Stazioni fantasma della metropolitana di New York

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mappa del 2013 a cui sono state aggiunte le stazioni fantasma:
1. 91st Street
2. 18th Street
3. Worth Street
4. City Hall
5. South Ferry
6. Myrtle Avenue
7. Court Street
(EN)

« We do not shut stations down because of low ridership. The only reason we have closed a station is because of its proximity to another station... The smaller stations are just as necessary as the larger ones. »

(IT)

« Noi non chiudiamo le stazioni a causa della bassa utenza. L'unica ragione per cui abbiamo chiuso una stazione è stato a causa della sua vicinanza a un'altra stazione... le stazioni più piccole sono tanto necessarie quanto quelle più grandi. »

(Charles Seaton sul criterio per la chiusura delle stazioni.)

Sono dette stazioni fantasma della metropolitana di New York quelle infrastrutture della metropolitana newyorkese chiuse al pubblico e quindi non più utilizzate.

La maggior parte di queste stazioni furono chiuse a partire dal 1940, anno in cui la città di New York divenne proprietaria dell'intera rete metropolitana cittadina. In totale sono sette le stazioni fantasma della metropolitana di New York, di queste cinque era un tempo gestite dall'Interborough Rapid Transit Company (IRT), una dalla Brooklyn-Manhattan Transit Corporation (BMT) e infine una era parte dell'Independent Subway System (IND).

Tutte queste stazioni furono abbandonate e progressivamente ricoperte di graffiti; fanno eccezione la stazione di Court Street, trasformata nella sede del New York Transit Museum, un museo che documenta la storia del trasporto pubblico a New York, e la stazione di City Hall, tutelata in quanto inserita nel National Register of Historic Places.

Stazioni chiuse[modifica | modifica wikitesto]

18th Street[modifica | modifica wikitesto]

18th Street in una foto d'epoca.
La stazione di Worth Street nel 2015, coperta di graffiti.
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: 18th Street (linea IRT Lexington Avenue).

La stazione di 18th Street fu aperta il 27 ottobre 1904, come parte della prima linea sotterranea della metropolitana di New York, divenuta poi linea Lexington Avenue.[1] Venne chiusa l'8 novembre 1948, dopo che le banchine della vicina stazione di 23rd Street furono allungate per accogliere treni più lunghi rendendo le due stazioni troppo vicine. Inoltre, la stazione era così vicina all'attigua stazione di 14th Street-Union Square che dalla banchina potevano essere viste le luci di quest'ultima.[2]

La stazione, abbandonata e non più accessibile dalla superficie, è coperta da un gran numero di graffiti che possono essere visti dai treni in transito sulla linea IRT Lexington Avenue.

Worth Street[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Worth Street (metropolitana di New York).

La stazione di Worth Street fu aperta il 27 ottobre 1904, come parte della prima linea sotterranea della metropolitana di New York, divenuta poi linea Lexington Avenue.[1] Venne chiusa il 1º settembre 1962, dopo che le banchine della vicina stazione di Brooklyn Bridge-City Hall furono allungate per accogliere treni più lunghi redendo le due stazioni troppo vicine.[3] Dopo la chiusa della stazione di Worth Street, la stazione di Brooklyn Bridge-City Hall venne rinominata Brooklyn Bridge-Worth Street fino al 1995, quando riprese il nome di Brooklyn Bridge-City Hall.

91st Street[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: 91st Street (metropolitana di New York).

La stazione di 91st Street fu aperta il 27 ottobre 1904, come parte della prima linea sotterranea della metropolitana di New York, divenuta poi linea Broadway-Seventh Avenue.[1] Venne chiusa il 2 febbraio 1959, dopo che le banchine della vicina stazione di 96th Street furono allungate per accogliere treni più lunghi redendo quindi le due stazioni troppo vicine.[4] La stazione è abbandonata e non è più accessibile dalla superficie.

Myrtle Avenue[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Myrtle Avenue (linea BMT Fourth Avenue).

La stazione di Myrtle Avenue venne aperta il 22 giugno 1915, come parte del prolungamento della linea BMT Fourth Avenue verso 59th Street.[5] Venne chiusa nel 1956, per permettere la realizzazione di un bivio a nord della stazione di DeKalb Avenue, che avrebbe aumentato la capacità complessiva della linea.[6] Come conseguenza di questi lavori, la banchina in direzione Brooklyn venne completamente rimossa mentre quella in direzione Manhattan è ancora esistente[7] e ospita a partire dal 1980 un'istallazione artistica sotto forma di zootropio dell'artista Bill Brand, chiamata Masstransiscope.[8]

City Hall[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di City Hall nel 2012, con ben visibili i lampadari, i lucernari e i rivestimenti in piastrelle smaltate.
La banchina della stazione di Court Street ora trasformata in museo.
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: City Hall (linea IRT Lexington Avenue).

