Linea J

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
NYCS-bull-trans-J.svg Nassau Street Local
Servizio di trasporto pubblico
New York City Subway (9072605309).jpg
Un R160 alla stazione di Marcy Avenue
Tipo Metropolitana
Stati Stati Uniti Stati Uniti
Città New York
Inizio Jamaica Center
Fine Broad Street
Apertura 1888
Linee impiegate Archer Avenue
Jamaica
Nassau Street
Gestore MTA
Mezzi utilizzati R32 · R42 · R160
N. stazioni e fermate 30[nota 1]
Tracciato della linea
Trasporto pubblico

La linea J Nassau Street Local è una linea della metropolitana di New York, che collega la città da est, con capolinea presso la stazione di Jamaica Center-Parsons/Archer, a ovest, con capolinea presso Broad Street. È indicata con il colore terra cotta poiché la trunk line utilizzata a Manhattan è la linea BMT Nassau Street.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

1888-1976[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale linea J è la più antica linea della metropolitana di New York ancora attiva. Venne infatti attivata il 25 giugno 1888, svolgendo un servizio locale tra Driggs Avenue e Van Siclen Avenue.[2] Il 30 maggio 1893, la linea fu quindi estesa fino a Cypress Hills[3] e successivamente, il 16 settembre 1908, con l'apertura dei binari della metropolitana sopra il ponte di Williamsburg, sino alla stazione di Essex Street.[4] Il 4 agosto 1913, la linea venne nuovamente estesa verso ovest, fino a Chambers Street[5] e, il 3 luglio 1918, verso est, fino a 168th Street, a Jamaica.[6]

Nel 1924, la Brooklyn-Manhattan Transit Corporation assegnò alla linea la denominazione di linea 15. Inoltre, all'epoca, svolgeva nelle ore di punta un servizio espresso a ovest di East New York insieme alla linea 14.[7] In seguito, il 30 maggio 1931, con il completamento della linea BMT Nassau Street, la linea venne estesa fino a Broad Street.[8]

Il 18 giugno 1959, il servizio skip-stop, letteralmente saltare la fermata, delle linee 15 e 14 venne implementato tra Jamaica e East New York.[9] La linea 15 aveva il compito di fermare, a est di Eastern Parkway, nelle stazioni "A", mentre la linea 14 nelle stazioni "B".[10] Le stazioni "A" erano: 168th Street, Sutphin Boulevard, 121st Street, 111th Street, Woodhaven Boulevard, 85th Street-Forest Parkway, Elderts Lane, Crescent Street, Cleveland Street e Eastern Parkway.[11]

Il 26 novembre 1967, con l'apertura della Chrystie Street Connection, la linea 15 venne fusa con la linea QT, portando alla creazione della linea QJ. Questa linea svolgeva un servizio locale tra 168th Street e Brighton Beach, usando le linee Jamaica e Nassau Street, il Montague Street Tunnel e infine la linea BMT Brighton. Durante le ore di punta, invece, il servizio sulla linea Jamaica era espresso nella direzione di massimo afflusso.[12] In seguito, il 1º luglio 1968, con il completamento della Chrystie Street Connection, la linea venne estesa fino a Coney Island-Stillwell Avenue.[2] Tuttavia, il 2 gennaio 1973, la linea QJ, che all'epoca era la più lunga di tutta la rete, venne troncata a Broad Street e anche rinominata linea J.[13] Poi, il 30 agosto 1976, con la soppressione della linea K, il servizio skip-stop della linea a est di Myrtle Avenue venne eliminato.[14]

1976-presente[modifica | modifica wikitesto]

L'11 settembre 1977, a causa della demolizione di parte della linea BMT Jamaica, il capolinea della linea J venne dapprima arretrato a Queens Boulevard[15] e infine, il 15 aprile 1958, alla stazione di 121st Street.[16] Sul medesimo percorso fu quindi istituito un autobus sostitutivo, eliminanto poi nel 1988. Infatti, l'11 dicembre 1988, con l'apertura della nuova linea BMT Archer Avenue, la linea J fu prolungata da 121st Street alla stazione di Jamaica Center-Parsons/Archer. Venne anche attivata una nuova linea, la linea Z, dando così il via all'attuale servizio congiunto skip-stop delle due linee.[17]

Il nuovo servizio skip-stop delle linee J e Z venne pubblicizzato dalla Metropolitan Transportation Authority come il più veloce per raggiungere Lower Manhattan, rispetto alle linee E, F e R, nel tentativo di diminuire il sovraffollamento della linea IND Queens Boulevard. La MTA, inoltre, sperando che i passeggeri delle linee E, F e R si sarebbero spostati sulle linee J e Z, teneva i vagoni di queste due linee liberi dai graffiti, che all'epoca erano un annoso problema per la rete metropolitana.[18]

