 2001, p. 158, ISBN 978-0-8147-5185-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]