La stazione di City Hall fu aperta il 27 ottobre 1904, come capolinea della prima linea sotterranea della metropolitana di New York, divenuta poi linea Lexington Avenue.[1] Situata su un cappio di ritorno, venne progettata dallo spagnolo Rafael Guastavino[9] in stile neoromanico per essere il fiore all'occhiello della nuova metropolitana. Banchina e mezzanino erano illuminati da ampi lucernari, oggi chiusi, e decorati con piastrelle smaltate colorate e lampadari in bronzo.[10]

Potendo ospitare solo treni a cinque casse, tuttavia, la stazione si rivelò ben presto insufficiente con l'aumento dell'utenza della metropolitana e il 31 dicembre 1945 venne definitivamente chiusa.[11] Il cappio di ritorno su cui sorge la stazione viene però ancora usato dalla linea 6 per invertire direzione dopo essere arrivata al capolinea di Brooklyn Bridge-City Hall.

Court Street[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: New York Transit Museum.

La stazione di Court Street venne aperta il 9 aprile 1936, come parte della prima sezione della linea IND Fulton Street.[12] In origine, la stazione venne progetta come capolinea della linea HH, tuttavia tale linea non venne mai attivata e la stazione finì per essere servita solo da una navetta che la collegava con la vicina stazione di Hoyt-Schermerhorn Streets. Proprio per questo motivo e anche per via del basso numero di passeggeri venne definitivamente chiusa il 1º giugno 1946.[13]

La stazione fu poi trasformata nel New York Transit Museum, aperto il 4 luglio 1976. Venne anche usata come set per vari film e serie tv, tra cui Il colpo della metropolitana del 1974,[14] il suo remake del 2009 Pelham 123 - Ostaggi in metropolitana e l'episodio Déjà vu della serie Life on Mars, in cui un giornalista viene trovato ucciso su un vagone della metropolitana.

South Ferry[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: South Ferry-Whitehall Street.

La stazione di South Ferry, situata su un cappio di ritorno all'estremità meridionale dell'attuale linea IRT Lexington Avenue, venne aperta il 1º luglio 1918. Fu chiusa il 13 febbraio 1977, a causa della curvatura estrema della banchina che non permetteva ai treni di aprire tutte le porte e anche per via del basso numero di passeggeri.[15] Il cappio di ritorno è comunque ancora utilizzato dalla linea 5 quando di notte e nei fine settimana termina a Bowling Green.

Stazioni chiuse e in seguito riaperte[modifica | modifica wikitesto]

Cortlandt Street BMT[modifica | modifica wikitesto]

Scorcio della stazione nel 2011.
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Cortlandt Street (linea BMT Broadway).

La stazione di Cortlandt Street venne aperta il 5 gennaio 1918, come parte del prolungamento verso sud della linea BMT Broadway.[16] Fu chiusa una prima volta l'11 settembre 2001, a causa dei danni subiti dopo il crollo del World Trade Center, situato nelle immediate vicinanze della stazione, venendo poi riaperta il 15 settembre 2002.[17]

Fu nuovamente chiusa il 20 agosto 2005, per permettere la realizzazione del Dey Street Passageway, parte del più ampio progetto di rinnovamento denominato Fulton Center.[17] Il 25 novembre 2009 venne quindi riaperta la banchina in direzione uptown[18] e il 6 settembre 2011 la banchina in direzione downtown.[19]

Cortlandt Street IRT[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Cortlandt Street (linea IRT Broadway-Seventh Avenue).

La stazione di Cortlandt Street venne aperta il 1º luglio 1918, come parte del prolungamento verso sud della linea IRT Broadway-Seventh Avenue.[20] Venne chiusa l'11 settembre 2001 a causa degli ingenti danni subiti; la stazione si trovava infatti proprio al centro del sito del World Trade Center e venne quasi completamente distrutta. È attualmente in fase di ricostruzione e dovrebbe riaprire, dopo numerosi rinvii, entro il 2018.[21]

South Ferry[modifica | modifica wikitesto]

La stazione il giorno della riapertura.
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: South Ferry-Whitehall Street.