Nel 1990, il servizio nei fine settimana della linea fu dapprima troncato a Canal Street ma poi, nel 1994, esteso a Chambers Street. Nel 1999, invece, dal 30 aprile al 1º settembre, a causa della chiusura del ponte di Williamsburg per lavori di ristrutturazione, la linea J venne limitata a ovest di Myrtle Avenue, mentre il servizio skip-stop con la linea Z fu troncato a Broadway Junction.[2] Dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, per via della momentanea soppressione della linea R, la linea J venne prolungata oltre Broad Street, attraverso il Montague Street Tunnel, fino a Bay Ridge-95th Street, ma non di notte, quando le stazioni tra 95th Street e 36th Street erano servite da una navetta. Il servizio skip-stop fu invece sospeso.[19] Il successivo 28 ottobre 2001, la linea J tornò ad effettuare il suo normale servizio.[20]

Il 14 giugno 2015, il servizio nei fine settimana venne prolungato da Chambers Street a Broad Street,[21] così come era stato proposto nel luglio 2014 per migliorare i collegamenti nei fine settimana tra Lower Manhattan e Brooklyn.[22] Dal 1990 al 2015, quando la linea J terminava a Chambers Street, le stazioni di Fulton Street e Broad Street erano infatti due delle sole quattro di tutta la rete a non essere servite 24 ore al giorno, sette giorni su sette.

Il servizio[modifica | modifica wikitesto]

Come il resto della rete, la linea J Nassau Street Local è sempre attiva, 24 ore su 24. A seconda delle fasce orarie il servizio è così strutturato:

  • Nelle ore di morbida, la linea svolge un servizio locale lungo tutto il suo percorso. Ferma in 30 stazioni, con un tempo di percorrenza di 45 minuti circa.[23]
  • Nelle ore di punta, la linea svolge un servizio skip-stop insieme alla linea Z, cioè salta alcune fermate. Ferma quindi in 20 stazioni, con un tempo di percorrenza di 45 minuti. Questo servizio è solo nella direzione di massimo afflusso, cioè verso Manhattan dalle 7:00 alle 8:15 e verso Brooklyn e Queens tra le 16:30 e le 17:45.[23]

Possiede interscambi con 16 delle altre 24 linee della metropolitana di New York, con il servizio ferroviario suburbano Long Island Rail Road, con numerose linee automobilistiche gestite da MTA Bus e NYCT Bus e con l'AirTrain JFK, che la collega con l'aeroporto Internazionale John F. Kennedy.[23]

Le stazioni servite[modifica | modifica wikitesto]

Stazione Wheelchair symbol.svg Interscambi con la metropolitana Altri Interscambi
Queens
Jamaica Center-Parsons/Archer Wheelchair symbol.svg E · Z MTA Bus · NYCT Bus
Sutphin Boulevard-Archer Avenue-JFK Airport Wheelchair symbol.svg E · Z LIRR · AirTrain JFK · MTA Bus · NYCT Bus
121st Street[nota 2] MTA Bus · NYCT Bus
111th Street MTA Bus · NYCT Bus
104th Street[nota 2] NYCT Bus
Woodhaven Boulevard Z MTA Bus · NYCT Bus
85th Street-Forest Parkway NYCT Bus
75th Street-Elderts Lane[nota 2] NYCT Bus
Cypress Hills NYCT Bus
Crescent Street Z NYCT Bus
Norwood Avenue[nota 2] NYCT Bus
Cleveland Street NYCT Bus
Van Siclen Avenue[nota 2] NYCT Bus
Alabama Avenue Z NYCT Bus
Broadway Junction A · C · L · Z LIRR · NYCT Bus
Halsey Street NYCT Bus
Chauncey Street[nota 2] NYCT Bus
Kosciuszko Street NYCT Bus
Gates Avenue[nota 2] NYCT Bus
Myrtle Avenue M · Z NYCT Bus
Flushing Avenue[nota 2] Wheelchair symbol.svg M NYCT Bus
Lorimer Street[nota 2] M NYCT Bus
Hewes Street[nota 2] M NYCT Bus
Marcy Avenue Wheelchair symbol.svg M · Z NYCT Bus
Manhattan
Essex Street F · M · Z NYCT Bus
Bowery Z NYCT Bus
Canal Street 4 · 6 · N · Q · R · W · Z NYCT Bus
Chambers Street 4 · 5 · 6 · Z MTA Bus · NYCT Bus
Fulton Street Wheelchair symbol.svg 2 · 3 · 4 · 5 · A · C · Z NYCT Bus
Broad Street Z

Il materiale rotabile[modifica | modifica wikitesto]