La stazione di South Ferry, situata su un cappio di ritorno all'estremità meridionale dell'attuale linea IRT Broadway-Seventh Avenue, venne aperta il 19 luglio 1905, come capolinea del prolungamento della prima linea sotterranea della metropolitana di New York. È anche chiama South Ferry loops, per distinguerla da quella più recente aperta nel 2009.[22]

Questa stazione fu, infatti, chiusa proprio il 16 marzo 2009, in contemporanea con l'apertura della nuova stazione.[23] Tuttavia, dopo il passaggio dell'uragano Sandy nell'ottobre 2012, la nuova stazione è stata pesantemente danneggiata e di conseguenza chiusa; per sopperire a ciò la stazione originale è stata quindi riaperta il 4 aprile 2013.[24] Secondo le attuali previsioni la stazione originale rimarrà aperta fino al 2017, quando una volta terminati i lavori la nuova stazione riaprirà.[25]

Stazioni con banchine chiuse[modifica | modifica wikitesto]

Stazione Linea Borough Aperta Chiusa Altre info
14th Street-Union Square IRT Lexington Avenue Manhattan 1904 1940 Chiuse le due banchine laterali, troppo corte dopo l'entrata in servizio dei treni a 10 carrozze.
42nd Street-Port Authority Bus Terminal IND Eighth Avenue Manhattan 1932 1981 Chiuso il livello inferiore, poi parzialmente demolito durante i lavori per la 7 Subway Extension.
59th Street-Columbus Circle IND Eighth Avenue Manhattan 1932 1981 Chiusa la banchina centrale, ora utilizzata in parte come collegamento per la stazione IRT.
96th Street IRT Broadway-Seventh Avenue Manhattan 1904 2010 Chiuse le due banchine laterali, troppo corte per i treni a 10 carrozze in uso sulla linea.
Bergen Street IND Culver Brooklyn 1933 1976 Chiuso il livello inferiore dopo la sospensione del servizio espresso sulla linea.
Bleecker Street IRT Lexington Avenue Manhattan 1957 2012 Chiusa parte della banchina in direzione uptown per costruire il passaggio con la stazione IND.
Bowery BMT Nassau Street Manhattan 1913 2004 Chiusa una delle due banchine centrali ad isola in seguito alla soppressione dei binari che la servivano.
Bowling Green IRT Lexington Avenue Manhattan 1905 1977 Chiusa la banchina a servizio delle navetta per South Ferry in seguito alla sua soppressione.
Broadway BMT Myrtle Avenue Brooklyn 1888 1969 Chiuso il livello superiore, i binari sono stati in seguito rimossi.
Brooklyn Bridge-City Hall IRT Lexington Avenue Manhattan 1904 1940 Chiuse le due banchine laterali, troppo corte dopo l'entrata in servizio dei treni a 10 carrozze.
Canal Street BMT Nassau Street Manhattan 1913 2004 Chiusa una delle due banchine centrali in seguito alla soppressione dei binari che la servivano.
Chambers Street BMT Nassau Street Manhattan 1913 2004 Chiusa una banchina laterale e una delle due banchine centrali ad isola.
DeKalb Avenue BMT Fourth Avenue Brooklyn 1915 1960 Chiuse le sezioni curveggianti della banchine in seguito a diversi lavori di ristrutturazione.
Hoyt-Schermerhorn Streets IND Fulton Street Brooklyn 1936 1981 Chiuse le due banchine laterali in seguito alla soppressione delle linee che le utilizzavano.
Ninth Avenue IND Culver Brooklyn 1919 1975 Chiuso il livello inferiore in seguito alla soppressione del collegamento con la stazione Ditmas Avenue.
Rector Street BMT Broadway Manhattan 1918 1970 Chiusa l'estremità sud della banchina in direzione uptwon in seguito a lavori di rinnovo.
Van Cortlandt Park-242nd Street IRT Broadway-Seventh Avenue Bronx 1908 1940 Chiuse le due banchine laterali, troppo corte dopo l'entrata in servizio dei treni a 10 carrozze.
Wakefield-241st Street IRT White Plains Road Bronx 1920 1940 Chiuse le due banchine laterali, troppo corte dopo l'entrata in servizio dei treni a 10 carrozze.