Sulla linea J vengono attualmente usati tre diversi materiali rotabili, gli R32, gli R42 e gli R160. I primi risalgono agli anni 1960 e furono prodotti dalla Budd Company,[24] i secondi sono degli anni 1970 e vennero prodotti dalla St. Louis Car Company,[25] mentre i terzi degli anni 2010 e furono prodotti dall'Alstom.[26] Le vetture a disposizione della linea J e della linea Z sono in totale 96 R32, 40 R42 e 24 R160, assemblabili in diverse configurazioni. Il deposito assegnato alla linea è quello di East New York.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Note
  1. ^ Questo numero varia a seconda delle fasce orarie considerate. Per maggiori informazioni vedi il sottostante paragrafo servizio
  2. ^ a b c d e f g h i j Servita sempre, tranne in direzione Broad Street dalle 7:00 alle 8:15 e in direzione Jamaica Center tra le 16:30 e le 17:45
Fonti
  1. ^ (EN) Michael M. Grynbaum, Take the Tomato 2 Stops to the Sunflower, in The New York Times, 10 maggio 2010. URL consultato il 13 aprile 2016.
  2. ^ a b c (EN) Line by line history, su erictb.info. URL consultato il 14 aprile 2016.
  3. ^ (EN) Trains Running This Morning, in Brooklyn Daily Eagle, 30 maggio 1893, p. 10.
  4. ^ (EN) Mayor Runs a Train Over New Bridge, in The New York Times, 17 settembre 1908, p. 16. URL consultato il 14 aprile 2016.
  5. ^ (EN) Bridge Loop to Open for One Line Only, in The New York Times, 3 agosto 1913, p. 6. URL consultato il 14 aprile 2016.
  6. ^ (EN) New Subway Line, in The New York Times, 7 luglio 1918, p. 30. URL consultato il 14 aprile 2016.
  7. ^ (EN) James Poulos, A History as Seen Through the Company's Maps, Guides and Other Documents: 1923-1939, 2011.
  8. ^ (EN) Mayor Drives Train in New Subway Link, in The New York Times, 30 maggio 1931, p. 11. URL consultato il 14 aprile 2016.
  9. ^ (EN) Jamaica BMT to Start Speed-Up Tomorrow, in The New York Times, 17 giugno 1959. URL consultato il 14 aprile 2016.
  10. ^ (EN) New York City Transit Authority, New York City Rapid Transit Map and Station Guide 1959 (GIF), nycsubway.org. URL consultato il 14 aprile 2016.
  11. ^ (EN) New York City Transit Authority, Skip Stop on the BMT Jamaica Line, thejoekorner.com. URL consultato il 14 aprile 2016.
  12. ^ (EN) New York City Transit Authority, New York City Rapid Transit Map and Station Guide, 1967.
  13. ^ (EN) Subway Schedules In Queens Changing Amid Some Protest, in The New York Times, 2 gennaio 1973. URL consultato il 14 aprile 2016.
  14. ^ (EN) Transit Agency Drops 215 Runs, in The New York Times, 31 agosto 1976. URL consultato il 3 luglio 2017.
  15. ^ (EN) Lee Dembart, A Sentimental Journey on the BMT..., in The New York Times, 9 settembre 1977, p. 61. URL consultato il 14 aprile 2016.
  16. ^ (EN) BMT Nassau Street-Jamaica Line, su nycsubway.org. URL consultato il 14 aprile 2016.
  17. ^ (EN) Kirk Johnson, Big Changes For Subways Are to Begin, in The New York Times, 9 dicembre 1988. URL consultato il 14 aprile 2016.
  18. ^ (EN) The New York Transit Authority in the 1980s, su nycsubway.org. URL consultato il 14 aprile 2016.
  19. ^ (EN) Subway Map September 17, 2001 (GIF), su nycsubway.org. URL consultato il 14 aprile 2016.
  20. ^ (EN) Subway Map October 28, 2001 (GIF), su nycsubway.org. URL consultato il 14 aprile 2016.
  21. ^ (EN) Weekend J Service Extended to Broad St, su mta.info, 11 giugno 2015. URL consultato il 14 aprile 2016.
  22. ^ (EN) MTA’s Proposed 2015 Budget Includes Systemwide Service Enhancements, su mta.info, 29 luglio 2014. URL consultato il 14 aprile 2016.
  23. ^ a b c (EN) J Subway Timetable (PDF), su mta.info, 6 dicembre 2015. URL consultato il 14 aprile 2016.
  24. ^ (EN) R32 (Budd, 1964), su nycsubway.org. URL consultato il 13 aprile 2016.
  25. ^ (EN) R42 (St. Louis Car), su nycsubway.org. URL consultato il 13 aprile 2016.
  26. ^ (EN) New Technology Trains - B Division, su nycsubway.org. URL consultato il 13 aprile 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]