Woodlawn IRT Jerome Avenue Bronx 1918 1940 Chiuse le due banchine laterali, troppo corte dopo l'entrata in servizio dei treni a 10 carrozze.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Our Subway Open, 150,000 Try It, in The New York Times, 28 ottobre 1904. URL consultato il 6 maggio 2016.
  2. ^ (EN) IRT Station To Be Closed, in The New York Times, 6 novembre 1948. URL consultato il 6 maggio 2016.
  3. ^ (EN) Charles Grutzner, New Platform for IRT Locals At Brooklyn Bridge to End Jams, in The New York Times, 1º settembre 1962. URL consultato il 6 maggio 2016.
  4. ^ (EN) Joseph Brennan, 91st Street Station, su columbia.edu. URL consultato il 6 maggio 2016.
  5. ^ (EN) Through Tube to Coney, 48 Minutes: First Train on Fourth Avenue Route Beats West End Line Eleven Minutes, in Brooklyn Daily Eagle, 22 giugno 1915. URL consultato il 6 maggio 2016.
  6. ^ (EN) Joseph Brennan, Myrtle Ave, and De Kalb Ave platforms, su columbia.edu. URL consultato il 6 maggio 2016.
  7. ^ (EN) BMT Brighton Line, su nycsubway.org. URL consultato il 6 maggio 2016.
  8. ^ (EN) MTA Arts & Design, su mta.info. URL consultato il 6 maggio 2016.
  9. ^ (EN) David W. Dunlap, The City's Curves, on Display or Hidden Away, in The New York Times, 1º maggio 2011, p. 36. URL consultato il 7 maggio 2016.
  10. ^ (EN) Peter C., New York City Subway's "Jewel In The Crown" - The Defunct City Hall Station, su puppiesandflowers.com, 22 aprile 2009. URL consultato il 7 maggio 2016.
  11. ^ (EN) Historic Station Closed After 41 Years, in The New York Times, 1º gennaio 1946, p. 22. URL consultato il 7 maggio 2016.
  12. ^ (EN) History of the Independent Subway, su nycsubway.org. URL consultato il 7 maggio 2016.
  13. ^ (EN) Joseph Brennan, Court St, and Hoyt-Schermerhorns Sts platforms, su columbia.edu. URL consultato il 7 maggio 2016.
  14. ^ (EN) The Taking Of Pelham One Two Three film locations, su movie-locations.com. URL consultato il 7 maggio 2016.
  15. ^ (EN) The Inner Loop Station, su nycsubway.org. URL consultato il 7 maggio 2016.
  16. ^ (EN) Opening of the Broadway Subway, in The New York Times, 6 gennaio 1918. URL consultato il 7 maggio 2016.
  17. ^ a b (EN) Cortlandt St. R Station Re-Opens, su mta.info, 6 settembre 2011. URL consultato il 7 maggio 2016.
  18. ^ (EN) MTA Chairman Reopens R/W Cortlandt Street Station, su ny1.com, 25 novembre 2009. URL consultato il 7 maggio 2016.
  19. ^ (EN) Jennifer Fermino, G. Zero station set to reopen, in New York Post, 3 agosto 2011. URL consultato il 7 maggio 2016.
  20. ^ (EN) Open New Subway to Regular Traffic, in The New York Times, 2 luglio 1918, p. 11. URL consultato il 7 maggio 2016.
  21. ^ (EN) Jose Martinez, Cortlandt Street Station, Destroyed in 9/11, to Get New Life, su ny1.com, 23 febbraio 2015. URL consultato il 7 maggio 2016.
  22. ^ (EN) South Ferry, su nycsubway.org. URL consultato il 7 maggio 2016.
  23. ^ (EN) MTA Opens New South Ferry Subway Terminal, su mta.info, 16 marzo 2009. URL consultato il 7 maggio 2016.
  24. ^ (EN) Matt Flegenheimer, Storm Damage Prompts Return of Old Subway Stop, in The New York Times, 8 marzo 2013. URL consultato il 7 maggio 2016.
  25. ^ (EN) Danielle Furfaro, Sandy-ravaged subway entrance to be closed 9 months, in New York Post, 29 ottobre 2015. URL consultato il 7 maggio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Stan Fischler, The Subway: A Trip Through Time on New York's Rapid Transit, H&M Productions II Inc, 1997, ISBN 1-882608-19-4.
  • (EN) Stan Fischler, The Subway and the City: Celebrating a Century, Frank Merriwell Incorporated, 2004, ISBN 0-8373-9251-9.
  • (EN) Peter Dougherty, Tracks of the New York City Subway v4.2., 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]